TRADUTTORE

Barra video - La colonna sonora che preferisco....

Loading...

BENVENUTO

Chievo , Dicembre 2007
Ciao, benvenuto nel mio blog!
Mi chiamo Annamaria, ho 49 anni (purtroppo) di professione architetto, sono un tantino "fuori" di testa e stò lottando con tutte le mie forze contro uno stronzissimo cancro del sangue, che mi vorrebbe eliminare!
Non ti spaventare, il cancro non è contagioso, ed io voglio dimostrare che si può vivere a 360 gradi, anche con un cancro, o perlomeno provarci!
E senza lagnarsi e farsi compatire (se non quel tanto che basta per ottenere delle cose che altrimenti ci sarebbero negate...insomma, già che ci siamo perchè non approffittarne?)
E come disse Freddie "[...] ora voglio soltanto avere la maggior quantità possibile di gioia e serenità, e immagazzinare quanta più vita riesco, per tutto il poco tempo che mi resta da vivere."(Ultima intervista di Freddie Mercury, 1991).
Amen

Informazioni personali

La mia foto
Vivo a Chievo, (VR) e sono felicemente sposata da 17 anni con Giggino. Niente figli ma abbiamo tre gatti, che comunque non mi chiamano "mamma" (i figli son figli ed i gatti son gatti! Mica sono scema!). Ho anche UN MIELOMA sviluppatosi a causa della GAMMOPATIA MONOCLONALE! Lo scopo del mio blog, è quello di INFORMARE sulle cure e dimostrare che anche con un CANCRO si può vivere in maniera decorosa!! Cerco di vedere il lato "ironico" della situazione anche se, in effetti, a volte risulta un tantino difficile.... Meglio "riderci sopra" che frignare dalla mattina alla sera! Tanto, cosa cambierebbe? Che Giggino si trovebbe un'altra...ancor prima di restare vedovo! e non è proprio il caso.. anche se, a dire il vero, gli ho già proposto un paio di donzelle!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, e pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 7 marzo 2001 n. 62. Molte delle immagini presenti in questo blog sono reperite da internet, pertanto tutti i relativi diritti rimangono dei rispettivi autori.Qualora l’uso delle immagini riportate in questo blog avesse involontariamente violato le norme in materia di diritto d’autore, i soggetti legittimati potranno darne comunicazione all’autore che provvederà ad eliminarle immediatamente dal blog.Il contenuto di questo blog è proprietà intellettuale dell’autore e come tale è protetto dal diritto d'autore ai sensi della legge 22 aprile 1941 n. 633. L'usurpazione della paternità di testi e immagini è pertanto perseguibile a norma di legge. E' vietata la riproduzione, in qualunque forma, se non con il consenso scritto ed esplicito dell'autore.

Google Calendar Viewer

ACQUARELLO

ACQUARELLO

domenica 18 maggio 2008

IL MERCATO DELLO STADIO

Era per me, un appuntamento fisso. Tutti i sabato mattina, andavo con la mia amica Marghe, a fare un giretto al mercato dello stadio.
Lo scoprii tanti tanti anni fa, così per caso un giorno passando li vicino, una volta che ero in macchina con la mia mammina.
All'inizio ci andavo con lei, in seguito con la mia amica Marghe. Una delle poche dell'infanzia, che frequento ancora. Viene a trovarmi, da quando sono malata, minimo una sera alla settimana (di solito quando sono “vedova”, cioè quando Giggino va ad una delle sue solite “riunioni”, adesso le chiamano così).
E' l'unica amica dell'infanzia, alla quale è stato concesso (veramente è venuta senza chiedere il permesso e mi ero anche un tantino incazzata) di venire a trovarmi in ospedale (preferisco non mi si veda in certe condizioni, salvo i parenti stretti, escluso mio padre).
Ne abbiamo combinate tante insieme! I primi innamoramenti, la prima volta in discoteca, la prima sigaretta fumata nel suo bagno e dopo lunghe distese perché ci veniva il vomito, le vacanze sul lago….è stata la prima che mi ha depilato le sopracciglia… Mia mamma si era incazzata tanto perché le aveva tolte partendo dall’alto, e non dal basso….
Così diverse lei ed io, che sembriamo provenienti da due diversi pianeti. Tanto sono logorroica io, tanto è silenziosa lei. Tanto sono sboccata io, tanto è misurata lei. Tanto sono “fuori di testa” io, tanto è “tranquilla” lei... (almeno così pensavo fino a che non si è trovata un compagno, della serie “guarda come mi trasformo adesso, che ti credevi, ho ancora parecchie cartucce da sparare!!”).
Insomma, ci compensiamo, mi compatisce, mi sopporta, penso mi voglia bene. Ed anch’io, tanto.
Al mercato dello stadio, per ovvie ragioni, non sono più potuta andare per molto tempo. Ma adesso ho ricominciato. Non riesco, ovviamente a fare tutto il giro completo, perché c’è troppo da camminare, ma riesco comunque, ad arrivare alla mia bancarella preferita: li chiamo “i miei amici”. E’ da loro che ho riversato, in passato, il mio disturbo compulsivo da shopping. Tutta la rabbia che avevo dentro, la sfogavo comperando dei tailleur, delle camicette, pantaloni ecc. ecc. Loro, “i miei amici”, erano e sono molto simpatici. Padre, madre e figlio. Solo che è il figlio, che fa da genitore. Il padre e la madre, infatti, sono tipo “figli dei fiori”: Lei, sui 55 anni, con le treccine da rasta ed i tatuaggi, Lui con l’orecchino ed una faccia da schiaffi. Il figlio, sembra adottato, e guarda sempre i genitori con una sorta di aria da compatimento…sono quasi certa che li controlla, come dovrebbero invece fare loro con lui…
A completare la famigliola c’è il cane. Se lo portano spesso appresso, nei giri che fanno per le varie città, per cercare di vendere e di portare a casa la famosa “pagnotta”, a fine mese.
Hanno capi di abbigliamento molto fashion, scarseggiano un po’ le taglie, ma sei hai una “botta di culo” e sei reduce da un ricovero ospedaliero, ti stanno tutti benissimo…
Quando mi facevo di “Dezametasone” ed ero un “tantino alterata”, ho passato al setaccio tutto il mio guardaroba (diodellamadonna quante cose avevo accumulato!) ed ho distribuito in giro, un sacco o due di capi di abbigliamento misti (oltre a tutte, aimè, le mie belle scarpe col tacco). Perlopiù a mia cognata Nico, che ci entra comoda, ed alla mia ex-collega di lavoro, nonché amica, Monica.
Insomma, adesso che ho ripreso parzialmente a deambulare, con la Nico, sono già andata un paio di volte al mercato, soprattutto per vedere il banchetto dei “miei amici”.
E’ una delle poche bancarelle di italiani rimaste, sommerse da un mare di cinesi. Una volta, i cinesi, avevano dei capi di abbigliamento di taglie improponibili. Erano “tarate”, evidentemente, sui loro corpicini. Adesso si sono fatti furbi, e le taglie a disposizione, vanno dalla XS, alla XXXXXXXL.
“Tloppo pippolo” mi disse una volta un cinese! Certo gli risposi io, servirebbe più “Glande”! (senza voler fare una battuta a sfondo sessuale, che invece ci è venuta benissimo, anche se l’ho capita solo io!).
Insomma, ovunque ti giri, cinesi. Che sono anche simpatici ed adesso hanno anche dei capi di abbigliamento “discreti” a dei prezzi veramente ridicoli!
Due euri e mezzi per un pigiama composto da casacchina senza maniche e pantaloncini corti, in puro cotone. Dieci euri per una tuta tre pezzi da jogging (o da casa, per chi non pratica sport, come me) composta da pantaloni, canotta e blusa con cerniera e cappuccio. Sempre in cotone o viscosa, tutte fibre naturali insomma, per non parlare delle camicie in pura seta…..
Difficile resistere alla tentazione di non comperare dai cinesi! Perché ti poni codesta domanda “perché dovrei essere io quella cretina che compera un capo di abbigliamento, che metti caso viene sempre prodotto in Cina (vedi la mia borsa di Penny Black, li mortacci sui!) ma lo paghi il triplo, nella vana, inutile speranza di risollevare il PIL (prodotto interno lordo?) italiano?
Stì cinesi, che sono tanti, ma veramente tanti, non hanno diritto anche loro a mangiare meglio? Come possiamo fargliene una colpa, di persona personalmente, se a causa loro e solo perché mangiano meglio, l’economia mondiale sta andando a puttane? Mica dovrò pensare io, a risanare il debito pubblico (nello specifico sono già troppo impegnata a cercare di risanare l’osso sacro) ed a risolvere i problemi inerenti alla globalizzazione?
Insomma, dopo un veloce esame di coscienza con auto-assoluzione, sabato mattina, la Nico ed io, abbiamo comperato dei pantaloni colorati (gialli, rosa schokhing, verde bandiera, viola ecc.), dai cinesi. Oltre che a delle camicette, alla bancarella dei “miei amici”.
La soddisfazione compulsiva di “spendere” in capi di abbigliamento a basso costo, è rimasta inalterata, anche se adesso, mi rende davvero MOLTO TRISTE.
Mi sento VERAMENTE MOLTO INSULSA nello gioire per una cosa così cretina. Era meglio quando lo facevo a livello meno conscio! (Vabbè, piuttosto di gioire, che ne so, buttandomi reiteratamente su un piatto di maccheroni, che poi fanno più presto a saltarmi via che a girarmi attorno!).
E poi, mi tranquillizza una cosa, che ho appreso ascoltando la TV di notte, quando non riesco a dormire. Visto che, i programmi televisivi (parlo della TV non a pagamento) fanno mediamente pena, mi sono spesso trovata a seguire delle lezioni universitarie per corsi di laurea che neanche sapevo esistessero. E’ lì che ho appreso una cosa che mi ha risollevato il morale: io, sto aumentando il PIL nazionale!
Una persona che ha il cancro come me, infatti, fa “girare” l’economia!
Nel mio caso, in particolare: aumenta il lavoro per gli ospedali, per le case farmaceutiche, per i produttori di “padelle” e “clisteri”, per i produttori di pigiami, per i medici specialistici, per i produttori di ciabatte da casa e di telini cerati, per i produttori di parrucche, e per i produttori di poltrone elettrificate che ti sollevano, per i venditori di autoabbronzanti, per le compagnie telefoniche (900 euri di traffico telefonico, nell’agosto scorso, nò balle!)…ecc. ecc.
In futuro (spero ovviamente il più tardi possibile) con il "culo" che mi ritrovo, andrò ad incrementare il lavoro per ospizi tipo Villamonga (pertanto infermieri e assistenti, cuochi, manutentori di apparecchiature di sollevamento pesi semi-morti, ecc. ecc.), pompe funebri, inceneritori, marmisti (per la lapide) e smaltimento rifiuti solidi urbani (le cose che ho accumulato a causa del sopraccitato disturbo compulsivo da shopping).
Ovviamente, sono in buona compagnia.
Insomma, anche noi sfigati, abbiamo le nostre piccole soddisfazioni. Vuoi mettere?...
Olè

Nessun commento:

TORRE DEL LAGO

TORRE DEL LAGO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO
per i 50 anni di Flavio ed Annalisa...

Con Diana e Oscar

Con Diana e Oscar
splendidi figli di Gianni e Camilla...

CI SONO ANCORA

CI SONO ANCORA
con la collana in vetro di Murano ed argento, regalo dei colleghi..

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.
Come potete vedere, quello indicato con la freccia è ALIEN (il mio buco sul sacro, PLASMOCITOMA S1-S3: è quello nero)

IO e....boh! non so chi sia...

IO e....boh!  non so chi sia...

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino non ci stà più

Maggiolino non ci stà più
nel piatto Marocchino!

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO
Ciro Crillo

LA NICO COL GATTO

LA NICO COL GATTO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA
Ero un tantino incazzata. Si vede?

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE
Si vede che sono un tantino sollevata

Carlotta....

Carlotta....
la micia di Arianna e Roby...

Coco

Coco

Per Mara....

Per Mara....

Maggiolino 2008

Maggiolino  2008
Ottobre

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

PENNARELLI E MATITE

PENNARELLI E MATITE

Particolare del 99

Particolare del 99

GATTI MISTI 2008

GATTI MISTI 2008

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO
l'ho regalato a Loretta e Michele, l'ho disegnato adesso, di notte, con i pennarelli

GATTO DI NOVEMBRE

GATTO DI NOVEMBRE

ACQUARELLO

ACQUARELLO

TANTI GATTI

TANTI GATTI

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

PASTELLI

PASTELLI

ACQUARELLO E MATITE

ACQUARELLO E MATITE

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

A CHINA

A CHINA

Giggino stravaccato sul sofà

Giggino stravaccato sul sofà

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)
Natale 2007. Traspare dallo sguardo dei micetti, la serenità dello spirito che si avvicina con devozione alle sante festività!!!! diodellamadonna, sembrano due iene! Vedi il subconscio..

acquarello

acquarello

Senza titolo

Senza titolo

Pennarelli e matite

Pennarelli e matite

Tempera su legno

Tempera su legno

Olio su tela

Olio su tela
A Giggino piace, mentre a mè fa schifo, perchè con i colori ad olio, sono proprio negata....

Particolare

Particolare
luna

Giggino

Giggino

Acquarello

Acquarello
Botticino

Particolare

Particolare
Pastrocchi con i pennarelli e le matite

Particolare

Particolare
Tempera su asse di legno

MADONNA

MADONNA
E' stato un esercizio di stile. Non è il mio genere...era per provare se sono capace di disegnare

Il nostro letto a Montereggio

Il nostro letto a Montereggio
Dipinto dalla stessa scrivete nel lontano 1993

BARBARA

BARBARA
la nipote, la figlia di mio fratello Sergio...quella che ha tre gatti, due cani, quattro cincillà..quella che ha una "passione" per gli animali...

GIGGINO

GIGGINO
il mio amore con la cravatta e la camicia che gli ho regalato io, con i suoi soldi!

LA NICO

LA NICO
quella gnocca di mia cognata

COMPLEANNA

COMPLEANNA
Il taglio della torta...(da sinistra) Mara, Loretta, io che frigno, Massimino e Silvietta (Citrato n. 2)

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008
a passeggio a Peschiera

MAGGIOLINO

MAGGIOLINO
stonzettino

Occhi gialli

Occhi gialli
karma Chicca, madre/moglie di Cicciolinus, madre di Maggiolino...

Cicciolinus

Cicciolinus

maggiolino in semi-coma

maggiolino in semi-coma

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino
Il più bello della Via Perloso, nò balle!

2005

2005

2006

2006

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia
Ad un anno esatto da quando mi si è bucato l'osso sacro! Il cimitero può attendere! Coraggio, tumorati di tutto il mondo, mettiamogliela in quel posto! Mieloma, ti conosco, ti vedo, ti stronco!!!!!!!! Bastardo vedremo chi la vince!

19 luglio 2008

19 luglio 2008
Anniversario di quando mi sono seduta sulla sedia e mi si è rotto l'osso sacro! per festeggiare cena a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Coppia al mare

Coppia al mare
Giggino, il sant'uomo di mio marito ed io

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/
siamo in Lunigiana, nel paese dei librai, paese natio di Giggino

Montereggio

Montereggio
la chiesa sconsacrata

Montereggio

Montereggio

19 Luglio 2008: Montereggio by night

19 Luglio 2008: Montereggio by night

Crì ed io a Montereggio

Crì ed io a Montereggio
13 luglio 2008

Mary alla finestra

Mary alla finestra
A Montereggio

ROBERTO E FIORELLA

ROBERTO E FIORELLA
coppia al bar in quel di Montereggio

Sono andati avanti.......

Sono andati avanti.......
Mauro, Rambo ed Ila

Archivio blog