TRADUTTORE

Barra video - La colonna sonora che preferisco....

Loading...

BENVENUTO

Chievo , Dicembre 2007
Ciao, benvenuto nel mio blog!
Mi chiamo Annamaria, ho 49 anni (purtroppo) di professione architetto, sono un tantino "fuori" di testa e stò lottando con tutte le mie forze contro uno stronzissimo cancro del sangue, che mi vorrebbe eliminare!
Non ti spaventare, il cancro non è contagioso, ed io voglio dimostrare che si può vivere a 360 gradi, anche con un cancro, o perlomeno provarci!
E senza lagnarsi e farsi compatire (se non quel tanto che basta per ottenere delle cose che altrimenti ci sarebbero negate...insomma, già che ci siamo perchè non approffittarne?)
E come disse Freddie "[...] ora voglio soltanto avere la maggior quantità possibile di gioia e serenità, e immagazzinare quanta più vita riesco, per tutto il poco tempo che mi resta da vivere."(Ultima intervista di Freddie Mercury, 1991).
Amen

Informazioni personali

La mia foto
Vivo a Chievo, (VR) e sono felicemente sposata da 17 anni con Giggino. Niente figli ma abbiamo tre gatti, che comunque non mi chiamano "mamma" (i figli son figli ed i gatti son gatti! Mica sono scema!). Ho anche UN MIELOMA sviluppatosi a causa della GAMMOPATIA MONOCLONALE! Lo scopo del mio blog, è quello di INFORMARE sulle cure e dimostrare che anche con un CANCRO si può vivere in maniera decorosa!! Cerco di vedere il lato "ironico" della situazione anche se, in effetti, a volte risulta un tantino difficile.... Meglio "riderci sopra" che frignare dalla mattina alla sera! Tanto, cosa cambierebbe? Che Giggino si trovebbe un'altra...ancor prima di restare vedovo! e non è proprio il caso.. anche se, a dire il vero, gli ho già proposto un paio di donzelle!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, e pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 7 marzo 2001 n. 62. Molte delle immagini presenti in questo blog sono reperite da internet, pertanto tutti i relativi diritti rimangono dei rispettivi autori.Qualora l’uso delle immagini riportate in questo blog avesse involontariamente violato le norme in materia di diritto d’autore, i soggetti legittimati potranno darne comunicazione all’autore che provvederà ad eliminarle immediatamente dal blog.Il contenuto di questo blog è proprietà intellettuale dell’autore e come tale è protetto dal diritto d'autore ai sensi della legge 22 aprile 1941 n. 633. L'usurpazione della paternità di testi e immagini è pertanto perseguibile a norma di legge. E' vietata la riproduzione, in qualunque forma, se non con il consenso scritto ed esplicito dell'autore.

Google Calendar Viewer

ACQUARELLO

ACQUARELLO

giovedì 24 giugno 2010

MENO MALE CHE MI E' VENUTO IL CANCRO

No…non ho una metastasi al cervello, non ancora almeno!
E’ che, dopo che mi è venuti il CANCRO, ho ripreso in mano le redini della mia vita.
Prima lavoravo come na deficiente sino alle nove di sera.
Mai tempo per fare nulla.
Troppo immersa in un mondo fatto di casini e negatività1
Dopo avere toccato il fondo, quando si risale (e, quasi sempre si risale!) ci si guarda intorno e si cerca di concentrarsi sulle cose veramente importanti che ci circondano!
Dopo la fase delle bestemmie è arrivata quella delle Avemarie, dopo quella dell’incazzatura con tutti, la fase dell’abbraccio del bacio e del TIVOGLIOBENE!
Quanti baci non ho dato!
Ma adesso voglio recuperare, soprattutto con mio Padre, col quale ho fatto la guerra per tutta la vita.
Ha 90 anni, è uno dei pochi reduci della Russia…
Pensa troppo spesso che solo il denaro sia veramente importante!
Ma come dargli torto, con la vita di sudato lavoro (47 anni in cartiera) che ha fatto?
E’ vero, Lui e mia Mamma erano come cane e gatto e troppo spesso la mia adorata Mamma mi ha messo in mezzo ed io, ovviamente, sono sempre stata dalla sua parte!
Ma ora..basta, con la guerra!
Mettete dei fiori nei vostri cannoni!
Io l’ho fatto e non sono mai stata meglio!
E, tra il Centro Terapia del Dolore, i farmaci, la melatonina, il magnesio, i miei gatti, la mia famiglia, il mio adorato GIGGINO, le mie amiche ed i miei amici (basta seminare e poi si raccoglie) posso veramente dire: “MENOMALE CHE MI E’ VENUTO IL CANCRO!”
E basta pippe sul senso della vita!
Ma chissenefrega!
E basta con la domanda “Ma perché proprio a me?”
“E perché no?”, mi sono detta un giorno! (è una comune domanda che ci si pone, quando da un giorno all’altro, si passa dalla parte dei malati!)
Lo so, non ho fatto niente di male.
Ma i bimbi in oncoematologia pediatrica, forse hanno qualche colpa?
Se io sono SFIGATA, loro ed i loro genitori cosa sono?
Basta frignare!
Se lo faccio ( e lo fò, lo fò) adesso cerco di farlo da sola.
Un bel pianto liberatorio e poi via!
Verso nuove e meravigliose avventure!


Ps: se non mi fosse venuto il CANCRO, non avrei ripreso in mano i colori.
E, adesso ho un sacco di progetti.
Sperare che vadano in porto è gratis!
Ed intanto mi godo la ia pensione di invalidità!
E, pensate che culo, entro a gratis al cinema, alle mostre e parcheggio in pool position in cento città!
Non siate invidiosi!
Bisogna avere un buco da cm, 8x 3,5x4 nell’osso sacro!
Me lo sono sudato quel buco!
Le cose belle della vita, mica sono a gratis!
Ciao

mercoledì 9 giugno 2010

IVAN





Voglio scrivere di Te, caro, dolce Ivan.
E non so da che parte cominciare.
Così comincio dall’inizio, da quando, sul terrazzo di Montereggio mi sono incantata a guardarti e, spudoratamente ti ho detto: “Come sei bello!”.
Citro mi ha subito rimproverata dicendo che ti davo un altro motivo per tirartela!
Ma non è stato certamente così!
Tu sei sempre stato una persona semplice, alla mano.
Solo che da quel giorno si è creato tra di noi un legame speciale!
C’erano tantissimi anni che ci dividevano, oltre ad un Marito (il mio) ed una Compagna (la tua).
Ma la mia sincerità nel rivelarti una mia predilezione nei tuoi confronti, una sorta di “passione” insensata, ci ha avvicinati come un fratello ad una sorella.
E tu sei sempre stato generoso di complimenti nei miei confronti, da gentil cavaliere qual'eri!
E ci hai sempre confidato, a Citro, Cri e me, tutte le tue traversie amorose, che sono state tante!
Tu hai amato molto, e molto sei stato amato!
Eri una presenza quasi fissa in quel di Montereggio, specialmente d’estate, al Bozzo dove facevamo il bagno nelle fredde acque, ed in piazza quando ci raccontavamo le nostre vicissitudini e le tue grandi raccolte di funghi!
Come ti piaceva andar per funghi!
E mi avevi promesso che ci avresti accompagnato tu nei posti segreti, per evitare l’onta di rimanere a bocca asciutta, come spesso capitava a Giggino e me.
Tu conoscevi tutti i luoghi giusti, e con Paolo, il tuo amato Padre, partivi prestissimo al mattino e sparivi in mezzo ai boschi di castagni!
Ricordo una sera che ci hai invitato a casa tua e ci hai fatto vedere il “bottino” steso su varie reti ad asciugare!
Che invidia, al confronto dei tre funghi in avanzato stato di decomposizione, che avevamo trovato Giggino ed io, dopo avere girovagato come disperati in luoghi dove a fatica si avventurano i cinghiali!
E poi è successo che, quasi in contemporanea, ci siamo ammalati tutti e due….
Tu all’intestino…
Io al sangue…
E le nostre conversazioni hanno preso una piega diversa, una piega strana…..
Io, all’inizio ero incazzata, frastornata e disperata, anche perché avevo appena perso mio fratello.
E tu, così giovane e con un bimbo piccino…
Mi era presa una tale disperazione..
Finchè non ti ho rivisto.... dopo il primo terribile intervento chirurgico a seguito del quale, come raccontavi, ti avevano in un certo senso, “marinato” l’intestino!
Nonostante ciò… nonostante tutto quello che avevi passato....
Anche in un momento così tragico, avevi trovato una fonte alla quale attingere e che, insieme all’Amore per tuo Figlio e per la tua meravigliosa grande Famiglia, ti ha sostenuto sino all’ultimo respiro: l’AMORE.
Ti sei innamorato e poi ti sei innamorato ancora.
E anche se ti sei riammalato, sei stato innamorato della vita e di una dolce e bellissima fanciulla, fino all’ultimo respiro!
La mia "Dolcissima Zory”, come amavi definirla Tu, che sei andato a prendere sino in Bulgaria, tra un esame e l’altro, e che ti ha donato tutta se stessa.
L’ultima volta che ci siamo visti, sapevi di dovere affrontare un nuovo intervento chirurgico e di nuovo la radio e di nuovo la chemio.
“Gli altri che erano con me sono tutti morti” mi avevi detto!
Invece Tu avevi una FORZA, una voglia di vivere ed un coraggio tale, da farmi sentire una vera merdina!
Non ti ho mai visto scoraggiato e se lo eri non lo davi certo a vedere!
E le notizie sul tuo stato di salute le apprendevo da comuni Amiche, da Facebook sul quale ogni tanto facevi capolino, anche solo per rassicurarci.
Il 31 maggio, dopo tanto silenzio così scrivevi: “ Ciao a tutti ......ho avuto un mese da urli......diciamo da impazzire......le cure le continuo....ma la cosa è dura.....non riesco neanche a scrivere dalla stanchezza....un saluto a tutti”.
E da allora ho cominciato a prepararmi.... credo lo abbiamo fatto tutti.
Certamente qualcuno avrà pregato per te.
Io non ne sono stata capace.
E poi è arrivata la notizia!
Te ne sei andato sabato sera, credo.
La tua cara Mamma, Virgilia, mi ha detto che era giunto il momento di lasciarti andare!
La medicina, insieme alla tua tenacia, ed all'amore di chi ti circondava, ti hanno regalato cinque lunghissimi anni.
La tua "Dolcissima Zory" non sa darsi pace e tuo padre Paolo è molto arrabbiato col Padreterno!
E come dargli torto?
Il tuo posto, a 37 anni, era stare stravaccato su una spiaggia a giocare con tuo figlio!
O in crociera “con i bimbi”, come desideravi tanto ultimamente!
Ma Qualcuno o qualcosa ha disposto diversamente!
In ogni caso, TU veramente non morirai mai!
Troppa gente ti porterà sempre nel cuore!
Io mi prenderò cura, come posso, della tua “Dolcissima Zory”, una fragile creatura che ha avuto la fortuna di essere amata da Te!
Ma che si trova a portare sulle spalle un carico troppo pesante per la sua giovane eta!
Tu le avevi promesso di non morire!
Io ho sempre pensato che le avessi mentito.
Ma, ripensandoci, Tu caro Ivan, ci hai creduto veramente sino alla fine!
Perché non si deve MAI mollare, e crederci sempre!
Questa è la GRANDE EREDIRA' che ci hai lasciato.
Non bisogna vivere, anche se malati di CANCRO, con il freno a mano tirato!
Bisogna BUTTARSI nella vita!
Ed a questo penserò sempre nei momenti bui che, inevitabilmente, mi aspetteranno!
Tu, insieme a mio fratello Sergio, siete stati due grandi esempi di Persone che hanno sofferto dolori inenarrabili, senza perdere mai la speranza e la fiducia nel futuro.
Là dove non arriva la medicina, dobbiamo arrivare noi.
E l'importanza della nostra permanenza su questa terra, non dipende dal numero di anni che ci stiamo, ma dall’intensità con la quale li viviamo!
Ogni giorno come fosse l’ultimo!
Amando fino all’ultimo respiro!
Grazie Ivan, di essere esistito!
E’ stato un onore averti conosciuto!
Ti amo FOREVER!

nella foto: Ivan felice con la sua ""Dolcissima Zory"

UNA VACANZA MERAVIGLIOSA







La più meravigliosa vacanza della mia vita!
Hotel Parco Smeraldo Terme, località Maronti Beach, 80070 Barano, Ischia, Italia.
Un posto splendido, tranquillo, accogliente dove si mangia benissimo con la piscina termale all’aperto a trentatré gradi, con vista mare che è a due passi.
Un posto per anziani, malati, bambini e giovani rampanti.
Fuori dal caos Ischitano e con l’autobus ogni venti minuti che ti porta ovunque (ultima corsa verso l’albergo a mezzanotte e dieci).
Pulito e collocato in mezzo al verde, con una vasca piena di ninfee, pesci e tartarughe ghiotte di formaggini che gli somministravo al mattino, dopo la ricca colazione, così come mi ha insegnato Matteo, uno splendido bimbo di tre anni, anche lui ospite insieme ai genitori ed ai nonni, dell’albergo.
La prima sera, a dire il vero, dopo un viaggio per la mia schiena un tantino faticoso, quando siamo entrati in sala da pranzo, sono rimasta un pò delusa perché c’era un grosso buffet, allestito al centro della stanza.
Vabbè, ho pensato, in fondo a me la cena a buffet è sempre piaciuta ed, a Creta, abbiamo sempre mangiato così.
Pertanto ho fatto due giri, constatando con mio sommo gaudio, che c’era ogni bendidio: dalla verdura cruda a quella cotta, dalle focacce salate alle pizze, dalle verdure impanate al pesce con le patate, eccetera eccetera eccetera.
Poi si è avvicinato il cameriere col papillon e mi ha chiesto cosa desiderassi ed io gli ho risposto: “Acqua minerale gassata, grazie!”
E lui ha risposto: “E per cena?”
Capperi!
Ho aperto il menu, ed ho scoperto che quello era SOLO l’antipasto!
Insomma, sono riuscita una sera sola ad arrivare al dolce!
Saltando l’antipasto, ovviamente!
Ed ho scoperto che nuoto meglio di prima!
Mi sono decisa ad rientrare in acqua: da quando mi è “scoppiato” l’osso sacro non ho più avuto il coraggio, temevo di scivolare e rompermi del tutto.
Per scendere nella piscina termale (calda) ci sono dei gradoni con il corrimano, all’uopo posizionati per persone che, come me, hanno problemi di salute.
E sono risorta!
In acqua il mio peso si era azzerato e, coadiuvata dai galleggianti che la natura mi ha fornito (vedere foto), galleggiavo che è un piacere!
E la schiena non la sentivo nemmeno, così come il dolore causato dal carico che essa deve sostenere!
E l’isola è così bella!
Giggino faceva delle escursioni in mezzo alla natura ed io me ne stavo spaparanzata al sole, facendo numerosi bagni termali.
Sotto c’era una meravigliosa zona benessere, con musica Zen, idromassaggio rassodante, percorso massaggiante e docce profumate!
Na meraviglia!
Ed i camerieri, tutti sorridenti e simpatici, come sono la maggior parte dei Napoletani, venivano a portarmi da bere sul bordo della piscina dove sono posizionati i lettini.











E poi una barchetta ti portava dal mare nelle varie spiaggette o a Sant’angelo, un paesino che si può raggiungere anche a piedi!
Giggino ed io abbiamo trovato il posto dove ricaricarci reciprocamente: lui girava l’isola perché si stancava a stare al sole mentre io mi rosolavo come un pollo.
E la sera insieme andavamo a fare un giro a Ischia Porto o al Castello, ma siamo stati benissimo anche a dormire sulla spiaggia cullati solo dal rumore del mare!
Te credo che il dottore, quando sono andata in Ematologia per i controlli mensili, mi ha detto che sembro ringiovanita di dieci anni!
Dopo na vacanza così!
O no?


href="http://3.bp.blogspot.com/_rOh_TSLz5a8/TA9fbBRFDdI/AAAAAAAAA_8/oPeBS01AKn4/s1600/P5305583.JPG">























TORRE DEL LAGO

TORRE DEL LAGO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO
per i 50 anni di Flavio ed Annalisa...

Con Diana e Oscar

Con Diana e Oscar
splendidi figli di Gianni e Camilla...

CI SONO ANCORA

CI SONO ANCORA
con la collana in vetro di Murano ed argento, regalo dei colleghi..

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.
Come potete vedere, quello indicato con la freccia è ALIEN (il mio buco sul sacro, PLASMOCITOMA S1-S3: è quello nero)

IO e....boh! non so chi sia...

IO e....boh!  non so chi sia...

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino non ci stà più

Maggiolino non ci stà più
nel piatto Marocchino!

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO
Ciro Crillo

LA NICO COL GATTO

LA NICO COL GATTO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA
Ero un tantino incazzata. Si vede?

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE
Si vede che sono un tantino sollevata

Carlotta....

Carlotta....
la micia di Arianna e Roby...

Coco

Coco

Per Mara....

Per Mara....

Maggiolino 2008

Maggiolino  2008
Ottobre

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

PENNARELLI E MATITE

PENNARELLI E MATITE

Particolare del 99

Particolare del 99

GATTI MISTI 2008

GATTI MISTI 2008

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO
l'ho regalato a Loretta e Michele, l'ho disegnato adesso, di notte, con i pennarelli

GATTO DI NOVEMBRE

GATTO DI NOVEMBRE

ACQUARELLO

ACQUARELLO

TANTI GATTI

TANTI GATTI

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

PASTELLI

PASTELLI

ACQUARELLO E MATITE

ACQUARELLO E MATITE

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

A CHINA

A CHINA

Giggino stravaccato sul sofà

Giggino stravaccato sul sofà

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)
Natale 2007. Traspare dallo sguardo dei micetti, la serenità dello spirito che si avvicina con devozione alle sante festività!!!! diodellamadonna, sembrano due iene! Vedi il subconscio..

acquarello

acquarello

Senza titolo

Senza titolo

Pennarelli e matite

Pennarelli e matite

Tempera su legno

Tempera su legno

Olio su tela

Olio su tela
A Giggino piace, mentre a mè fa schifo, perchè con i colori ad olio, sono proprio negata....

Particolare

Particolare
luna

Giggino

Giggino

Acquarello

Acquarello
Botticino

Particolare

Particolare
Pastrocchi con i pennarelli e le matite

Particolare

Particolare
Tempera su asse di legno

MADONNA

MADONNA
E' stato un esercizio di stile. Non è il mio genere...era per provare se sono capace di disegnare

Il nostro letto a Montereggio

Il nostro letto a Montereggio
Dipinto dalla stessa scrivete nel lontano 1993

BARBARA

BARBARA
la nipote, la figlia di mio fratello Sergio...quella che ha tre gatti, due cani, quattro cincillà..quella che ha una "passione" per gli animali...

GIGGINO

GIGGINO
il mio amore con la cravatta e la camicia che gli ho regalato io, con i suoi soldi!

LA NICO

LA NICO
quella gnocca di mia cognata

COMPLEANNA

COMPLEANNA
Il taglio della torta...(da sinistra) Mara, Loretta, io che frigno, Massimino e Silvietta (Citrato n. 2)

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008
a passeggio a Peschiera

MAGGIOLINO

MAGGIOLINO
stonzettino

Occhi gialli

Occhi gialli
karma Chicca, madre/moglie di Cicciolinus, madre di Maggiolino...

Cicciolinus

Cicciolinus

maggiolino in semi-coma

maggiolino in semi-coma

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino
Il più bello della Via Perloso, nò balle!

2005

2005

2006

2006

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia
Ad un anno esatto da quando mi si è bucato l'osso sacro! Il cimitero può attendere! Coraggio, tumorati di tutto il mondo, mettiamogliela in quel posto! Mieloma, ti conosco, ti vedo, ti stronco!!!!!!!! Bastardo vedremo chi la vince!

19 luglio 2008

19 luglio 2008
Anniversario di quando mi sono seduta sulla sedia e mi si è rotto l'osso sacro! per festeggiare cena a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Coppia al mare

Coppia al mare
Giggino, il sant'uomo di mio marito ed io

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/
siamo in Lunigiana, nel paese dei librai, paese natio di Giggino

Montereggio

Montereggio
la chiesa sconsacrata

Montereggio

Montereggio

19 Luglio 2008: Montereggio by night

19 Luglio 2008: Montereggio by night

Crì ed io a Montereggio

Crì ed io a Montereggio
13 luglio 2008

Mary alla finestra

Mary alla finestra
A Montereggio

ROBERTO E FIORELLA

ROBERTO E FIORELLA
coppia al bar in quel di Montereggio

Sono andati avanti.......

Sono andati avanti.......
Mauro, Rambo ed Ila