TRADUTTORE

Barra video - La colonna sonora che preferisco....

Loading...

BENVENUTO

Chievo , Dicembre 2007
Ciao, benvenuto nel mio blog!
Mi chiamo Annamaria, ho 49 anni (purtroppo) di professione architetto, sono un tantino "fuori" di testa e stò lottando con tutte le mie forze contro uno stronzissimo cancro del sangue, che mi vorrebbe eliminare!
Non ti spaventare, il cancro non è contagioso, ed io voglio dimostrare che si può vivere a 360 gradi, anche con un cancro, o perlomeno provarci!
E senza lagnarsi e farsi compatire (se non quel tanto che basta per ottenere delle cose che altrimenti ci sarebbero negate...insomma, già che ci siamo perchè non approffittarne?)
E come disse Freddie "[...] ora voglio soltanto avere la maggior quantità possibile di gioia e serenità, e immagazzinare quanta più vita riesco, per tutto il poco tempo che mi resta da vivere."(Ultima intervista di Freddie Mercury, 1991).
Amen

Informazioni personali

La mia foto
Vivo a Chievo, (VR) e sono felicemente sposata da 17 anni con Giggino. Niente figli ma abbiamo tre gatti, che comunque non mi chiamano "mamma" (i figli son figli ed i gatti son gatti! Mica sono scema!). Ho anche UN MIELOMA sviluppatosi a causa della GAMMOPATIA MONOCLONALE! Lo scopo del mio blog, è quello di INFORMARE sulle cure e dimostrare che anche con un CANCRO si può vivere in maniera decorosa!! Cerco di vedere il lato "ironico" della situazione anche se, in effetti, a volte risulta un tantino difficile.... Meglio "riderci sopra" che frignare dalla mattina alla sera! Tanto, cosa cambierebbe? Che Giggino si trovebbe un'altra...ancor prima di restare vedovo! e non è proprio il caso.. anche se, a dire il vero, gli ho già proposto un paio di donzelle!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, e pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 7 marzo 2001 n. 62. Molte delle immagini presenti in questo blog sono reperite da internet, pertanto tutti i relativi diritti rimangono dei rispettivi autori.Qualora l’uso delle immagini riportate in questo blog avesse involontariamente violato le norme in materia di diritto d’autore, i soggetti legittimati potranno darne comunicazione all’autore che provvederà ad eliminarle immediatamente dal blog.Il contenuto di questo blog è proprietà intellettuale dell’autore e come tale è protetto dal diritto d'autore ai sensi della legge 22 aprile 1941 n. 633. L'usurpazione della paternità di testi e immagini è pertanto perseguibile a norma di legge. E' vietata la riproduzione, in qualunque forma, se non con il consenso scritto ed esplicito dell'autore.

Google Calendar Viewer

ACQUARELLO

ACQUARELLO

domenica 11 maggio 2008

IL DOTTOR Y

Adesso, come anticipatovi, e stavolta per ovvie ragioni e con la delibera dei miei familiari, procedo con i dovuti elogi alla SANITA’, facendo, come già fatto pubblicamente a suo tempo, nomi e cognomi.
C’era una volta mio fratello Sergio, un tantino sfigato come me, che si ammalò di una rara malattia che gli distrusse le vie biliari.
Faceva l’operaio, era sposato con una figlia, supertifoso del Chievo, un vero pignolo scassaballe del segno della vergine.
Tale malattia, scoperta in modo del tutto casuale all’età di 39 anni, si chiamava “colangite sclerosante”.
A causa di questa rara malattia, il suo fegato nel volgere di otto anni, si era praticamente distrutto.
Grazie ad un anonimo donatore sessantenne, (sì, aveva proprio 60 anni, il fegato, se in buone condizioni, lo si può donare anche a settant’anni, non si usano solo gli organi dei giovani!) che ha trascorso molto tempo in rianimazione, (sono le uniche informazioni avute), Egli è stato sottoposto ad un trapianto di fegato, ed è ritornato a vivere per altri 10 lunghi felici anni, accanto alla sua famiglia.
Ha ripreso il lavoro, facendo anche i turni di notte, andando a lavorare in bici, il lunedì mattina alle tre e mezzo. Festeggiava due compleanni: uno il 10 settembre e l’altro il 4 marzo, quando gli è stato trapiantato il fegato “nuovo”.
Così, a suo tempo, abbiamo ringraziato pubblicamente i medici del Policlinico di Padova, con una nota pubblicata sul quotidiano “il Mattino”:
“Sergio Moletta ringrazia l’equipe del centro di Trapianto epatico del prof. Maffei Faccioli, il Prof. Gerunda, il dott. Merenda, il dott. Neri, il prof. Crepaldi, la dottoressa Iemmolo, la Dottoressa Destro, tutto il personale medico e paramedico del reparto di Patologia medica 1a, dell’Istituto di Chirurgia 1a del Policlinico di Padova, per avergli ridato, grazie ad un eccezionale intervento, la gioia di vivere.
Verona, 31 Marzo 1996.”
E’ stato a Padova, in quel reparto, che abbiamo ritrovato la fiducia nei medici e nella medicina. E’ stato sempre a Padova che abbiamo finalmente conosciuto dei medici che lavorano per “passione” e non per denaro o vanità o non so che.
Il Prof. Giorgio Enrico Gerunda, adesso opera a Modena, e ricambia sempre personalmente gli auguri di buone feste che mia cognata Laura gli invia ogni anno.
Anche se mio fratello Sergio adesso non c’è più, perché un linfoma schifoso tre anni e mezzo orsono se l’è portato via, dopo tanti anni li ricordiamo con tanta gratitudine e riconoscenza.
Quella notte eravamo in tre, fuori dalla sala rianimazione: mia cognata Laura, mia nipote Barbara ed io. Sergio è entrato alle 19:30 del 3 Marzo in sala operatoria: sembrava uno zombie. E’ uscito alle 11:30 del 4 Marzo. Il prof. Gerunda lo ha operato personalmente e ci ha detto una parola di conforto dopo le tante ore di attesa. Me lo ricordo ancora, mentre scende le scale, con il camice bianco sbottonato e ci viene incontro…
Sergio è stato dimesso dall’ospedale dopo 15 giorni. Sembrava rinato. Era rinato.
E’ rimasto ancora tanti lunghi anni, a farci compagnia ed a scassare le balle.
Ha avuto modo di rinfacciarmi per un bel po’ di anni, quello che era successo una volta in reparto.
Ve lo racconto per alleviare la pesantezza insita nel post, mio malgrado.
In uno dei vari ricoveri a Padova, Sergio era stato sottoposto ad una gastroscopia. Il suo stomaco era come un colabrodo e “trasudava” sangue. Non entro nei dettagli medici, ma comunque era sempre una conseguenza della cirrosi epatica insorta a causa della sua malattia del cucco.
Fatto sta che aveva appena eseguito il summenzionato esame ed io lo stavo assistendo perché mia cognata era a Verona al lavoro.
Devo dire che sono sempre stata un tantino sfigata e mi sono trovata spesso da sola accanto a lui nei momenti più schifosi. E non è che io sia una persona granché coraggiosa, anche se adesso mi sono fatta le ossa (bella questa, detta da una che ha un tumore proprio alle ossa!).
Insomma, dopo che gli era stato fatto questo esame (sospettavano che avesse delle varici o qualcosa di simile, dal momento che era risultato molto anemico) lui stava male e lamentava dolori allo stomaco e nausea. Ricordo che mi chiese di andare a prendere un catino perché stava troppo male e la nausea aumentava sempre di più. Io corsi in bagno e feci appena appena in tempo a posizionargli davanti il catino. E successe una cosa terribile che non dimenticherò mai: vomitò sangue.
Dopo lo choc iniziale di entrambi, lo piantai in asso con il catino in mano e corsi come un’invasata per il reparto a chiamare aiuto. Dopo tornai di corsa da mio fratello, che era sempre nella stessa posa con il catino in mano, e la bocca ancora aperta per lo stupore e lo feci: presi un bicchiere, lo riempii di acqua e……mi versai trenta gocce di lexotan.
Mio fratello, era in punto di morte, ma se fosse morto in quel momento, sarebbe morto ridendo. Infatti mi guardò stralunato (giustamente ripensandoci in seguito) e ridendo mi disse “ma sito deficiente’ nvese de dar un goso de acqua a mì, beito le gose ti par calmarte? Ala, va a dar via el cul!” (traduzione: ma sei deficiente? Invece di darmi un bicchiere di acqua affinché io possa risciacquarmi la bocca, mi pianti qua, con il catino pieno di sangue e ti bevi le gocce di ansiolitico? Ma vai a farti benedire!).
E’ stata dura, ma anche quella volta ce l’ha fatta.
Unico neo: mi ha rinfacciato sino al giorno del suo trapasso, il mio sconsiderato comportamento….
Amen

Nessun commento:

TORRE DEL LAGO

TORRE DEL LAGO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO
per i 50 anni di Flavio ed Annalisa...

Con Diana e Oscar

Con Diana e Oscar
splendidi figli di Gianni e Camilla...

CI SONO ANCORA

CI SONO ANCORA
con la collana in vetro di Murano ed argento, regalo dei colleghi..

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.
Come potete vedere, quello indicato con la freccia è ALIEN (il mio buco sul sacro, PLASMOCITOMA S1-S3: è quello nero)

IO e....boh! non so chi sia...

IO e....boh!  non so chi sia...

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino non ci stà più

Maggiolino non ci stà più
nel piatto Marocchino!

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO
Ciro Crillo

LA NICO COL GATTO

LA NICO COL GATTO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA
Ero un tantino incazzata. Si vede?

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE
Si vede che sono un tantino sollevata

Carlotta....

Carlotta....
la micia di Arianna e Roby...

Coco

Coco

Per Mara....

Per Mara....

Maggiolino 2008

Maggiolino  2008
Ottobre

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

PENNARELLI E MATITE

PENNARELLI E MATITE

Particolare del 99

Particolare del 99

GATTI MISTI 2008

GATTI MISTI 2008

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO
l'ho regalato a Loretta e Michele, l'ho disegnato adesso, di notte, con i pennarelli

GATTO DI NOVEMBRE

GATTO DI NOVEMBRE

ACQUARELLO

ACQUARELLO

TANTI GATTI

TANTI GATTI

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

PASTELLI

PASTELLI

ACQUARELLO E MATITE

ACQUARELLO E MATITE

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

A CHINA

A CHINA

Giggino stravaccato sul sofà

Giggino stravaccato sul sofà

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)
Natale 2007. Traspare dallo sguardo dei micetti, la serenità dello spirito che si avvicina con devozione alle sante festività!!!! diodellamadonna, sembrano due iene! Vedi il subconscio..

acquarello

acquarello

Senza titolo

Senza titolo

Pennarelli e matite

Pennarelli e matite

Tempera su legno

Tempera su legno

Olio su tela

Olio su tela
A Giggino piace, mentre a mè fa schifo, perchè con i colori ad olio, sono proprio negata....

Particolare

Particolare
luna

Giggino

Giggino

Acquarello

Acquarello
Botticino

Particolare

Particolare
Pastrocchi con i pennarelli e le matite

Particolare

Particolare
Tempera su asse di legno

MADONNA

MADONNA
E' stato un esercizio di stile. Non è il mio genere...era per provare se sono capace di disegnare

Il nostro letto a Montereggio

Il nostro letto a Montereggio
Dipinto dalla stessa scrivete nel lontano 1993

BARBARA

BARBARA
la nipote, la figlia di mio fratello Sergio...quella che ha tre gatti, due cani, quattro cincillà..quella che ha una "passione" per gli animali...

GIGGINO

GIGGINO
il mio amore con la cravatta e la camicia che gli ho regalato io, con i suoi soldi!

LA NICO

LA NICO
quella gnocca di mia cognata

COMPLEANNA

COMPLEANNA
Il taglio della torta...(da sinistra) Mara, Loretta, io che frigno, Massimino e Silvietta (Citrato n. 2)

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008
a passeggio a Peschiera

MAGGIOLINO

MAGGIOLINO
stonzettino

Occhi gialli

Occhi gialli
karma Chicca, madre/moglie di Cicciolinus, madre di Maggiolino...

Cicciolinus

Cicciolinus

maggiolino in semi-coma

maggiolino in semi-coma

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino
Il più bello della Via Perloso, nò balle!

2005

2005

2006

2006

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia
Ad un anno esatto da quando mi si è bucato l'osso sacro! Il cimitero può attendere! Coraggio, tumorati di tutto il mondo, mettiamogliela in quel posto! Mieloma, ti conosco, ti vedo, ti stronco!!!!!!!! Bastardo vedremo chi la vince!

19 luglio 2008

19 luglio 2008
Anniversario di quando mi sono seduta sulla sedia e mi si è rotto l'osso sacro! per festeggiare cena a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Coppia al mare

Coppia al mare
Giggino, il sant'uomo di mio marito ed io

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/
siamo in Lunigiana, nel paese dei librai, paese natio di Giggino

Montereggio

Montereggio
la chiesa sconsacrata

Montereggio

Montereggio

19 Luglio 2008: Montereggio by night

19 Luglio 2008: Montereggio by night

Crì ed io a Montereggio

Crì ed io a Montereggio
13 luglio 2008

Mary alla finestra

Mary alla finestra
A Montereggio

ROBERTO E FIORELLA

ROBERTO E FIORELLA
coppia al bar in quel di Montereggio

Sono andati avanti.......

Sono andati avanti.......
Mauro, Rambo ed Ila

Archivio blog