TRADUTTORE

Barra video - La colonna sonora che preferisco....

Loading...

BENVENUTO

Chievo , Dicembre 2007
Ciao, benvenuto nel mio blog!
Mi chiamo Annamaria, ho 49 anni (purtroppo) di professione architetto, sono un tantino "fuori" di testa e stò lottando con tutte le mie forze contro uno stronzissimo cancro del sangue, che mi vorrebbe eliminare!
Non ti spaventare, il cancro non è contagioso, ed io voglio dimostrare che si può vivere a 360 gradi, anche con un cancro, o perlomeno provarci!
E senza lagnarsi e farsi compatire (se non quel tanto che basta per ottenere delle cose che altrimenti ci sarebbero negate...insomma, già che ci siamo perchè non approffittarne?)
E come disse Freddie "[...] ora voglio soltanto avere la maggior quantità possibile di gioia e serenità, e immagazzinare quanta più vita riesco, per tutto il poco tempo che mi resta da vivere."(Ultima intervista di Freddie Mercury, 1991).
Amen

Informazioni personali

La mia foto
Vivo a Chievo, (VR) e sono felicemente sposata da 17 anni con Giggino. Niente figli ma abbiamo tre gatti, che comunque non mi chiamano "mamma" (i figli son figli ed i gatti son gatti! Mica sono scema!). Ho anche UN MIELOMA sviluppatosi a causa della GAMMOPATIA MONOCLONALE! Lo scopo del mio blog, è quello di INFORMARE sulle cure e dimostrare che anche con un CANCRO si può vivere in maniera decorosa!! Cerco di vedere il lato "ironico" della situazione anche se, in effetti, a volte risulta un tantino difficile.... Meglio "riderci sopra" che frignare dalla mattina alla sera! Tanto, cosa cambierebbe? Che Giggino si trovebbe un'altra...ancor prima di restare vedovo! e non è proprio il caso.. anche se, a dire il vero, gli ho già proposto un paio di donzelle!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, e pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 7 marzo 2001 n. 62. Molte delle immagini presenti in questo blog sono reperite da internet, pertanto tutti i relativi diritti rimangono dei rispettivi autori.Qualora l’uso delle immagini riportate in questo blog avesse involontariamente violato le norme in materia di diritto d’autore, i soggetti legittimati potranno darne comunicazione all’autore che provvederà ad eliminarle immediatamente dal blog.Il contenuto di questo blog è proprietà intellettuale dell’autore e come tale è protetto dal diritto d'autore ai sensi della legge 22 aprile 1941 n. 633. L'usurpazione della paternità di testi e immagini è pertanto perseguibile a norma di legge. E' vietata la riproduzione, in qualunque forma, se non con il consenso scritto ed esplicito dell'autore.

Google Calendar Viewer

ACQUARELLO

ACQUARELLO

mercoledì 30 dicembre 2009

TANTE COSE

TANTE COSE BELLE A TUTTI.............
Oggi sono così felice!
Cioè sono sempre nervosetta, ma sono sicura che stasera mio marito Giggino si concederà....
Acconsentirà a che io gli strizzi il mitico punto nero che gli scovai poc'anzi!
E domani è capodanno.
O dopodomani...insomma domani è il 31...
e alle ore 24 si brinda!
Saremo in pochi a casa nostra...
pochi e nervosetti...
La mia amica Ari e l'orso di suo marito.
Il Malpa con la moglie e le sue due creature.
Sarà divertente vedere la resistenza del marito della mia amica Ari, messa a dura prova dai bimbi del Malpa!
Scommetto che alle ore 24 e 10 minuti scapperanno lontano, lontano...
Ed allora...Giggino ed io andremo a farci un giro..
lui ancora non lo sa...
ma lo porterò a vedere Verona by night...
Buon 2010 cari amici vicini e lontani!
Vi auguro di trascorrere un sereno capodanno in buona compagnia...
E fate anche un brindisi alla mia salute...
Che ne ho bisogno...
ma tanto tanto...
Forza a tutti, che, come dice il Premier.....
la ripresa è vicina....
se siete cassaintegrati o in mobilità...
chiedete che vi ospiti a casa sua.
Dicono che abbia un bellissimo bagno...
Mah!

IL PRINCIPIO E LA FINE

CARI AMICI VICINI E LONTANI.
Oggi sono nervosetta.
Devo dire che mediamente sono una specie di iena vagante.
Giggino è un sant'uomo messo a dura prova dagli eventi!
E si nega.
Insomma, non vuole che gli strizzi un mitico punto nero che gli ho scovato ieri sera palpeggiandolo.
Io lo palpeggio con lo scopo di trovagli i punti neri.
Lo ammetto, sono un po' stronzetta.
E nervosetta.
A volte penso che dovrebbero chiamare l'esorcista per domarmi.
E' la malattia che mi rende una iena o sono io già una iena per predisposizione genetica?
Mah!


ps: però sono buona di animo...
scurrile di linguaggio...ma buona di cuore...
ho regalato TUTTE le mie scarpe con il tacco a spillo ad amiche e non...
e anche dei vestiti della Sinequanone..e pure un completo pantalone arancio in seta di Motivi...
Per non parlare della giacca di Penny Black e della spilla in oro giallo della mia mammina...
Insomma...fare i regali sono un segno di bontà d'animo, si o no?
E sognare che te li restituiscano è indice di egoismo?
Sono contraddittoria, stronza e dislessica?
Non so nemmeno io cosa voglio?
Sono MATERIALISTA?
Sono superficiale e stupidotta?
Da quando sono gravemente malata sono peggiorata e dico un sacco di fregnacce e parolacce?
Ho pensieri IMPURI?
Volere strizzare ferocemente un punto nero al marito Giggino, è segno di CATTIVERIA e FEROCIA?
Andrò diritta all'inferno, scarpe e tutto?
Sono un'ignorantassa?
Anche se ho fatto le scuole alte, sono un'ignorantassa di prima categoria?
Perchè sono così INCAZZATA?
Adesso mi ricordo.....
sono incazzata perchè ho un buco nell'osso sacro 8x4 e non posso più chinarmi e mi fa male e devo prendere un sacco di farmaci e devo farmi aiutare e sono senza soldi e sono disperata e mio marito è stufo e tutti mi scansano perchè sono e sono stufa e sono incazzata perchè ho un buco nell'osso sacro 8x4 e non posso più chinarmi e mi fa male e devo prendere un sacco di farmaci e devo farmi aiutare e sono senza soldi e sono disperata e mio marito è stufo e tutti mi scansano perchè sono e sono stufa e sono incazzata perchè ho un buco nell'osso sacro 8x4 e non posso più chinarmi e mi fa male e devo prendere un sacco di farmaci e devo farmi aiutare e sono senza soldi e sono disperata e mio marito è stufo e tutti mi scansano perchè sono e sono stufa e son incazzata perchè ho un buco nell'osso sacro 8x4 e non posso più chinarmi e mi fa male e devo prendere un sacco di farmaci e devo farmi aiutare e sono senza soldi e sono disperata e mio marito è stufo e tutti mi scansano perchè sono e sono stufa incazzata perchè ho un buco nell'osso sacro 8x4 e non posso più chinarmi e mi fa male e devo prendere un sacco di farmaci e devo farmi aiutare e sono senza soldi e sono disperata e mio marito è stufo e tutti mi scansano perchè sono e sono stufa e sono incazzata perchè ho un buco nell'osso sacro 8x4 e non posso più chinarmi e mi fa male e devo prendere un sacco di farmaci e devo farmi aiutare e sono senza soldi e sono disperata e mio marito è stufo e tutti mi scansano perchè sono e sono stufa ncazzata perchè ho un buco nell'osso sacro 8x4 e non posso più chinarmi e mi fa male e devo prendere un sacco di farmaci e devo farmi aiutare e sono senza soldi e sono disperata e mio marito è stufo e tutti mi scansano perchè sono e sono stufa .........
O no?

martedì 29 dicembre 2009

IL PANDORO

Tanti auguri a tutti!
Tanti pandori a tutti!
Ricordatevi però che le fette dopo l’ingerimento, solitamente si depositano attorno il giro vita.
E per il summenzionato motivo, il giro vita lievita.
Come lievita il pandoro.
Insomma, dopo lievitiamo anche noi.
Questo vale in particolare per le donne che hanno “levato el boio” come me.
Cioè quelle che hanno varcato la soglia dei quaranta (perbacco, sono già dieci anni che l'ho varcata...pensare che ero così giovane na volta!)
E che sarebbero tentate di farsi i capelli rosso mogano (per mascherare i primi fili bianchi) colore che nel padovano per tale motivo viene chiamato "rosso menopausa".
Meglio buttarsi sul biondo platinato, che sdrammatizza l’insieme.
Almeno spero!
E non storcete la bocca perchè voi non vi tingete...
o lo fate solo con riflessanti...
o con tinture "naturali" che non contengono ammoniaca!!!!!!!!
Sempre di FALSO si tratta!
Inganno..
Tromp l'oeil!
Io, invece, sono "BIONDA NATURALE" e non so nemmeno cosa siano le tinture!
Poi fanno male alla salute! (ma non sarà mica per quello.....pensare che credevo fosse colpa del buco nell'ozono....e del telefonino......e delle sessanta sigarette al giorno che ho fumato fino a 15 anni fa...)
Le tinture sono CANCEROGENE! (come la crosta della pizza..........mmmmmm....che buona!!).
Io sono NATURALE, come mi vuole la natura...sono della categoria "tantosonobellalostesso", o se la volete chiamare diversamente, SONO DELLA CATEGORIA DI QUELLE APPENA TIRATE FUORI DALLA LAVATRICE!
O no?
Direi decisamente di NO!
Purtroppo, NO!
IO sono MOLTO "sostenuta" da prodotti chimici nel mio travagliato passaggio nel Nord-Est.
E non me ne vergogno certo, come invece molte.....
Anzi.......
Direi che me ne VANTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Mah!


Ps: ho avuto difficoltà di connessione ed ora alle ore 2, sto scrivendo a lume di candela, per non svegliare Giggino che russa beato con Maggiolino fraccato contro i piedi.
capperi...sono le 5,07!!!!!!!!!!!!!
Tornerò a postare qualche altra scemata, quando la situazione ambientale sarà più favorevole.
Per quanto riguarda il pandoro, che preferisco di gran lunga al panettone, me lo sono gustata con gioia alla vigilia di Natale proprio a letto, come adesso…
Come na ladra, con la suocera che dormiva in mansarda e Giggino sul divano con la TV accesa…
Che meraviglsia ciucciarsi in solitudine sta fetta, al calduccio sotto le coperte!
Mi ritorna in mente mia mamma Natalina…
Che proprio oggi 28 dicembre avrebbe compiuto 86 anni!
Lei era avanti na cifra.
Una volta ha fatto un buco nella scatola rossa del pandoro che era collocato sopra la credenza, in soggiorno.
Mio padre credeva che il pandoro fosse intero-
Invece lei lo aveva rosicchiato piano piano da sotto.
Era praticamente rimasto solo il cartone, il pandoro se lo era pappato tutto lei.
Come mi manca la mammina!
Ce lo saremo spartite un pezzo a testa, senza litigare.
Lei mi dava sempre tutto quello che poteva, e anche di più!
Sono sicura non mi avrebbe mai negato il culo del pandoro!

Psps: meglio aspettare qualche giorno per controllare il peso sulla bilancia.
Insomma…dopo due mesi di dieta e di patimenti……per colpa del pandoro capace che son tornata il peso di prima!
Che PALLE!
CHE PALLE LUMINOSE DI NATALE!

giovedì 10 dicembre 2009

SANTA LUSSIA

Santa Lussia vien de notte...
con le scarpe tutte rotte...
col capel de la befana!
Santa Lussia lè la mama!


E' una filastrocca veronese che si canticchia in attesa che arrivi Santa Lucia, il giorno 13.
E' una meraviglia avere dei bambini in questo periodo.... o essere dei BAMBINI!
La sera, prima di andare a letto, mettevo sul comò il riso e la farina per la Santa e per il suo "musso".
E poi correvo a letto.
Una volta ho avuto delle allucinazioni!
Vedevo lungo le stecche delle tapparelle, dei pesci che galleggiavano e che, secondo me, volevano venire a rubarmi i giocattoli.
Ero piccola e promettente!
Avevo una sorta di paura di questa Santa che una volta è pure venuta a trovarci, in casa a me ed a mio fratello Ciorci.
Li mortacci sui, mi sono accorta che mio fratello aveva una faccia strana quando ha visto la Santa, tutta vestita di bianco e con il velo davanti.
Ho saputo poi che era la nostra vicina di casa, Gianna, che si era travestita per farmi una sorpresa!
Ho sentito aria di "truffa", ma ero troppo piccola per capire di cosa si trattava.
Era uno spettacolo al mattino aprire gli occhi e vedere tutti i giocattoli desiderati sparpagliati per la camera!
Ed il riso e la farina erano spariti.
Ricordo che quella volta della Gianna, l'ho seguita dalla finestra per vedere se camminava o volava.
A me sembrava persino un pò sospesa per aria, quella sera.
Non ho visto l'asino, chissà dove era!
Spero che tanti bambini a Verona aspettino Santa Lucia che porta i doni.
Lo so, forse eticamente non è corretto imbrogliare i bambini!
Anch'io ci sono rimasta male quando ho saputo che non esisteva.
Solo allora ho capito la faccia da furbetto di mio fratello Ciorci.
Comunque ogni anno al mattino del giorno 13 c'è un piatto di dolciumi che mi aspetta!
E' una fortuna sposare un toscano che abbraccia le tradizioni venete e che si ricorda di me!
Ti amo Giggino...
Se puoi, chiedi a Santa Lucia che mi porti le caramelle senza zucchero!
Sai..è per via delle maniglie dell'amore....
E scusa se quest'anno non sono stata tanto brava...
E' che ne ho le palle piene!
Ma ti prego.....
Non portarmi il carbone!
Cercherò di fare la BRAVA!
Promesso!!!!!!!!!!!!!!!!!

MADDY

E' un'ecatombe!
Anche Maddy....
Me lo aveva detto, in privato, che aveva paura di "perdersi".
Sono contenta che, finalmente, abbia finito di "gocciolare", come diceva lei.
Se l'è proprio guadagnato, non c'è che dire, un posto in prima fila.
Come attrice di teatro, conosciuta ed amata da tanti.
Io sono sempre stata un pò invidiosa di tutti gli amici che aveva.
Me l'ha presentata Adamus....
Una dolce creatura che ha lottato contro il cancro.
Sta merda!
Un bacio piccola dolce Maddy...

ps: Giggino mi dice che il mio blog attira gente malata ed il rischio che corro è quello di ricevere spesso tristi notizie!
Ma me ne SBATTO le palle!
SONO TROPPO INCAZZATA!
E domani devo andare in ospedale...
Vedrò ragazzi col catetere venoso centrale e la testa pelata!
E dovrò sparare tante puttanate!
E' questo il mio compito nella vita!
Sputare in faccia alla malattia e lottare fino all'ultima goccia del mio stramaledettissimo sangue!

mercoledì 9 dicembre 2009

LE PALLE

Che palle!
Allora.............
Avete titrato fuori le palle...per l'albero di Natale?
Io si..
Insieme a Giggino.
Ogni anno sono un po di più!
Ma che meraviglia sto Natale sottotono!
Ma è giunta l'ora di finire di frignare!
Pergiunta Giggino mi ha ripristinato la connessione a casa!
Pertanto aspettatevi nuovi e sconcertanti post demenziali!
Mi sento così scemolotta!
Come sopravvivere altrimenti?
Mah!

ps: mi sa che quest'anno lo metto fuori...
Babbo Natale appeso per la prolunga...
Con sta crisi mondiale, vuoi mettere!


psps: mi raccomando...a Natale in casa serve qualcosa di rosso e d'oro...
che fa tanto festa...
e poi c'è sempre il PANDORO!
Venerdì vado in ospedale per i soliti controlli.
Il dottor FIGO deve controllare se sono dimagrita (quattro chili, ma che fatica porcavacca)...
Nel pomeriggio per festeggiare apro la scatola di cioccolatini che mi hanno regalato le mie amiche dell'ERRECORTA!
E' dal mio compleanno che attende chiusa nella credenza!
Adesso basta con la dieta!
(brava...così in una settimana rimetto su quello che faticosamente ho perso porcando in due mesi).
UFFA...
Che PALLE (Vedi...avevo cominciato come ho finito...è il SERPENTE CHE SI MORDE LA CODA)!

martedì 1 dicembre 2009

ALEX

Alex era un bellissimo ragazzo...non solo nel vero senso del termine...
Era giovanissimo e combattivo.
Uno con gli attributi, come si usa dire oggi.
Ce l'ha proprio messa tutta...
Ma a volte non basta, sapete?
A volte non basta tirare fuori gli attributi e lottare e reagire e farsi forza e non frignare ed essere fiduciosi e sperare ed aggrapparsi a tutto....
Siamo a scadenza come gli yogurt, amo ripetere....
Ma c'è chi, ingiustamente, scade prima della data indicata sul coperchio...
E stasera mi girano le eliche, per questo motivo....
Non c'è nessuna consolazione per me e per quelli che non credono alla storia del paradiso e della vita dopo la morte.
E' una bella risorsa alla quale attingere in momenti come questi.
A me viene solo na grande incazzatura, che non so nemmeno da che parte indirizzare.
La stessa che sviluppo quando vado in Ematologia e vedo ragazzi giovani che invece di andare in disco o in giro a cazzeggiare o a studiare, a crescere, a viaggiare, sono stesi su una poltrona con un catetere venoso centrale infilato nel collo.
E non c'è verso per un'atea come me di farmi passare sta incazzatura!
Se solo la fede la vendessero in qualche centro commerciale..all'iperfamila, alla grande mela... Riuscirei a sopportare ingiustizie e dolori, mangierei merda nella speranza che un giorno saremo premiati ed andremo tutti in paradiso!
Rivedrei mio fratello Cioci, mia mamma e tutti quelli che conoscevo e che sono morti.
E siccome se uno “SOFFRE” va più in alto in paradiso, io starei un gradino sopra qualche mia amica e potrei guardarla dall'alto in basso e vantarmi pure..
Sarei più “Santa”..
E invece sono solo più “incazzata”...
E pure “peccatrice” perchè dico un sacco di parolacce...
E' che scaturiscono direttamente dalla mia anima nera.
Non dal liquore che piace alla Susi e che sa di liquirizia...
Anzi, adesso che ci penso, stasera è la sera giusta per berne un goccetto..
od una caraffa!
Mah


ps: Beatleukemia.... era lui che se ne occupava in Italia...
lo conoscevano e lo amavano in tanti....malati, medici e non solo...
in un certo senso, non morirà mai...forse però è poco per i familiari...

lunedì 23 novembre 2009

INFO

Scusate non vorrei che qualcuno si agitasse.....
è che sono di corsaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...............
e mi manca la connessione in rete a casa........
avete già fatto l'albero?
comperato il pandoro?
che palle!
io sono a dieta!
Il dottore quello figo, mi ha visto ingrassata e mi ha messo a dieta!
E mi ha detto che per dimagrire devo tenere la bocca chiusa!
Bravo!
E come faccio a sparare la solita raffica di cazzate?
E poi io HO FAME!
Ho voglia di polenta e soppressa!
Quella con l'aglio!
Come si fa a togliere il pane di bocca a na povera moribonda?
Mah!

ps: ho già perso tre chili!
l'11 dicembre, quando torno in ematologia per il controllo, "devo" andarci con il completo Sinequanone taglia 42!
Insomma, spero di entrarci!
Mancano ancora tre chili!
Ma il dottor figo, un piattino di cazzi suoi, no?

ps: Laura, sei veramente una supergnocca, ed è stato un piacere vedervi!
Ma che bel bambino hai..ed anche il marito si mantiene bene!
Io, visto l'andazzo, se fossi al posto tuo penserei seriamente a fare una femminuccia...
Sai che bella che verrebbe?
Se fossi gay, ti farei il filo....
tutti in fondo un pò lo siamo...
sei proprio il mio tipo di donna!
Moracciona che non sei altro!
ciao!

giovedì 29 ottobre 2009

LA DOSE GIUSTA

Sono fatta!
Chi scrive questo post non è la solita Annamaria, ma una persona diversa.
Trovo interessante scrivere qualcosa mentre sono in bilico tra la normalità (se di normalità si può intendere parlando di me medesima) e la demenza post traumatica menopausale-cancerogena.
Insomma, stamattina devo avere preso una dose doppia, ovviamente per errore, della pastiglia contro le neuropatie.
Non so se mi siano passate le neuropatie, perché la cosa non mi interessa.
Sono infatti troppo occupata a cercare di restare sveglia tanto che oggi non ho nemmeno preso nessun farmaco antidolorifico aggiuntivo.
E’ difficile descrivere il mio stato fisico mentale, ma cercherò di farlo così quando mi sarà passato, potrò segnalarlo come effetto collaterale da sovradosaggio.
Ho dormito a diverse riprese fino alle ore 17.
Con il televisore acceso e la Balivo che parla di sottofondo.
Ricordo che ho visto il mio programma preferito e cioè “La prova del cuoco”, anche se non riuscirei a cucinare nulla di quello che hanno fatto (non è che quando sono "normale" ci riesca...però in teoria ho imparato delle cose interessanti da fare con le uova e la farina, roba da non credere....).
Adesso mi sento sospesa per aria.
La testa è leggera e pesante al tempo stesso.
Mi sembra che il cervello voglia uscire dalla calotta, e galleggiare per la stanza.
Invece deve restare al suo posto, perbacco!
Sono stanca e mi sdraierei per terra a dormire.
Sul pavimento di legno si dormirebbe benissimo!
Capisco tutto quello che succede intorno ma lo percepisco come un film, con attori che recitano una parte.
Se la vita quando non sono “fatta”, in se mi sembra assurda e senza senso, oggi mi appare veramente "ridicola".
Ma cosa facciamo tutti quanti?
Sempre di corsa ed incazzati?
Non sono ubriaca, ma mi sento sospesa per aria.
Come se avessi bevuto un bicchierino di malvasia delle Lipari!
MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
Che buono!
Mi sento Leggera..........
Leggera…
Leggera…
Leggera…
Come se avessi già recuperato il peso forma!
E invece son ancora in dieta!
Che palle!
La dieta!
Ma perchè non possiamo mangiare quello che ci pare, senza metterlo attorno al giro vita?
Perchè non bruciamo tutto quello che mangiamo, senza dover correre le mille miglia arrotolati nel domopac per sudare meglio?
Non è che ad essere “fatta” si stia male.
Ma neanche propriamente bene.
Mi sembra di girare con una telecamera al posto della testa e vedere tutto come “distaccato”.
Volevo fissare stè sensazioni e raccomandare a tutti di non superare mai la dose raccomandata dei farmaci.
E di stare attenti perché con l’abitudine può capitare, come è capitato oggi a me, di pigliare na dose doppia.
E di essere rincoglioniti.
Ecco, questa è la parola giusta: sono RINCOGLIONITA.
Diciamo, più del solito.
E leggermente assente.
Però se mi guardo allo specchio mi riconosco!
Vuol dire che ci sono ancora!
Un tantino “borderline”.
Un sacco semolotta.
Mah

ps:senza dolori.............vedi che la dose doppia a qualcosa è servita!
Ma domani starò attenta!
meglio un pò di mal di schiena che sta sensazione di ondeggiamento!
Altrimenti mi viene il mal di mare!

psps: Traqui! Oggi sono tornata "normale"!
Si fa per dire....
Mah

martedì 20 ottobre 2009

VORREI

Vorrei potere fare dei progetti per il futuro.
Vorrei arrivare a settant’ anni ed andare al parco a dare da mangiare ai piccioni.
Vorrei rilassarmi e non essere sempre in tensione.
Il cancro è fermo.
Sono due anni che non si muove.
Forse lo abbiamo stufato con le cure.
Forse i miei linfociti impazziti sono rinsaviti.
Si sono consultati con i globuli bianchi e con quelli rossi.
Si saranno domandati: “Ma perché?”.
Perchè?
Perchè?
Perchè?
Ed è quello che mi sono sempre domandata io, da quando ho appreso di avere il MIELOMA MULTIPLO.
Cosa ho fatto di male per meritarmi tutto questo?
Ho anche smesso di fumare vent’anni fa!
Non ho mai bevuto.
Sono sempre perennemente a dieta.
Pochi grassi e tanta verdura, dell’orto, senza concimi chimici.
Ecco!
Poca attività fisica!
Che sia per quello?
Lo sapevo!
Dovevo iscrivermi al corso di karatè!
Al limite a quello di nuoto.
Di salsa meringhe.
O correre.
Correre lontano.
Correre, correre, lontano lontano.
Lontano dai linfociti impazziti!
Se correvo mica mi prendevano.
Sti stronzi.
Mah!

martedì 13 ottobre 2009

IL GIRO DI BOA

Così è finalmente giunto il giorno.
Otto ottobre 2009.
Cinquanta fottutissimi anni.
Un mieloma multiplo.
Un marito.
Na casa.
Un ufficio col mutuo.
Na bella macchina rossa.
Tre gatti.
E tanta voglia di arrivare a sessanta.
Per vedere la faccia di culo che mi ritroverò.
Intanto la bestia è ferma.
Oramai sono due anni.
Ieri il medico mi ha detto che possiamo diradare gli incontri.
Ha detto che sono un CASO STRANO.
Non mi sono meravigliata.
Ero sorda ed ora ci sento.
Vuoi vedere che mi ricresce l’osso sacro?
Mah!

lunedì 28 settembre 2009

MAGGIOLINO, QUEL PICCOLO GRANDE GATTO


Chi non ha mai avuto e non ha un animale in casa, non sa cosa si perde!
E’ un discorso da me affrontato più volte quello della PET TERAPY.
Funziona benissimo con una malata di CANCRO come me, figuriamoci cosa può fare con una persona sana.
Io ci tengo in ogni caso a sottolineare che non mi considero certo una “POVERINA”, perché gravemente malata ed irrimediabilmente lesionata nella schiena.
Io sono STRAFELICE di esserci e di partecipare!
L’ho detto anche ieri sera alla signora Clara, che rivolgendosi a me mi ha chiamata con tale deviata definizione.
E’ vero, sono un po’ sfigata, ci sono anche quelli che hanno 49 anni e stanno benissimo.
Hanno ancora la madre, il fratello ed hanno dei figli belli e studiosi.
Io non ho niente di tutto ciò, tuttavia….
Ho ad esempio MAGGIOLINO!
Che è un’inesauribile fonte di pelose sorprese!

L’altro giorno ero nel cortile dell’appartamento di mio papi e stavo spupazzando l’animale che se ne stava spaparazzato su una sedia a dormire.
Devo dire che Maggiolino apprezza molto le carezze e le cerca, avvicinando il muso alla mano, in una sorta di auto carezza.
Ad intervalli emette una specie di belato, segno che apprezza e desidera che le coccole continuino ancora per un po’.
All’improvviso, come una scheggia si è precipitato verso la rete divisoria del cortile di mio papi, con quello del vicino, proprietario di un grosso cane (una specie di incrocio tra un lupi ed un “Lessie”) di nome Wolf.
Sto cane è arrivato all’improvviso abbaiando verso la rete e Maggiolino, anziché fuggire, come ogni gatto sano di mente avrebbe fatto, gli si è scagliato contro, facendo dei salti per arrivare alla sua boccaccia, con il chiaro intento di cavargli un pezzo a caso con le unghie.
Una scena allucinante che ho seguito a bocca aperta: sto gattino tutto gonfio che saltava con le unghie fuori e tentava di artigliare, attraverso i fori romboidali della rete, il povero Wolf, che si limitava a ringhiare ed abbaiare, iniziando lentamente ad allontanarsi.
Insomma, come Sansone e Golia, il mio piccolo EROE PELOSO, ha voluto dimostrare come gli italiani ci tengano alla proprietà privata.
Mi ha fatto vedere come sia importante essere coraggiosi, al di la della posizione che si riveste nella società!
E’ una cosa che spesso dimentico.
Non importano i risultati ma importa METTERCELA TUTTA.
Io sto combattendo na battaglia con il CANCRO.
Magari vincerà lui, ma qualche zampata gliela darò anch’io.
E la lotta contro la malattia, si combatte ogni giorno facendo sentire la propria voce alla SANITA’, facendo valere i propri diritti, denunciando soprusi e favoritismi, aiutando le persone che se la fanno sotto, graffiando quelli che cercano di pestarci addosso, quelli che ci credono degli UNTORI, che si toccano quando ci vedono, che cercano la nostra compagnia solo per compiere una “buona azione” cristiana, contro quei vigliacchi che ci voltano le spalle perché, in quanto malati, non siamo più in grado di “produrre” quello che producevamo prima e pertanto non serviamo più a nulla.
La mia lotta come MALATA DI CANCRO è molto dura.
Ma non è la malattia la mia nemica!
E’ l’IGNORANZA, il vero “CANCRO” che mi sta uccidendo ed insieme a me altre mille e mille persone.
E’ l’INDIFFERENZA delle istituzioni, che fa di tutto per complicarmi le cose.
E’ la CATTIVERIA delle persone che si allontanano da te perché ricordi loro la sacrosanta verità e cioè che siamo, come lo yogurt, a “scadenza”.
Nessuno parla mai della MORTE.
Io ci penso sempre da quando ho saputo che sono malata.
Non mi fa certo paura morire.
Mi fa paura solo vivere male e rimanere da sola.
Mi fa tristezza pensare che il mio transito non sia servito a nulla.
Spero che con la creazione di questo BLOG, raccontando la mia personale esperienza e di vita e di morte, qualche persona malata trovi il coraggio, come lo sto trovando io, di fare come MAGGIOLINO, un bel salto davanti ai soprusi, alla ricerca della dignità perduta.
Io il fondo, grazie alla malasanità, l’ho già toccato.
Adesso vedo una bella strada spianata che mi aspetta.
Lo so che sono solo parole, ma chi mi conosce di persona sa che ce la metto tutta per passare ai fatti.
E quando avrò capito TUTTI I SACROSANTI DIRITTI DEI MALATI DI CANCRO, sulla base della nostra legislazione, aprirò un altro BLOG, all’uopo allestito.
Perché la vita, quel che di essa ci rimane, sia lieve.
Olè!

Ps: TUNNEL CARPALE missione compiuta! Dalla stessa notte dell’intervento non ho avuto più alcun dolore (dolore intenso al mattino alla mano accompagnato da parestesie e formicolii, riduzione della motilità delle dita, gonfiore ecc. ecc.).E’ un intervento velocissimo in anestesia locale che dura cinque minuti ed è risolutivo al 100%!
Non vedo l’ora che mi facciano anche la mano sinistra.
Sono passati 15 giorni e muovo la mano benissimo!
Ciao

PSps: lo sapete che i malati di CANCRO, hanno diritto ad entrare gratis od avere una riduzione sensibile del biglietto di accesso agli spettacoli teatrali e cinematografici?
Poca gente malata lo sa…..

lunedì 14 settembre 2009

IO PUNTO TUTTO SUGLI ACCESSORI

E’ l’ultimo post che scriverò per un po’.
Pertanto deve servire come minimo per inizio autunno 2009, principio inverno 2010.
E’ da un po’ che ci penso ed ho già iniziato a stressare a iosa Giggino.
E’ che mi è venuta in mente un’idea per superare la recessione senza intristirmi e sbavare dall’invidia.
Si sa che quando gli euri scarseggiano, bisogna “tirare la cinghia”.
Ed una delle cose che si eliminano per prime sono, sigh, gli shopping compulsivi negli ipermercati (o almeno io ci provo….è che sono demotivata…per via del cancro…ovvio…ma se non muoio subito…insomma, cazzo, mica posso dilapidare tutto il patrimonio (?) di famiglia…e Giggino poi con che campa…siccome il dottore mi ha detto che subitissimo non muoio….devo rivedere le mie priorità…uffa….)
Ma siccome si avvicina la nuova stagione……
Insomma….
Come facciamo senza assaporare il piacere di dilapidare il denaro in una bella maglia di puro cachemir?
Come si fa a resistere a non acquistare un bel cappottino bon ton, avvitato in vita? (dicono così, sui giornali di moda, manco fosse na brugola!)
Come resistere a non acquistare una scarpa con plateau come quelle che ci sbattono sotto il naso i giornali?
O come resistere a non acquistare un borsa “Birchin” di Hermes che la moglie di plastica di Bekman ne ha una raccolta intera…li mortacci sui, io nemmeno na foto…?
Insomma, cosa fare per non sentirsi delle povere pitocche?
Pensa che ti ripensa, mi è venuta una stupenda idea!
MA BASTA PUNTARE TUTTO SUGLI ACCESSORI!
E che cazzo, ci voleva tanto?
Basta andare da “Bigiù brigitte” ed acquistare un catena simil-Chanel a 14 euri!
Od una foulard un puro poliestere ma con sfumature viola, lilla e fuxia, da sbattere sulla spalla per illuminare il viso a dieci euri e dai cinesi anche a tre!
Oppure andare da H & M ed acquistare per tre euri un bracciale con tanti simil-Swarovski, da portare con nonchalance su un tubino nero o da far tintinnare quando non si ha nulla da dire in proposito!
Oppure un paio di occhiali con montatura in pura plastica anni ’50, con stanghette in acciaio lavorato e tempestate di brillantini, costo € 7,50 circa, sempre da H & M!
O puntare tutto su un paio di conturbanti autoreggenti a rete nere (o se siete fortunate “pie de pull” come le ho trovate io ad un euro!) sempre da portare con un abitino che “scivola” sul corpo, senza segnarlo troppo (io ho trovato un abitino nero fantastico da ZARA ma anche uno da H & M, sotto i trenta euri, ma ho avuto “CULO” e ho trovato un coso sempre nero, meraviglioso, al mercato del costo nientepopodimenochè di quattro miserabili euri, ed è favoloso!).
Sopra, una stola di lana, anche una mantella, da buttare sulle spalle quando fa freddo.
E non dimenticate che il blu è il nuovo nero!
E “sfina” come il nero ma senza farvi sembrare un becchino o un pennarello!
Se fa troppa “Prima comunione” virate sul bluette o sdrammatizzate l’insieme con una collana color silver!
Poi non devono mancare gli orecchini, magari esagerati, (io me li faccio da sola, ci sono le pinzette apposite e vendono le perline eccetera eccetera! Tutte le donne in menopausa si dedicano a tale attività, assieme al decupage, forse è una questione prettamente ormonale! Mah)
La bigiotteria esagerata (tipo lampadario di Murano) la trovi ovunque, specialmente dai cinesi al mercato dello Stadio (tutti i sabato a Verona dalle otto alle tredici o dalle vostre pari ad orari che non so) ma anche da Conbipel.
Con tale escamotage, distogli l’attenzione di chi ti punta, coinvogliandola sugli orecchini piuttosto che sulla collana o sulla spilla magari vintage (pappagalli o ape maia vanno pure bene) ed il cappottino in lana cotta che è diventata stacotta, passa in secondo o terzo piano.
Anche il cappello ti fa fare la sua porca figura!
Puoi acquistare un cappello tipo panama da venti euri massimo, nero o grigio che sta con tutto, e calartelo sulla testa (magari quando hai i calamari sotto gli occhi o le palle girate).
Assumi subito un’aria misteriosa (e, a meno che non ci siano dei carabinieri ed un posto di blocco, la cosa funziona sempre) e fascinosa.
Il cappello è un accessorio importane che non costa molto e che ha anche una funzione di “piastra” sul capello, che va portato rigorosamente liscio in tale frangente (rischio palle girate per schiacciamento dei boccoli sulla testa).
Anche una bella patacca di anello aiuta molto.
Se non vi potete permettere il “brillo” da du chili della Gregoracci (che per contro si deve spupazzare coso…. non mi ricordo il nome ma la faccia da geometra si!), trovate degli anelli in giro molto vistosi che potete menare sotto il naso del vostro interlocutore, mandandolo in visibilio.
Le calze costano poco e sono molto importanti.
Io consiglio alle donne di portare la gonna anche d’inverno, con delle colorate calze coprenti e degli stivali a metà polpaccio (che sono più belli, per me ovvio, perchè si vede un tocco di gamba.
A me le gonne piacciono molto, magari con un piccolo spacco.
Basta una gonna liscia nera attillata, ed è subito festa! (altro che pandoro!)
Insomma, se avete un culone, puntante su una gonna meno stretta ed attillata ma più frusciante, che scivoli come un’anguilla sui vostri fianchi.
Rigorosamente al ginocchio od al massimo cinque centimetri sopra esso (se ve lo sentite “vostro”) se avete superato i quaranta.
Sarebbe meglio al ginocchio o cinque centimetri sotto (UFFA) se state arrivando precipitosamente (come me l’8 ottobre !) ai cinquanta!
Se vi sembra giusto il contrario, pensate a quanto “fine” è con la mini la Trump! (e che è la Trump), così vi date subito na regolata.
Lo so, è difficile accettare che il tempo passi…
Vorremmo sempre essere giovanili…o giovani…
A me gli uomini con la camicia aperta davanti e la catena oro arrotolata sui peli imbiancati ed i jeans vita bassa con mutanda in vista, fanno pena (non mi piacciono a 20 anni….figuriamoci quando sono in andropausa).
Noi donne attempate con la mini, la faremmo a loro (pena, intendo).
Ed anche le poppe in vista…
Specialmente quelle di gomma.
Ma copriamole con na bella maglia aderente se vogliamo a tutti i costi far vedere l’investimento.
Ste mammelle cadenti o ste poppe rotonde come le boccia di bowling, messe in mostra, e posizionate su un busto incartapecorito, a me fanno tanta ma tanta tristezza….
E’ una questione di buon gusto.
Poi ovviamente, è giusto che ognuno faccia quel cazzo che gli pare!
Io esprimo solo il mio parere.
E non sono certo una che segue la moda alla lettera o una bacchettona.
La moda è dentro di noi.
E’ lo specchio del nostro tempo.
Essa si concretizza nel modo di vestire, di arredare la casa, nell’arte, nel costume, nel modo di pensare….
Si evolve e cambia col passare degli anni e con le nuove scoperte in campo di materiali.
Ma è sempre questione di armonia, di forme e di colori.
Da come una persona si veste, si pettina, si muove, parla, da come sceglie l’arredamento per la casa, da come sceglie i colori che la circondano, si intuiscono un sacco di cose.
Noi crediamo di essere “superiori” e di non seguire la moda…
Ma, purtroppo, siamo tutte pecore che seguono il gregge, che ci piaccia o no.
Qualcuna oggi dice che non metterà mai e poi mai le spalle imbottite come negli anni 80?
Scommettiamo che invece ce le metteremmo tutte e che, cosa ancor peggiore, ci piaceranno un sacco?
Ci guidano dove vogliono.
Tutte ci facevamo la permanente.
Ora le parrucchiere nemmeno sanno farla.
Tutte volevamo avere le tette piccole.
Ora tutte vogliono avere due grosse boccie.
In tempo di recessione, ci si intristisce.
Si hanno meno opportunità.
Si rimane più in casa.
Si punta pertanto di più “SUGLI ACCESSORI!”.
Giggino, in particolare, come uomo e come marito mio, ha detto che se vado avanti così ancora per tanto (intende con sto mantra “PUNTOTUTTOSUGLIACCESSORIPUNTOTUTTOSUGLIACCESSORIPUNTOTUTTOSUGLIACCESSORI”, anche lui PUNTERA’ tutto, ma solo su un piccolo accessorio: un martello color silver, che mi fracasserà sulla crapa, coperta dal cappello spina di pesce ad ala diritta.
Che uomo poco dinamico!
Non capisce la mia “proiezione” fuori dalla crisi!
Mah

Ps: per accessori misti:
mercato stadio banchetto 107 (Sinequanone) e cinesi vari (attenzione che hanno taroccato anche Desigual, zio billi!); Zara (che fa tutto o quasi in Cina); H & M (pure); Accesorsize; Bigiù Brigitte; Conbipel (Cina); la moglie di Beckman; sua zia in carriola (nuova griffe vintage che mi inventerò io ed il negozio è a casa mia, nel guardaroba, un tripudio di accessori misti, e vi offro anche il caffè, altro che balle!).
Per uscire meglio dalla crisi: più coccole; la compagnia di un gatto; di un libro; di un compagno; i telefilm di Montalbano; nà pizza surgelata; la musica…TUTTA.

Ciao e...a presto....
intanto seguite i miei buoni consigli e fatemi sapere per le ricerche del punto G! Grazie!

venerdì 11 settembre 2009

SENZA TITOLO

Per un po’ di tempo rimarrò assente per causa di forza maggiore.
Finalmente martedì mi operano dal “tunnel carpale”.
E’ tanto per non farsi nulla mancare!
Ma cosa volete che sia un “tunnel carpale” confronto l’eternità?
NULLA.
Però fa male!
Altro che balle!
Comunque per un mese (mano destra) ed un mese (mano sinistra) in teoria risulterà difficoltoso interagire con la tastiera ed il mouse, visto che mi bloccheranno, a turno, le mani.
Il problema VERO è che NON MI BLOCCHERANNO LA BOCCA!
Povero Giggino!
E non potrò guidare!
Povero Giggino!
E come farò ad andare a fare shopping?
Povero Giggino!
Due mesi senza mercato?
Povero Giggino!
E che cazzo, lo sapeva che croce si accollava quando mi ha sposato!
Vi assicuro che mi ero già mostrata nella pienezza della mia scemenza.
E lui ha insistito.
Ed allora che si attacchi!
O no?
Mah

Ps: a proposito del punto G, mi toccherà, per causa di forza maggiore, interrompere le ricerche. Dalle ultime notizie che ho appreso su tale profondo argomento, pare che sia stato rilevato un punto G, dietro il ginocchio.
Insomma, se lo si trova, sembra che si raggiunga l’apice paradisiaco del piacere con il suo semplice sfregamento.
Dietro al ginocchio.
Adesso che ci penso… nà volta, mentre mi stavo spalmando la crema autoabbronzante sulle gambe….credevo mi si fosse abbassata di colpo la glicemia….e se invece fosse stato?
Mah

lunedì 31 agosto 2009

IL PUNTO G

Tutti ne parlano.
O meglio, “tutte" ne parlano!
Sui giornali almeno.
E poi anche la mia amica Ari ed io.
Nessuna delle due lo ha trovato.
Lo abbiamo cercato.
Mica tanto, a dire il vero, ma un pò si.
Insomma,esiste una qualchecazzo di persona che ha trovato sto benedetto PUNTO G?
Qualcuna che ci può descrivere la mappa per trovare il nostro?
Quello della mia amica Ari ed io?
AIUTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Voglio il mio PUNTO G!
Mah!

Ps: come ho detto alla mia amica Ari, almeno io ho trovato il mio punto G-rande Mela.
E’ un "punto" vendita, un centro commerciale dove trovi tutto.
Tutto tranne il punto G.
Che palle!
Me gli uomini non hanno un loro punto G?
Stasera perlustro Giggino.
Sarà una specie di bottone, immagino.
Che quando lo schiacci……………………
Ma sarà mica il mio punto G - igi?
A proposito….la pubblicità del famoso GEL…..
Secondo me è ingannevole..
Promette, promette..
Ma un detergente aromatizzato alla menta, è più efficace, a mio avviso.
E non costa 25 euri.
Insomma…
Era per non parlar sempre di CANCRO.
Du palle!

lunedì 24 agosto 2009

LA SIGNORA ACIDINA

La signora acidina l’ho già incontrata altre volte in ospedale.
Frequentando il DH da due anni è inevitabile rivedere sempre le stesse facce.
Una cosa comincia ad infastidirmi molto: il dovere sentirmi IN COLPA per il fatto di non essere ancora ridotta un catorcio!
Quando vado alle visite mensili, scelgo accuratamente il look a partire da qualche giorno prima.
Cerco dei vestiti comodi, visto che starò sdraiata su di una poltrona (se è libera! perbacco) e consoni all’ambiente ospedaliero, ma sicuramente lontani dal pigiama.
Mica devo rimanere ricoverata anche la notte!
E cerco anche di non andare troppo scollata o con i galloni al vento, che non è proprio il caso, visto che mi trovo in un ospedale, e visto che oramai ho “levato il boio” avendo raggiunto i 49 anni di età.
Non essendo ancora in uno stadio terminale della malattia ed essendo ancora capace di intendere e di volere, ci tengo a mostrarmi al meglio a medici ed alle gentili infermiere che mi curano.
Ma sicuramente curo il mio aspetto soprattutto per me!
Sono una persona di 49 anni, mai stata particolarmente “figona”.
Ora che sto male poi!
Per non sembrare proprio un “cesso” e per non sentirmi ancora più malata, ben vengano leggins sotto il ginocchio ed abiti o casacche sotto il sedere, a mascherare il mio povero lato B collassato.
E sandalini bassi comodi, ma colorati.
E capelli freschi di shampoo e trucco leggero ma sempre presente, visto che non ho una bella pelle di pesca come certe ragazze ventenni.
Mi piace che le infermiere che mi conoscono e che all’inizio mi hanno vista arrivare lunga distesa in ambulanza, ora mi vedano arrivare che cammino sui miei piedi, con sandali di vernice, gambe abbronzate (ho fatto un abbonamento in un centro estetico ed uso una buona crema autoabbronzante con effetto gambe veramente nere e lisce) e dieci sudati chili in meno!
Senza più la faccia “di luna” gonfia a causa degli steroidi.
Mi fanno sempre dei complementi sul mio “sano” aspetto ed io sono molto felice.
La ciliegina sulla torta arriva quando anche i medici mi guardano con soddisfazione, ricordando come ero ridotta nell’agosto del 2007.
Ora la situazione è “stazionaria”; questo significa che il cancro è fermo ma purtroppo la grave lesione alla spina dorsale risulta non curabile.
Ho un’invalidità del 100%, supportata da tutta una serie di accertamenti clinici.
MA MICA POSSO GIRARE CON LA MIA SCINTIGRAFIA OSSEA APPESA AL COLLO!
Insomma, sono molto stanca delle persone IDIOTE che incontro e che “INSINUANO” che io non sia poi così gravemente malata!
L’ultima l’ho incontrata venerdì in ospedale.
La signora acidina, più anziana di me di una decina di anni, mi ha detto “Lei avrà anche mal di schiena ma comunque, (ammiccando in direzione delle mie gambe abbronzatissime) vedo che ciò non le ha impedito di andare al mare!”.
Vi rendete conto?
Io ho risposto alla signora acidina che a dire il vero non ci ho mai nemmeno messo dentro il piede, nel mare, e che la mia abbronzatura è completamente artificiale.
Con 45 euro si fa un abbonamento e ci si stende comodamente (in piedi non resisterei a fare la doccia) nel lettino solare e ci si abbronza.
La crema della "Dove" leggermente autoabbronzante ha fatto il resto.
Insomma, ancora una volta ho dovuto “giustificare” il mio aspetto fisico apparentemente “SANO” ad una paziente come me, ma un tantino stronzetta.
Prima di giudicare ed aprire la boccaccia bisogna sintonizzare il cervello.
Non tutti i malati di CANCRO perdono brandelli di carne e sono in disfacimento.
Vi assicuro che, lasciandosi andare, ci vuole poco a sembrare malati.
Mi verrebbe voglia di andare in ospedale col pigiama stropicciato ed i capelli arruffati.
Senza un filo di trucco e senza essermi lavata da tre giorni.
Magari senza aver preso i miei preziosi antidolorifici e l’antidepressivo urlando ed imprecando dal male.
Forse qualche vecchia megera acidina sarebbe soddisfatta.
Ma non lo sarei io.
E nemmeno il medico che mi cura.
Sempre molto gentile e contento di vedermi felice, profumata e curata.
Nonostante il CANCRO.
Nonostante le stronze acidine che incontro in giro per il mondo.
Olè


ps: ci tengo a precisare che il giorno che andrò in ospedale senza trucco, con i capelli unti e col pigiama, probabilmente sarà l'ultimo giorno della mia vita.
Ma credo che Giggino, sarbbe intervenuto prima, chiamando urgentemente l'ambulanza.
Anche quando ero inferma e la facevo nella padella, mi lavavo e mi truccavo.
Non per "ingannare" qualcuno col mio aspetto, ma per un mio stato mentale e psichico che aborrisce il lasciarsi andare.
Una volta ho incontrato una signora che aspettava la biopsia al fegato.
Aveva un cancro al fegato.
Io le ho detto che lo portava bene.
Lei mi ha detto "Anche lei!".
E poi ha aggiunto: "Siamo gravemente malate! Almeno non si vede, ed è già qualcosa!".
Per me è molto.
Altro che balle!
psps: N'antra de bone mi ha detto "Ma il sole non le farà male?"
"Nà mazzata in testa, quella si che fa male, mia cara!"
Che volete mi freghi adesso degli ipotetici futuri danni del sole?
Che mi venga l'osteoporosi?
Che me venga n'antro cancro?
Ma va là, sioccolina!
va là...corri...
Là...molto distante....
molto distante da me....
e mi raccomando...
fatti un bel te verde ed un minestrone di aloe...
che te fa ben alla salute...
e mi...
lassame morir in pace.

venerdì 7 agosto 2009

ZIO BILLI

Oggi ho litigato con TUTTI.
Si diventa PESANTI quando si ha un CANCRO.
Gli altri si stufano, non ce la fanno a starti dietro.
Io vorrei vivere al cubo.
Vorrei parlare al quadrato.
Vorrei, vorrei, vorrei, vorrei…
Vorrei una schiena nuova..
Mi basterebbe solo un pezzo.
Mi accontento dell’osso sacro, nuovo.
Vorrei chinarmi a raccogliere tutti i peli di tutti i gatti..
Vorrei pulire tutti gli angoli di tutte le cucine..
Vorrei potermi chinare come una volta, senza sentire dolore.
Raccogliere i “paciughi” che ci sono in giro.
E’ una lotta contro la forza di gravità, che tira tutto verso il basso (compreso culo e zinnie).
Vorrei non dover chiedere AIUTO a nessuno.
Essere indipendente.
Non diventare un PESO.
Ed invece..
Mi tocca chiedere, per favore…
Chiedere, chiedere, chiedere, chiedere, chiedere…
Gli altri non capiscono.
Non possono capire.
Per fortuna.
Quando sarà tutto finito, io non sentirò più ALIEN che mi tacchina…
Si dovrà fare una festa, come fanno in America.
Giggino dovrà cucinare testaroli al pesto.
E festeggiare, per favore, la fine delle mie tribolazioni terrene.
Così come vengono chiamate dai cristiani.
Intanto cerco di vivere.
E’ difficile perché tutto mi cade e mi fa male chinarmi.
Si vede che è il mio destino, finire piegata a 90 gradi.
O sono 45?
Mah

venerdì 31 luglio 2009

LA FELICITA' DELLE PICCOLE COSE

In questo ultimo periodo, sto godendo appieno di alcune piccole grandi cose della vita, azioni che prima facevo soprapensiero, con leggerezza, senza consapevolezza.
Non vorrei scrivere un post che sembri un “Inno alla vita” del tipo San Francesco nel bosco circondato dai cardellini!
Però un po’ è quello il senso che voglio dare a queste righe.
Vorrei poter trasmettere la voglia che ho di assaporare alcune cose semplici i della vita.
E’ quando pensi spesso alla Morte che arrivi a queste conclusioni.
Della morte a dire il vero, poco mi frega.
Mi interessa solo vivere degnamente e senza dolore fisico.
Non mi importa QUANTO.
Mi importa COME.
COME adesso, mi andrebbe benissimo.
Come adesso, alle ore 14:43 di un venerdì pomeriggio di agosto.
Seduta alla scrivania, con il portatile davanti, senza scarpe e con gli occhiali da vista bianchi e neri, comperati dai cinesi per tre euri.
Con la coca cola comperata alla Lidl, bella fresca, appena tolta dal frigo.
Ma che meraviglia, grattarsi il sotto dei piedi sul tappeto di cocco.
Bere una sorsata di coca fresca.
Dire due parole a Giggino, seduto nell’altra stanza che lavora.
Cosa poteri volere di più dalla vita?
Il CANCRO è sotto controllo ed il dolore, al momento, è sedato.
Per tirami su di morale, sono stata dalla Luisa a fare un lettino solare.
E’ come fare la risonanza magnetica.
Però esci che sembri appena tornata da una giornata di sole sul lago.
Non avrei il fiato di stare un giorno al sole!
Ma quindici minuti di lettino, quelli si, ci stanno tutti!
Ed adesso sono pronta ad incontrare la mia amica Cito, che non vedo da parecchi mesi.
Lei è stata al mare, a Viareggio ed ha preso il sole, quello vero!
Ma scommetto che sono più abbronzata io, e senza tribolazioni e spellature!
Chiedete al vostro medico, io l’ho fatto e mi ha detto che posso prendere il sole!
Era dal 24 maggio 2004 che non lo facevo.
Ero verde pistacchio.
Sulle gambe si intravvedevano le vene di colore violaceo.
Adesso sono scomparse, nascoste dal colore cioccolata che ho assunto.
Essere lampadata ha un effetto molto terapeutico sul mio umore!
Mi guardo allo specchio e vedo na donna platinata abbronzata…
Mi sembro la Versace…
Ho anche un ghigno che le somiglia!
Insomma, prendersi cura di quel che rimane del proprio corpo, è molto piacevole.
Mi sono applicata anche le unghie “franche manicure” ed ho delle mani molto schic.
Lo so, ci vuole poco a passare dallo schic al chic!
Ma chissenesbatte!
L’importante è sentirsi meglio!
Sono stata nell’ufficio di Max a bere un caffè.
Quattro chiacchiere con le ragazze, rigorosamente su argomenti soft, e sono tornata in ufficio col sorriso stampato sulla faccia.
C’è un venticello fuori che è na meraviglia.
Appoggiate al parapetto del poggiolo, ci siamo fatte accarezzare dal vento che ci ha scompigliato i capelli.
Il sole oggi è un po’ velato, ma è comunque una meravigliosa afosa giornata estiva.
Che meraviglia vedere la gente che passeggia con i pantaloncini corti e le ciabattine infradito!
Quanti galloni al vento!
Non ho mangiato nulla, ma quando arrivo a casa mi aspetta una fetta di anguria.
La frutta estiva è una cosa esagerata!
Meloni, pesche, fragole, ciliegie, albicocche, susine…..
Nell’orto quest’anno è già arrivata l’uva!
E poi ci sono le verdure, coltivate da mio Papi con la collaborazione, causa forza maggiore, di Giggino.
Zucchine, melanzane e pomodorini di tutte le misure!
Non so più da dove cominciare a mangiare.
Quando si mangia bisogna assaporare il cibo poco alla volta…
L’anguria io la mangio tagliata a tocchettini, sdraiata a letto.
Maggiolino di fianco, che ne vuole un pezzo.
Quando capisce di cosa si tratta, si sposta e si sdraia su un fianco.
Aspetta che io finisca di mangiare e che poi gli faccia un chilo di collole.
Nella camera, con le pareti color senape ed il soffitto bianco, io ci ho passato molto tempo.
Ma adesso la vedo in modo diverso.
E’ un locale dove io mi trovo bene.
Mi posso comodamente sdraiare, posso mangiare, leggere, disegnare, dormire.
Io in camera ci passo molto tempo e per tale motivo ho scelto di persona il colore delle pareti e l’arredamento.
E’ tutto perfetto, tutto al suo posto.
Dal letto posso vedere gli alberi ed il monti.
Ma quando posso esco, cammino.
Mi piace stare in mezzo alla gente ma sapere che, al bisogno, ho la mia camera che mi aspetta.
Come ieri, che sono stata tutto il pomeriggio con la mia amica Arianna in un centro commerciale, a guardare i saldi.
Ci siamo divertite a provare vestiti e confrontare prezzi e qualità.
Non abbiamo quasi comperato niente (a dire il vero, come al solito, io ho comperato un vestito e la mia amica nulla, io trovo SEMPRE qualcosa di interessante da comperare).
Sembravamo un po’ sperse, in mezzo a quel casino (a dire il vero, ci siamo proprio perse, in tangenziale! Abbiamo sbagliato strada e ci siamo trovate, per colpa mia, in autostrada! Insomma, abbiamo cambiato meta, anziché le Corti Venete, il Galassia…..proprio do deficienti…roba da matti….).
Ma sono riuscita a camminare quasi quanto lei, con qualche tappa su una panchina o al bar.
La sera l’ho chiamata e mi ha detto che anche lei era stanca.
Anche lei, senza essere malata di CANCRO, era stanca dopo un pomeriggio passato tra un negozio e l’altro, con l’aria condizionata in tilt.
Mi sono divertita molto.
Mi diverto con poco.
Veramente poco.
Addentare un panino croccante è meraviglioso.
Sdraiarsi sul letto dopo avere camminato è meraviglioso.
Chiacchierare con un’amica è meraviglioso.
Coccolare Maggiolino è meraviglioso.
Dormire e sognare è meraviglioso.
Pensare al domani è meraviglioso.
Sperare di invecchiare è meraviglioso.
Io vorrei avere davanti altri 100 anni, per potere fare tutto quello che ho in mente di fare.
Devo aiutare mio marito e finire alcune perizie, devo disegnare tante cose, devo fare il ritratto alla mia amica Citro, devo disegnare delle pelli per delle borse, devo viaggiare ed andare a New York, devo prendermi cura di mio padre e dei miei gatti, devo veder crescere le mie nipoti, devo indossare tutti i miei vestiti, devo vedere tutti i prossimi saldi, devo andare ancora una volta dentro il mare, devo vedere se riescono ad andare di nuovo sulla luna, devo vedere se è vero che nel 2012 c’è le fine del mondo, devo scoprire chi acquisterà la casa dei miei vicini, devo raccontarmi e farmi raccontare tutto dalle mie nuove amicizie, devo andare per funghi almeno ancora una volta, magari in piano, così non mi fa male la schiena, devo diventare vecchia con Giggino ed andare a vivere a Montereggio.
Svegliarmi tutte le mattine tra le lenzuola fresche nella nostra piccola cameretta, nel letto di ferro che ho dipinto nel 1993.
Andare tutte le mattine in piazza, a bere il caffè con il cornetto, e sedermi al bar a giocare a carte, a briscola, a scopa, a scala quaranta.
Spettegolare sugli ultimi avvenimenti.
Andare a fare na passeggiata tra i boschi di castani.
In mezzo alle ginestre ed alle farfalle.
Raccogliere lamponi e more.
In luglio aspettare la notte per vedere le lucciole.
Andare a ballare in tutte le sagre paesane.
Mangiare torta di porri e torta d’erbe tutte le sere.
Chiacchierare, seduta sulla panchina con le mie amiche mentre Giggino, un po’ in disparte, legge il giornale.
Già me la vedo, Citro seduta in disparte un po’ impettita, perché vuol sempre aver ragione.
Sua sorella Mary, che sorride beata guardando la luna, inseguendo chissà quale pensiero.
Cri, che ci racconta del suo "meraviglioso" ultimo viaggio.
Ed io, seduta in mezzo con i capelli bianchi a caschetto che aspetto il momento buono per intervenire e, finalmente, dire la mia opinione sull’argomento in questione.
Non importa quale esso sia.
Una vecchiaia serena nel piccolo paese dove Giggino è cresciuto.
Nello stesso paese dove andremo stasera.
Già assaporo il momento in cui vedrò la Citro!
Spero, finalmente, di vederla con i capelli “piastrati” e non con il solito look “spettinato/riccio/crespo” della serie tantosonbellastessoechisenesbatte!”.
E la Mary, anche lei non ricordo da quanto tempo non la vedo.
Dopo un mese passato al mare, con la mamma Silvana ed il figlio Jacopo, sarà cotta, in tutti i sensi!
Invece Crì, che ho incontrato anche quindici giorni orsono, certamente avrà in serbo qualcosa di meraviglioso da raccontarci!
Ed io certamente mi rigenererò in mezzo al casino che faranno, e cercherò di immagazzinare sensazioni da rispolverare nei momenti bui che mi aspetteranno.
Il CANCRO sembra così lontano.
Quasi una cosa inventata.
Ma veramente io sono così malata?
Veramente ho una così grossa lesione alla spina dorsale?
A dire il vero in questo momento nemmeno me ne frega tanto.
Il CANCRO può attendere, fermo al suo posto.
A me, scusate, mi scappa tanto da vivere!
Ciao!

martedì 28 luglio 2009

IL CANCRO, L'ALOE, I FIORI DI BACH E PADREPIO

Quello della medicina alternativa era un argomento che dovevo, prima o poi, affrontare.
E’ che non avevo voglia di entrare in argomento perché mi ritornano in mente i suggerimenti di alcune persone e mi monta la carogna.
L’ultima, in ordine temporale, dopo avere saputo dalla mia boccaccia (mai dire a chi non conosci che sei seduta perchè hai un cancro e ti fa male la schiena!)che ho il CANCRO, mi si è parata davanti con le palle degli occhi fuori dalle orbite e mi ha detto: “Abbandona il protocollo di cura, smetti di curarti, ti stanno uccidendo come hanno fatto con mio marito” eccetera eccetera eccetera.
A dire il vero io non mi sono scomposta più di tanto.
Con una persona così io ci potrei tranquillamente fare a cazzotti.
Ma sarebbe come sparare sulla croce rossa od andare a rubare in chiesa.
Con una così potrei ripassare tutto il vocabolario più scurrile e blasfemo che tengo forzatamente compresso in un angolo del cervello.
Insomma mi veniva da ridere e non sapevo nemmeno da che parte incominciare per mandarla a fanculo.
Poi ho sorriso e le ho risposto: “Ma certo cara, abbandono tutte le cure, mi faccio un clistere di aloe, un minestrone di fiori di bach e mi caccio nel buco che ho nel culo (osso sacro) 30 gocce di R 14, prescrittemi dall’omeopata!".
Come mi ha fatto notare un altro demente venerdì mattina al mercato del saval, io dovrei fare un esame di coscienza e "meditare", perché il CANCRO l’ho chiamato sicuramente io a livello inconscio.
Il mio CANCRO potrebbe quindi essere il frutto di un conflitto irrisolto che io ho dalla nascita: l’invidia del pene di mio padre!
E siccome io non ho meditato sull’infinito dell’universo, il mio karma ha deciso di castigarmi facendomi un grosso buco in un osso.
La gelosia repressa nei confronti di mia madre, che in realtà a livello inconscio odiavo, mi ha fatto somatizzare l’evento traumatico che si è trasformato in un linfocita negativo, anche perché non apro mai la porta ai testimoni di geova.
Probabilmente le molestie sessuali subite in maternità quando sono nata, mi hanno portato ad essere una donna repressa che ha somatizzato la rabbia, sfociata in un plasmocitoma s1-s4.
Tale situazione, aggravata dal fatto che sono atea e non sono mai andata in chiesa a pregare Padrepio, mi ha portato alle attuali gravi condizioni fisiche, che in realtà sono più che altro gravi condizioni mentali.
Perché sono IO che voglio avere un cancro!
Ma certo!
Perbacco!
Che intuizione fantastica!
Intanto però vi prego, parenti, amici e conoscenti, cavatemi tutte ste persone dalle palle, prima che compia una strage (che potrebbe tra l'altro essere giustificata dall’abuso dell’uso di farmaci che mi stanno intossicando l’organismo, tutto per gonfiare le tasche delle case farmaceutiche e per dare lavoro alle ULSS ecc. ecc.)
Lo so, il CANCRO non esiste!
E’ tutto un MAGNA MAGNA, come diceva il Bussi.
L'ho visto l'altro giorno sul giornale.
Quasi non lo riconoscevo nella foto, con i capelli ed i denti!
Se invece di andare in ospedale fosse andato a Monterotondo, forse sarebbe ancora qua, a raccontarmi la storia della creazione del mondo!
Forse..



Ps: alla fine si è incazzato Gianni con sta persona…quella signora che voleva interrompessi le cure...
Stà demente che mi ha anche detto, guardandomi con aria furbetta, come di una che mi ha "colta in flagranza di reato" (o fragranza come dice il mastinomusolla): "tu sei arrabbiata....si lo vedo...sei proprio arrabbiata!".
E poi ha continuato chidendomi "Perchè sei arrabbiata? Perchè?"
"Zio Billi" le ho detto "sono incazzata perchè ho un CANCRO ed un male boia alla schiena", "scusa sai, se non lo fossi, probabilmente sarebbe per colpa di una metastasi al cervello!".
Non ho mica capito bene, secondo lei io "HO UN CANCRO E DOVREI ESSERE SERENA E NON INCAZZATA?"
"Porcaputtanatroiadiquellavaccamiserialadradisuanonnaincarriolaquellatroiadi
suaziaiononlovogliostocancrodemerdasonoincazzatacomeunaienaiovogliovivereestarebene
andaareingiroconmiomaritovederepostinuovicorrerescalareilmiontebiancoandareafunghinuotare
eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!"
A me veniva da ridere, a sentire sta persona dire ste minchiate, però mi domando cosa avrebbe potuto scatenare, un discorso del genere, nella psiche di una persona che si è ammalata da poco!
Una che si ritrova davanti un medico che le dice che ha il CANCRO e che deve sottoporsi ad un certo protocollo di cure...altrimenti muore!
Le cosiddette “medicine alternative” sono tante e se uno ci crede, ben vengano.
Mal che vada non fanno un emerito bip! (a parte il te verde che interferisce con il Velcade...l'ho letto su un articolo...insommaa si sa che anche le cose "naturali" possono essere pericolose...magari combinate con certi farmci fanno un bel casino!
Io penso che se una persona è convinta che una cosa le faccia bene, questo sia un fatto positivo e sicuramente quella cosa le fa davvero bene.
Ma per PIETA’, smettetela di dare consigli ai malati e criticare i PROTOCOLLI di cura del CANCRO!
Noi malati andiamo in confusione e non abbiamo alternative “serie”.
In Brasile si cura il CANCRO con l’Aloe, la pianta non le "essenze" che vendono a prezzi indecenti nelle erboristerie, perché non ci sono altre risorse!
Anche quello è diventato un bisness.
Oramai l'Aloe lo mettono ovunque.
Anche nel detergente intimo.
Come i “Fiori di bach”, o l’acqua miracolosa di Lourdes venduta in bottigliette di plastica da decenni.
O la statua della madonna di Mediugorie, che adesso va molto, o quella di tutti i santi del paradiso, in particolare Padrepio (che te lo ritrovi con quella faccia un tantino "inquietante" in ogni luogo).
Se uno ci crede, a mio parere funziona.
Meglio per lui, se crede.
Meglio per quelli che hanno la "FEDE", che credono che dopo morti andremo tutti contenti in paradiso (se abbiamo fatto i bravi).
A me lasciatemi il protocollo di cura di Ematologia.
Veramente…

venerdì 17 luglio 2009

LA CACCOLA NELL'UNIVERSO

Ieri ho parlato con una signora in ospedale.
Mi ha ricordato, come se ce ne fosse bisogno, che io non sono l’unica paziente di ematologia.
Perché un esame ci aveva messo tre giorni per arrivare dal settimo piano al piano terra.
Era rimasto nel mucchio delle analisi che noi malati facciamo, in attesa di essere infilato, presumo da questa signora, nell’apposita cartella.
Qualcuno lo stava cercando.
Io sicuramente.
Rispondo attraverso il MIO blog, a questa Signora, che spero mai vedrò in faccia e mai vorrò vedere: “Lo so, cara Signora, io sono solo una “caccola” dispersa nell’ematologia. Una malata delle tanti. Non sono la più bella. La più giovane. La più grave. Forse la più stronza, sì. Vede, almeno un primato lo detengo. Cara Signora, Le auguro di non sentirsi mai una “caccola” all’interno di un reparto ospedaliero, così come mi ha fatto sentire ieri Lei. Io stavo solo cercando un referto. Sa, cara Signora, io ho un CANCRO, un grosso buco nel culo. Ho tanto male e sono un attimino incazzata. Mi giri alla larga cara Signora, non vorrei che, esplodendo, qualche brandello del mio corpo, le cadesse su quella crapa vuota che si ritrova sopra il collo!”.
Olè


Ps: almeno mi son sfogata in qualche maniera. Dopo avere pianto a letto, per i cazzi miei. Che si sappia. A volte basta così poco. Basta solo essere gentili. Come fanno le commesse della grande mela. Un sorriso, una parola gentile. Altrimenti si può sempre cambiare mestiere. Il cesso a casa mia ad esempio, mi risulta difficile da pulire. Pertanto…..e non occorre nà laurea…solo do bone spalle….
Invece ad essere malati, in Italia, occorrono dù boni coioni!
Altro che balle!

martedì 14 luglio 2009

IL NOSTRO ANNIVERSARIO

Lui è sempre con me.
Non mi lascia mai sola.
Non mi abbandona un momento, nemmeno di notte, quando dormo e non lo sento.
Potrebbe uscire ed andare a farsi un giro.
Ed invece no.
Testardo come un mulo.
Quasi quasi mi sono abituata alla sua presenza.
Una presenza talvolta così discreta, da farmelo dimenticare proprio.
Fino al momento che si fa sentire, con quel suo modo improvviso di farmi tornare tutto in mente, tutto in un colpo, sin dal giorno che ci siamo, finalmente, conosciuti.
Mi ha corteggiata sin dal 24 maggio 2004, ma non si decideva mai.
A forza di girare, ci siamo finalmente guardati in faccia.
Era il 19 luglio 2007.
Una data storica per noi.
Io e lui.
Lui ed io.
Il mio CANCRO.
Mia unica ragione di vita.
Forever.

ps: insomma....mia unica ragione di vita, è un pò esagerato..lo ammetto..
Giggino si è incazzato...insomma.... è che veniva bene scritto così!
Ma si sa, che il CANCRO non è mica la mia unica ragione di vita!
C'è Giggino, mio papi, le mie nipoti, tutti i parenti vari, le amiche vecchie e quelle nuove, i miei amici maschi, i miei gatti, l'architettura, la pittura, Camilleri, i saldi, le patatine pai, la cocacola, la pizza, le cene al mare, Montereggio, i viaggi per il mondo ecc.ecc.ecc.
Volevo forse dire che la lotta contro il CANCRO è una delle mie principali ragioni di vita.
Perchè se non lottassi contro il CANCRO, sarei già morta.
In realtà mica più ci lotto...
Ci convivo...è nel mio sangue, mi ha lasciato un grosso segno nella schiena...
Ci flirto, ecco...
Adesso ci flirto...ci amoreggio, ci cinguetto, ci tubo, ci filo...
Provo ad amarlo....
Così abbassa la guardia ed io ....zac!
Lo faccio secco!

giovedì 9 luglio 2009

I MIEI PASTROCCHI

Ho deciso di condividere con i miei amici l'album di disegni che ho pubblicato su Facciadilibro.
Una panoramica dei miei pastrocchi prima e post-mortem!


http://www.facebook.com/album.php?aid=26383&id=1502686938&l=dc16b672c7

mercoledì 1 luglio 2009

SARAI

L’ho conosciuta girando per facebook.
Proprio quando avevo deciso di cancellarmi perché mi sembrava che fosse solo un buco della serratura aperto sui cazzi degli altri.
Per un certo verso è così…
Infatti ho accettato poche amicizie.
Mi sono persino ritrovata iscritta in un gruppo sado-maso e sono stata agganciata da un poveraccio che era proprio alla frutta: insomma, “agganciare” via cavo nà quasi cinquantenne col CANCRO, ce ne vuole…
E certo la mia faccia non è che sia una delle più “bambolose” che ci sono in giro..non a caso mio marito mi chiama “ceffo”. (nò, cesso…così mi ha chiamato qualcun altro, talvolta…mica sono la Gregoracci o la Canalis…lo so benissimo!).
Insomma nonostante tutte ste nefande premesse, ho incontrato una persona ME-RA-VI-GLIO-SA!
E’ spagnola non so di dove, dipinge, canta, scrive libri, poesie, balla, recita…
Insomma, un VULCANO!
Sotto c’è il collegamento al suo BLOG!
Oggi compie 26 anni e non so che regalo farle.
Così mi è venuto in mente di parlarvi di lei.
Una vera peperina…
Potrebbe essere mia figlia, visto l’età!
Un vero talento perso tra un mare di culi e aspiranti veline, letterine, stupidine, manizine…
Ogni tanto chattiamo….
Stiamo combattendo la medesima battaglia.
Certo, non c’è paragone!
Io ho 49 anni ed ho iniziato a 45!
In realtà io penso che lei non abbia SOLO 26 anni!
Lei mi ha detto ridendo “Così c’è scritto sulla mia carta di identità!”.
Io non ho mai conosciuto una persona così talentuosa in così tante diverse discipline ed arti.
Ha fatto TROPPE cose, ma veramente..
Ed il suo corpo esige una pausa di riflessione!
Ed io spero che solo quella sia!
Cara Sarai, io sono scesa all’inferno e poi sono risalita!
Ero sorda ed ora ho ascoltato le tue canzoni!
Non importa cosa dice la medicina!
Non è come la matematica.
Io penso che i Medici abbiano ancora molta strada da fare!
Ed anche tu!
Un bel tratto magari, lo faremo insieme!
Auguri ed un grosso bacio dalla tua amica “virtuale” (non virtuosa, ci mancherebbe!) Annamaria!


Ps: Diventate suoi fan!
Andate a vedere cosa combina questa piccola grande donna di nome Sarai!
Questo è l’indirizzo del suo blog!http://www.saraillamas.com

Unico effetto collaterale: i miei “pastrocchi” mi sembrano veramente solo dei “pastrocchi” dopo avere visto cosa riesce a disegnare lei…

giovedì 25 giugno 2009

IL MIO AMICO BUSSI, LA CASTA DEL CANCRO E L'ALOE

Il BUSSi, l’ho conosciuto in ospedale mesi orsono…
Ha 68 anni ma non si capisce molto l’età perché ha spesso la mascherina ed è magrissimo..sempre sdraiato ed attaccato alle flebo!
Mi ricorda mio fratello Ciorci…
Ma parla, parla, parla,….anzi…urla….
Quasi più di me..
Nà bella lotta.
Bestemmia pure tanto....
Dice di venire da una "grande famiglia bestemmiatrice", "buoni, ma bestemmiatori"...
LEUCEMIA…
Non credo che ce la farà…
E’ troppo debilitato.
Non mangia...non ci riesce....
Mi ha detto che a volte gli arriva troppo sangue al cervello...ed allora non sa cosa dice....
Comunque è un GRANDE della storia e delle scienze!
L'ultima volta eravamo sdraiati vicini, a fare ognuno la sua terapia.....
Per farlo tacere, perchè continuava a dire parolacce, gli ho chiesto di raccontarmi di nuovo la storia di Roma...
Mi ha spiegato nuovamente perché si è sviluppato il popolo romano…
Secondo lui, Roma è stata costruita lì, perché è il posto più bello del mondo!
Ci sono i sette colli e non esiste il NORD ed il SUD.
Gli uomini cercavano un bel posto dove fondare una città.
Lì hanno trovato il luogo ideale.
E’ per una questione di clima e di territorio.
La più bella zona del mondo e perdipiù vicina al mare!
Il VATICANO ha in mano le redini di tutto religione ed economia…
“LORO” sanno tutto e ci manovrano come burattini!
Il potere “ecclesiastico”……
Ed il “potere economico” delle grandi banche, che vanno a braccetto…
Ascoltavo incantata sto personaggio che parlava….
Lui non ha letto il “Codice Da Vinci”, ha fatto solo la quinta elementare..
“Son PROFANO”, avrà detto dieci volte…
Ma quante “verità” mi ha detto, il Bussi!
Poi, quando la moglie se ne’è andata, si è sfogato.
Mi ha detto che si sente stanchissimo.
Ma quando c’era la moglie, mai un lamento!
Mi ha detto che lui al posto del sangue non sa più cos’ha!
Sostanze chimiche che gli vengono trasfuse al suo posto.
E poi ha detto che è tutto “un MAGNA MAGNA!”.
Le stesse precise identiche cose, che starnazzano eminenti studiosi plurilaureati.
Che le terapie che facciamo sono soldi che entrano nelle casse delle case farmaceutiche.
Che noi malati di CANCRO aumentiamo il PIL (Prodotto Interno Lordo).
Lui non sa che esistono gruppi che sostengono le cosiddette MEDICINE ALTERNATIVE, asserendo che la chemio e le radio non servono a nulla!
Io ci ho ficcato bene dentro il naso tempo fa!
Mi fa ridere quella che hanno fondato un gruppo per curare il CANCRO con l’Aloe…
Sostiene che la medicina tradizionale serve solo ad arricchire le case farmaceutiche!
PERCHÈ, IO RIVOLGO LORO STA DOMANDA, L’ALOE È GRATIS?
Ma se una cura con stà pianta del cazzo costerà un patrimonio!
Se una bottiglia di Aloe costa anche 50 euro!
Se l’Omeopatia è una delle cose più costose che abbia mai visto!
Ed i Fiori di Bach, forse te li regalano?
MA PER FAVORE!
Il Bussi, ha detto una verità che sappiamo TUTTI.
E’ ovvio che ogni malato di CANCRO, darà lavoro e denaro a case farmaceutiche ed illustri luminari….
Lo sappiamo che è tutto un MAGNA MAGNA..
Il Bussi sostiene che era meglio se non si curava, un anno e mezzo fa…
Io gli ho chiesto perché fosse andato, a quel tempo, in ospedale?
Mi ha risposto che stava male, aveva la febbre alta.
Ed allora, che si poteva fare?
Io, ad esempio, quando mi sono “rotta” l’osso sacro, cosa avrei dovuto fare?
Contattare il gruppo dell’Aloe e farmi un clistere?
Riuscivo in questo modo a rimettermi in piedi?
Sarei guarita?
Forse sarei dovuta volare a Lourdes o da padrepio?
Il Bussi era perplesso…
Come lo siamo tutti.
Ma lui è un grande…
Si pone interrogativi ai quali molte persone stanno cercando di dare una risposta!
Io sono andata in bagno a piangere un po’..
Un po’ per me..
Ma tanto per lui….
Come gli voglio bene al Bussi!

Ps: LA CASTA DEL CANCRO
È un libro che parla del MAGNA MAGNA
Non l’ha scritto il Bussi….
L’ha scritto un medico che è stato radiato dall’Albo.
Perla male delle chemio e delle radio…
A me un tantino stri discorsi mi hanno rotto i coglioni…
Mi infastidisce sapere che qualcuno magna sulla mia malattia..
IO GUARDO I RISULTATI!
Grazie alla MEDICINA TRADIZIONALE (radio e chemio) io adesso stò benissimo!
Ed il resto…..è solo MAGNA MAGNA


Ciao Bussi…è stato un piacere conoscerti!

AL COMPLEANNO DELLA SILVIETTA E DELLA MARA

Per festeggiare le mie amiche, ho fatto una performance di ballo e canto!
Ho ballato il charleston, ed ho cantato “Tuibidibidì. Tuibidibidira!”.
La cantavo sempre anche al Liceo, su gentile richiesta dei mie compagni di classe.
Non sono mai stata la “figona” della classe.
O tra le più “richieste”…
Ero bruttona, povera (l’unica figlia di un operaio) ed un tantino imbranata.
Le mie compagne di classe erano “navigate” ed avevano cominciato a darla via presto!
Oddio, non presto come fanno oggi…che pare lo facciano già a tredici anni!
Comunque, dopo il primo anno di assestamento e dopo che mi sono fatta prendere un po’ in giro dal Dody, mi sono ritagliata attorno il personaggio di “SCEMOLOTTA” della classe!
A dire il vero essere scemo lotta mi riesce molto bene.
E’ intrinseco nella mia natura!
Cercare sempre la “battuta” e far ridere anche quando c’è da piangere!
Per esempio, se ci penso, io non ho NULLA per ridere ed essere felice!
Ho 49 anni, un CANCRO, una lesione alla spina dorsale non riparabile, la menopausa da desametaone, lunedì mi infilano tutti aghi sulle braccia e le gambe(elettromiografia), non ho discendenti, mi è cascato il culo, non ho tanti euri, sono circondata da persone con le balle girate, c’è un tempo da schifo, mi è arrivata nà bolletta del gas da sballo, sabato sera Giggino va da solo ad un super cena non si sa dove e non ho niente da comperare ai prossimi saldi!.
Ed ho già fatto le ferie…….
Insomma, dovrei essere DEPRESSA!
ED INVECE SONO FELICE COME UNA PASQUA!
Il mio CANCRO è fermo e se si muove lo stronchiamo con altre radio e poi con le chemio ed ho già la parrucca pronta, e poi se resto pelata, chissenesbatte!
Ed inoltre esistono delle mutande alzaculo fantastiche, sono pensionata e me ne sbatto degli euri…..
Adesso posso disegnare e tra un po’ farò anche delle borse…
Il DOLORE adesso è sotto controllo ed ho RECUPERATO QUASI COMPLETAMENTE L’UDITO!
Sto invecchiando, come tutti, e non mi farò certamente le poppe finte e le labbra a canotto!
La VITA è meravigliosa ed ho conosciuto persone fantastiche!
Oggi al compleanno delle mie amiche ho gustato una pasta al cioccolato!
MMMMMMMMMMMMMMMM.
Il cioccolato è molto anti-cancro ed antidepressivo!
Anche le COCCOLE…
Io COCCOLO tutti e mi faccio anche COCCOLARE……
E, con la scusa delle coccole, palpeggio tutte le mie amiche!
Perché, diciamocelo, palpeggiare una ragazza è bellissimo!
Ho fatto delle foto ricordo, con la mia mano sulla zucca delle Silvia..
Lei dice che non lo permette nemmeno alla mamma, che ha la mia stessa età!
Che ci volete fare!
Sono una vecchia, porca scemo lotta, contenta di esserci e di partecipare!
Date anche voi una palpatina alle vostre amiche (sono meglio le femmine da palpare, negli uomini cosa volete mai palpare? Il “coso” non è bello da palpeggiare e non tutti hanno le maniglie dell’amore!)
Si potrebbero “TIRARE” i peli, agli uomini!
Quello si che può essere divertente!
Adesso vado a tirare i peli ad Andrea, a Michele ed a Massimo…..
Non dicono nulla, lo so già…
Con la SCUSA che ho un CANCRO, pensano sia rincretinita del tutto…sapete…nà metastasi al cervello….un effetto collaterale delle cure…
Ed invece…
E’ solo la voglia di ROMPERE I COGLIONI A BUSO!
Olè!

mercoledì 24 giugno 2009

IL MIO NUOVO NERVO ACUSTICO E L'INDIFFERENZA DELLA SANITA'

Io nel 2004 ho perso parzialmente l’udito.
“Ipoacusia neurosensoriale medio grave, in discesa sulle frequenze medio alte”.
Era il 24 maggio 2004.
Un periodo molto stressante per me.
Mio fratello Cioci era in ospedale, con un LINFOMA (di Burkitt), che stava facendo le chemioterapie.
Il suo CANCRO nel sangue, è insorto dopo 10 anni, a causa dei farmaci anti-rigetto che assumeva dopo il trapianto di fegato.
Pertanto il suo CANCRO nel sangue, non ha nulla a che vedere col mio.
Lo so che risulta difficile da credere.
Due fratelli con un CANCRO nel sangue.
“La gente” crede che abbiamo una malattia ereditaria o qualcosa del genere.
Invece, l’unica cosa che ci accomuna, forse, è che siamo un po’ sfigati!
Ma io non mi considero tale, e non si considerava così nemmeno lui, che, grazie ad un trapianto di fegato, ha vissuto altri dieci anni, oltre a quelli che il suo fisico gli aveva concesso.
Insomma, quando ho avuto il primo sintomo, cioè delle vertigini vestibolari, ero in ufficio al telefono con lui…
Da quel momento le mie orecchie sono diventate la mia croce!
Perché l’anno dopo, nel mese di luglio, ho perso l’udito anche dall’orecchio sinistro!
Stessa identica perdita delle frequenze medio alte.
Sono stata ricoverata in due ospedali diversi, ho sottoposto il mio “caso” a luminari otorinolaringoiatri.
Prima di allora nemmeno sapevo che le orecchie esistessero!
Mammamia, avere disturbi alle orecchie è TERRIBILE!
Avevo un acufene perenne nell’orecchio destro.
Giorno e notte, come la cascata di un ruscello….
Era il battito del mio cuore…l’ho scoperto molto più tardi, quando il suono è diventato più “pulito”!
Le vertigini sono sparite subito, ma vi assicuro che non si dimenticano più!
E’ la stanza che ruota e tu ti senti sprofondare al contempo…
Io ero seduta…non oso pensare cosa sarebbe successo se fossi stata al volante della mia macchina!
Poi non capivo più niente di quello che dicevano gli altri!
La musica era tutta STONATA, perché avendo perso determinate frequenze, non ero completamente sorda, ma la musica…
Per cinque anni non ho più ascoltato musica..io che avevo SEMPRE il Barbiere di Siviglia sul lettore di CD, io che adoravo i Queen, Sting, i Musicol…
Basta..non potevo più ascoltare NULLA.
La TV, dovevo vedere i film con i sottotitoli..
Non andavo più nei locali pubblici perché tre persone insieme che parlavano per me erano insopportabili…
Non sentivo più assolutamente la lettera “s”, perché è una frequenza molto alta…
La mia perdita dell’udito era così grave, che avevano già valutato l’ipotesi di farmi un IMPIANTO COCLEARE, cioè un “orecchio bionico”…
Non sono riusciti a capire, dopo un mese di ricovero in otorinolaringoiatria, cosa mi avesse procurato tale grave sordità.
Di tipo IRREVERSIBILE.
Non era la parte esterna dell’orecchio ad essere danneggiata, ma la parte interna.
Il NERVO ACUSTICO, pertanto.
“Si rassegni” mi ha detto un Primario..
“Si faccia coraggio” un altro…
INSOMMA, LA MIA IPOACUSIA/SORDITA’, essendo cagionata da un nervo danneggiato era, a loro avviso, IRREVERSIBILE!
Ed allora, COME MAI ADESSO CI SENTO BENE?
Come mai sono quasi guarita completamente?
Miracolo di padrepio?
Non guardo più la TV studiando il labiale e leggendo i sottotitoli.
Ieri sera ho fatto la prova concerto: sono andata ad un concerto di MUSICA CLASSICA.
Ho apprezzato molto anche il violino, che più “alta frequenza” di così!
Anche la mia voce è tornata normale (era cambiata anche quella, mi dicono gli amici)…
Non chiedo più alle persone di ripetermi quello che hanno detto..
Magari non ci sento perfettamente… ma vuoi mettere?
I MEDICI CHE MI SEGUONO NON SONO INTERESSATI MOLTO AL MIO CASO.
TUTTI SEGUONO SOLO LA LORO “FETTA”..
NON ESISTE COMUNICAZIONE TRA COMPARTI..
NON ESISTE LA CURIOSITA’ E NON SI HA IL TEMPO DI ASCOLTARE I MALATI…
Devono curare il MIELOMA, e non le mie orecchie…..
Dicono “La sua sordità era causata dal MIELOMA…curando il MIELOMA, abbiamo curato le sue orecchie”.
D’accordo, potrebbe starci!
MA IL DANNO "IRREVERSIBILE" AL NERVO ACUSTICO DOVE LO METTIAMO?
Mai sentito nessun caso di NERVO ACUSTICO guarito!
Forse a qualcuno interesserà la mia strana storia…
Forse facendo le cure che ho fatto io per il MIELOMA, qualcuno può ritornare a sentire!
Vi assicuro…ne vale la pena!
ESSERE SORDI E’ TERRIBILE!
Io lo so….
CIAO!



ps: andrò su qualche sito che parla di sordità...
solo che ho paura...
uno scemolotto al quale ho raccontato la mia storia, ha tratto conclusioni sbagliate che mi hanno demoralizzato!
Ha detto "oddio, mia moglie ha problemi ad un orecchio...avrà mica un cancro, vero?"
MI SONO CASCATE LE PALLE!
Che faccio, allora?
Che mi consigliate?


A GRANDE RICHIESTA! la legge che tutela i malati di CANCRO è codesta: Legge 5 febbraio 1992
cercate vin internet il testo vigente dopo le ultime modifiche introdotte dalla Legge 8 marzo 2000, n. 53 e dal decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Sto così benissimo, che volevo farvelo sapere!
La Radioterapia, forse, ha sortito l’effetto antalgico auspicato. O forse sono finalmente giunta alla gusta dose di antidolorifico:
mattino: 50 mg. di Oxycontin, (OSSICODONE) a rilascio prolungato;
sera: 50 mg. di Oxycontin, (OSSICODONE) a rilascio prolungato;
al bisogno: 10 mg di DEPALGOS (OSSICODONE a “veloce” rilascio + paracetamolo) fino a tre compresse al dì!
Il dosaggio minimo, per il DEPALGOS, deve essere 1/10 del dosaggio complessivo che prendete in una giornata (nel mio caso 1/10 di 100 mg.).
Con questa “BOMBA” di stupefacenti, STO BENISSIMO!
Pochissimo dolore se non facendo determinati movimenti.
Nessun effetto collaterale se non una “frenesia” di vivere!
Insomma…..
GLI VOGLIAMO USARE, PER IL DOLORE CRONICO ONCOLOGICO O ANCHE PER IL DOLORE CRONICO, STI FARMACI CHE RIENTRANO NELLA CATEGORIA DEGLI STUPEFACENTI?
Sapete perché rientrano in quella categoria?
Perché è STUPEFACENTE che passi il DOLORE!
In una scala da uno a dieci il mio dolore in questo preciso momento è -1!
Se vi pare poco!
Mi sto drogando?
Diventerò dipendente da OSSICODONE?
Francamente, sapete in una scala da uno a dieci, quanto me ne frega di diventare dipendente da questo farmaco?
-3500!!!!!!!!
La MIA lesione non potrà mai guarire (a meno che non facciano scoperte nuove nel campo della chirurgia ortopedica…mi ha detto il medico che hanno fatto il primo intervento in Italy su una lesione ossea tipo la mia, a Milano, su una paziente come me, affetta da MIELOMA MULTIPLO…le hanno messo una specie di cemento…come ultima spiaggia, ho anche questa rischiosissima possibilità…vedremo..), pertanto devo CON-VIVERE col DOLORE ONCOLOGICO.
E l’unica maniera per non dare di matto è prendere sto farmaco.
Ma che fatica a trovarlo!
I Medici sono molto restii a prescriverlo…
Penso che dipenda dal fatto che loro non SENTONO l’intensità del mio dolore!
La MORFINA, a me personalmente, ha fatto un brutto effetto.
Forse mi sarà anche passato il dolore, ma chi se lo ricorda?
Ero troppo preoccupata di “andare fuori di testa!”.
Io non voglio PERDERE IL CONTROLLO della situazione e con la MORFINA stava succedendo…
Però ci sono i cerotti a lento rilascio..
Io avevo preso, essendo ferragosto, una dose superiore a quella prescrittami, senza consultare l’Oncologo!
MAI FARE IL FAI DA TE, CON I FARMACI!
Sono troppo “scottata” per tornare in argomento…ma molte persone che conosco, curano il dolore con la morfina, al giusto dosaggio, e stanno benissimo!
Quindi, se la qualità della vostra vita, sta diventando una merda a causa del dolore, di qualsiasi origine esso sia, ESIGETE dal vostro Medico, un farmaco che vi faccia stare bene, perché NEL 2009 ESISTE!


Ps: non mi sento DROGATA, mi sento solo BENE!
E scusate se, dopo due anni e oltre 300 iniezioni di Toradol, vi pare poco!

giovedì 18 giugno 2009

GLI INCONTRI

Mamma che incontri ho fatto in questi giorni!
Ieri, all'ospedale.... un GRANDE della storia e della medicina!
Il "Bussi", lo chiamerò così e vi racconterò le sue gesta!
Ed oggi...
una ragazza incantevole in mezzo a facebook.....
una scoperta inattesa, proprio quando avevo deciso che stò social network mi aveva rotto i marroni....
un talento induscutibile....
una cosa indescrivibile!
Adesso sono troppo agitata!
Ma prossimamente vi informerò su tutto!
Un bacio
Anna

martedì 16 giugno 2009

IL GEL

L'ho ordinato!
Ho avuto il coraggio di andare in farmacia ed ordinare il GEL che amplifica le "godurie" femminili!
L'ho letto su Tu Style ed ho fatto le ricerche in internet!
Lubrificante e potenziatore degli orgasmi fremminili!
TUTTE le mie amiche sono interessate..o quasi (quelle che snobbano la notizia della messa in commercio di questo GEL, le cancello dalla mia lista di amiche!).
Adesso devo solo ricerverlo e provarlo...con Giggino spero...
Comunque sia, io venerdì alle ore 24,00, TROMBO col GEL!
CHI c'è, c'è!
Poi vi faro sapere!
Olè



ps: è della DUREX....stessa casa dei profilattici, ma non è un anticoncezionale..
Solo un GEL per raggiungere punte di piacere così alte da farci attaccare ai lampadari!
Almeno questo promettono...
Io ho avuto un CALO della libido..e non solo io, a sentire le mie amiche...
pertanto, ben venga sto GEL!
E non fate le bacchettone....che siamo tutte uguali!
Affamate di amore e di sesso!
Che male c'è!
E' l'amore che fa girare il mondo!
E noi siamo TUTTI stati concepiti in quella maniera lì, più o meno!

SCUSATE

Chiedo scusa, ma mi scappa da vivere....
Non ho tempo per scrivere le solite stupidate...
C'è un sole fuori!
Saranno anche 37 gradi, ma non mi squaglio!
Olè!

ps: e ci sono le pesche, le angurie, le zucchine, le scosciate, i pettoruti abbronzati, gli uccellini sfrontati che ti salgono in mano a mangiare,ed i gelati al pistacchio e quelli alla nocciola, ed i pipistrelli che scagazzano ovunque, ed i ragazzini che sfrecciano con i vespini e le fanciulle che sculettano con le mini ed i gatti che sonnecchiano all'ombra dei pini ed i fiori gialli e rossi, ed il cielo con le nuvolette di panna e mille altre cose ancora, tutte fuori che ci aspettano.....
Che ci facciamo in casa davanti al computer, se il nostro scheletro risponde ancora ai comandi?
ziozziddan....arrivoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

mercoledì 10 giugno 2009

LE CILIEGIE E LA VITA

Ma che bella la VITA!
Guardatevi attorno: ci sono mille ragioni per amare la vita!
Lo so.... siamo tutti "di passaggio"!
E non credo ci ritroveremo in "paradiso"!
Oggi vorrei cercare di riportare su un foglio la sensazione di benessere che mi avvolge.
Ma è così difficile! E quello che scrivo risulta così stupido e scontato!
Io credo di essere molto fortunata ad avere un CANCRO che mi consuma lentamente.
A differenza delle persone che muoiono improvvisamente in età non troppo avanzata, io sono stata avvisata che il mio tempo sta per scadere.
Ed ho avuto la fortuna di scendere all’inferno e poi risalire.
Ho tutto il tempo per salutare gli amici ed i conoscenti, preparami per il trapasso e redigere un adeguato testamento.
Scegliere il “look” postmortem e decidere cosa fare al mio funerale.
Ho avuto il tempo di pensare a lungo alla MORTE ed alla VITA.
Alla vita dopo la morte.
E non sono arrivata a nessuna concusione!
Esiste la vita dopo la morte?
Machissenefrega!
Cerchiamo di restare qui, al più lungo possibile...e per il resto si vedrà!
Fuori c'è un cielo così bello e si sente che stà per arrivare l'estate e le vacanze!
Domani farò un FLASH di radiorterapia!
E quando sarò sdraiata sul lettino in ospedale, penserò alla cavalcata sul TIBIDABO!
Al pomeriggio mi metterò in terrazzo a prendere il sole e mi spupazzerò Maggiolino.
Magari mi farò fare una dose aggintiva di "coccole" da Giggino, con la scusa che la Radio mi ha fatto la bua...anche se non sentirò assolutamente nulla...lo so...
Che meraviglia le coccole e chi se le è inventate!
Olè

ps: Giggino mi ha portato una cassetta di ciliegie che provengono da Colognola ai Colli.....manca poco, e le ho già mangiate tutte..a parte quelle poche che ho dato al mio PAPI..
le ciliegie...ma che meraviglioso frutto estivo...se non fosse per quel leggero brontolio di pancia che ne provoca l'assunzione reiterata, sarebbe proprio un frutto perfetto! In attesa dell'anguria, ovvio....

venerdì 5 giugno 2009

Tibidabo


Coppia che attende di salire sulla funicolar che porta al TIBIDABO...






Donna FUORI dalla contentezza....
Chi si accontenta...gode!



IO E ..... L'IPPOTERAPIA.....






JUANRA: Il ragazzo della giostra del TIBIDABO




















Siamo saliti su sto cestello....che brividi, ma che panorama dall'alto del TIBIDABO!






La foto...rubata! Il prete mi ha cacciata fuori....

















Barcellona è…fantastica!
Gudì era decisamente bordline ma avanti una cifra!
Visitare le sue case è meglio dell'ossicodone!
Sono stata benissimo!
Giggino dice che non è valido:IO SONO DOPATA!
Sarà….ma intanto ho camminato su e giù per la Rambla..
Ho navigato sul battello intorno al porto...
Sono salita sulla Funicular del Tibidabo…
Ho visitato il famoso luna park..ed ho soddisfatto uno dei desideri che avevo nella vita: un giro a cavallo sulla giostra!
E ‘fan culo al MIELOMA!
Olè



Giggino in viaggio...


Anna-tantecose....in viaggio...








La festa del Barcellona campione d'Europa in Piazza Catalunia





















Dalla terrazza dell'albergo: vista su PALACIO GÜELL...altro che balle....









Coppia semi-sema in viaggio di semi-nozze.....











Sul battello per un giro sul mar di Barcellona...






La non-finita di Gaudì: la cattedrale infinita della Sacra Famiglia terrena di Gesù....




Al mercato del pesce e della frutta....





















Ed altro, altro ancora.......................



ps: caricatura con dedica del Premier nel metrò....

TORRE DEL LAGO

TORRE DEL LAGO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO
per i 50 anni di Flavio ed Annalisa...

Con Diana e Oscar

Con Diana e Oscar
splendidi figli di Gianni e Camilla...

CI SONO ANCORA

CI SONO ANCORA
con la collana in vetro di Murano ed argento, regalo dei colleghi..

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.
Come potete vedere, quello indicato con la freccia è ALIEN (il mio buco sul sacro, PLASMOCITOMA S1-S3: è quello nero)

IO e....boh! non so chi sia...

IO e....boh!  non so chi sia...

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino non ci stà più

Maggiolino non ci stà più
nel piatto Marocchino!

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO
Ciro Crillo

LA NICO COL GATTO

LA NICO COL GATTO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA
Ero un tantino incazzata. Si vede?

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE
Si vede che sono un tantino sollevata

Carlotta....

Carlotta....
la micia di Arianna e Roby...

Coco

Coco

Per Mara....

Per Mara....

Maggiolino 2008

Maggiolino  2008
Ottobre

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

PENNARELLI E MATITE

PENNARELLI E MATITE

Particolare del 99

Particolare del 99

GATTI MISTI 2008

GATTI MISTI 2008

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO
l'ho regalato a Loretta e Michele, l'ho disegnato adesso, di notte, con i pennarelli

GATTO DI NOVEMBRE

GATTO DI NOVEMBRE

ACQUARELLO

ACQUARELLO

TANTI GATTI

TANTI GATTI

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

PASTELLI

PASTELLI

ACQUARELLO E MATITE

ACQUARELLO E MATITE

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

A CHINA

A CHINA

Giggino stravaccato sul sofà

Giggino stravaccato sul sofà

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)
Natale 2007. Traspare dallo sguardo dei micetti, la serenità dello spirito che si avvicina con devozione alle sante festività!!!! diodellamadonna, sembrano due iene! Vedi il subconscio..

acquarello

acquarello

Senza titolo

Senza titolo

Pennarelli e matite

Pennarelli e matite

Tempera su legno

Tempera su legno

Olio su tela

Olio su tela
A Giggino piace, mentre a mè fa schifo, perchè con i colori ad olio, sono proprio negata....

Particolare

Particolare
luna

Giggino

Giggino

Acquarello

Acquarello
Botticino

Particolare

Particolare
Pastrocchi con i pennarelli e le matite

Particolare

Particolare
Tempera su asse di legno

MADONNA

MADONNA
E' stato un esercizio di stile. Non è il mio genere...era per provare se sono capace di disegnare

Il nostro letto a Montereggio

Il nostro letto a Montereggio
Dipinto dalla stessa scrivete nel lontano 1993

BARBARA

BARBARA
la nipote, la figlia di mio fratello Sergio...quella che ha tre gatti, due cani, quattro cincillà..quella che ha una "passione" per gli animali...

GIGGINO

GIGGINO
il mio amore con la cravatta e la camicia che gli ho regalato io, con i suoi soldi!

LA NICO

LA NICO
quella gnocca di mia cognata

COMPLEANNA

COMPLEANNA
Il taglio della torta...(da sinistra) Mara, Loretta, io che frigno, Massimino e Silvietta (Citrato n. 2)

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008
a passeggio a Peschiera

MAGGIOLINO

MAGGIOLINO
stonzettino

Occhi gialli

Occhi gialli
karma Chicca, madre/moglie di Cicciolinus, madre di Maggiolino...

Cicciolinus

Cicciolinus

maggiolino in semi-coma

maggiolino in semi-coma

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino
Il più bello della Via Perloso, nò balle!

2005

2005

2006

2006

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia
Ad un anno esatto da quando mi si è bucato l'osso sacro! Il cimitero può attendere! Coraggio, tumorati di tutto il mondo, mettiamogliela in quel posto! Mieloma, ti conosco, ti vedo, ti stronco!!!!!!!! Bastardo vedremo chi la vince!

19 luglio 2008

19 luglio 2008
Anniversario di quando mi sono seduta sulla sedia e mi si è rotto l'osso sacro! per festeggiare cena a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Coppia al mare

Coppia al mare
Giggino, il sant'uomo di mio marito ed io

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/
siamo in Lunigiana, nel paese dei librai, paese natio di Giggino

Montereggio

Montereggio
la chiesa sconsacrata

Montereggio

Montereggio

19 Luglio 2008: Montereggio by night

19 Luglio 2008: Montereggio by night

Crì ed io a Montereggio

Crì ed io a Montereggio
13 luglio 2008

Mary alla finestra

Mary alla finestra
A Montereggio

ROBERTO E FIORELLA

ROBERTO E FIORELLA
coppia al bar in quel di Montereggio

Sono andati avanti.......

Sono andati avanti.......
Mauro, Rambo ed Ila

Archivio blog