TRADUTTORE

Barra video - La colonna sonora che preferisco....

Loading...

BENVENUTO

Chievo , Dicembre 2007
Ciao, benvenuto nel mio blog!
Mi chiamo Annamaria, ho 49 anni (purtroppo) di professione architetto, sono un tantino "fuori" di testa e stò lottando con tutte le mie forze contro uno stronzissimo cancro del sangue, che mi vorrebbe eliminare!
Non ti spaventare, il cancro non è contagioso, ed io voglio dimostrare che si può vivere a 360 gradi, anche con un cancro, o perlomeno provarci!
E senza lagnarsi e farsi compatire (se non quel tanto che basta per ottenere delle cose che altrimenti ci sarebbero negate...insomma, già che ci siamo perchè non approffittarne?)
E come disse Freddie "[...] ora voglio soltanto avere la maggior quantità possibile di gioia e serenità, e immagazzinare quanta più vita riesco, per tutto il poco tempo che mi resta da vivere."(Ultima intervista di Freddie Mercury, 1991).
Amen

Informazioni personali

La mia foto
Vivo a Chievo, (VR) e sono felicemente sposata da 17 anni con Giggino. Niente figli ma abbiamo tre gatti, che comunque non mi chiamano "mamma" (i figli son figli ed i gatti son gatti! Mica sono scema!). Ho anche UN MIELOMA sviluppatosi a causa della GAMMOPATIA MONOCLONALE! Lo scopo del mio blog, è quello di INFORMARE sulle cure e dimostrare che anche con un CANCRO si può vivere in maniera decorosa!! Cerco di vedere il lato "ironico" della situazione anche se, in effetti, a volte risulta un tantino difficile.... Meglio "riderci sopra" che frignare dalla mattina alla sera! Tanto, cosa cambierebbe? Che Giggino si trovebbe un'altra...ancor prima di restare vedovo! e non è proprio il caso.. anche se, a dire il vero, gli ho già proposto un paio di donzelle!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, e pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 7 marzo 2001 n. 62. Molte delle immagini presenti in questo blog sono reperite da internet, pertanto tutti i relativi diritti rimangono dei rispettivi autori.Qualora l’uso delle immagini riportate in questo blog avesse involontariamente violato le norme in materia di diritto d’autore, i soggetti legittimati potranno darne comunicazione all’autore che provvederà ad eliminarle immediatamente dal blog.Il contenuto di questo blog è proprietà intellettuale dell’autore e come tale è protetto dal diritto d'autore ai sensi della legge 22 aprile 1941 n. 633. L'usurpazione della paternità di testi e immagini è pertanto perseguibile a norma di legge. E' vietata la riproduzione, in qualunque forma, se non con il consenso scritto ed esplicito dell'autore.

Google Calendar Viewer

ACQUARELLO

ACQUARELLO

mercoledì 31 dicembre 2008

TANTE COSE

Tante cose belle a tutti....
Speriamo che l’anno a venire sia meno viola e bisestile di quello che abbiamo ,ancora per poco, sotto il culo.
Sarà stato che è bisestile, sarà stata tutta sta moda del viola che notoriamente porta sfiga, sarà stato Silvio che, in sé, un po’ di sfiga la porta sempre (quando governa), sta recessione, sta borsa che cade, sti prezzi che vanno alle stelle, tutti sti immigrati che annegano, l’invasione dei cinesi e la concorrenza sleale che ha fatto stencare un tot di esercizi commerciali, sti rom che bruciano, sti ragazzi che sbevazzano e pure se ne vantano in rete, insomma…sarà stata nostra nonna in carriola, comunque sia diciamocelo, È STATO PROPRIO UN ANNO DI MERDA.
Per me e per un tot di gente che conosco.
Pertanto ci vorrebbe poco, perché quello a venire fosse meglio.
Ma i problemi, purtroppo, restano.
Ancora faremo fatica ad arrivare alla fine del mese.
Ci saranno tanti incazzati in giro.
Io sarò una di quelli.
Mi stufo ad essere sempre incazzata. Giggino dice che è per colpa dei farmaci che prendo contro il dolore.
Invece sono incazzata perché ci vede ancora bene.
Vorrei avere un po’ di encefalopatia spongiforme e vedere tutto rosa!
Invece, con le lenti graduate a -4,5 ci vedo benissimo.
E vedo tanta gente stufa agra.
Ma il bello è che non facciamo un emerito cazzo per cambiare le cose.
Sempre le stesse facce al governo.
Sempre le stesse guerre.
Fioriscono vecchie paure.
Chi siamo, dove andiamo, cosa magnamo?
BHO!
Questa è la mia personale risposta.
Avere degli amici, delle persone care vicino, anche degli animali come i mie amatissimi gatti, è molto consolante gratificante.
Cerchiamo di stringerci e di volerci bene.
E’ l’unica cosa gratis che ci passano.
Io sono felice di esserci ancora.
L’anno scorso ero sdraiata.
Oggi sono in piedi.
Spero per l’anno prossimo di avere preso il volo…..
Un grande bacio ed un forte abbraccio a tutti!!!!
BUON 2009!!!!!!

lunedì 29 dicembre 2008

"POST" NATALE

Cari ragazzi e care ragazze di oggi e " de na olta" (trad: di un tempo), spero siate riusciti a superare indenni, o quasi il giorno del santo Natale, ridotto, aimè, ad una sorta di gara all’ingrasso.
Chi, come me, o chi, come tanti, deve controllare il peso-forma per motivi di salute o di vanità, o di moda (o di quel cavolo che vi pare), avrà sofferto per queste giornate rubiconde e ipercaloriche.
Chi, come me, o chi, come tanti, ne ha le palle piene di tutto stò buonismo natalizio, avrà patito nell’elargire baci, abbracci, auguri (e de che?) strette di mano (a tal proposito,vi prego, se “stringete” la mano a qualcuno, stringetela veramente VI PREGO…. altrimenti darete l’impressione, anche se non veritiera, di essere degli smidollati senza coglioni… e non è un bel sentire, sta mano che sembra nà sogliola, non ci vuole molto S-T-R-I-N-G-E-T-E, altrimenti fate a meno che è meglio) a gente che non avete (e che non vi ha) cagato (scusate il termine) per tutto l’anno…chi insomma ne ha le palle piene, ma VERAMENTE, piene, sappia che ha tutta la mia comprensione.
Cosa ve ne fate, della mia comprensione?
UN EMERITO CAZZO, però dal momento che, “mal comune mezzo gaudio”, spero serva almeno a tiravi un po’ su il morale ed inoltre a farvi sentire, meno soli sul pianeta terra.
Il mio, non è un atteggiamento snob, da super-figa, che si sente superiore all’universo consumistico.
Anzi, non esiste persona più “consumistica” di me. Io consumo molto. E da quando ho un CANCRO (a parte, ovviamente, i farmaci) cerco di consumare ancora di più. Proprio perché il mio orologio biologico ha iniziato un veloce conto alla rovescia, stò stronzo.
Lo, so! TUTTI DOBBIAMO MORIRE!
CHE PALLE!
CHE PALLE!
Altro che albero di Natale!
Tutti dobbiamo morire, ma io di più!
Io spero di essere la prima tra i miei conoscenti e parenti.
Gli altri stanno tutti bene, per fortuna, ed allora, lasciatemi morire per prima, che ho un cancro, cazzo, e non mi rompete i coglioni con stè frasi scontate!
Io voglio CONSUMARE la vita.
Spendere e spandere.
Rompere le palle.
Parlare.
Stressare la gente.
Non esiste alcun obbligo nei miei confronti, soprattutto da parte delle persone (fortuna loro) che non mi sono parenti stretti.
Io sono molto comprensiva e so che infastidisco mediamente molte persone.
Ero “fastidiosa” anche prima di ammalarmi, perché parlo, parlo, parlo, parlo, parlo….
Adesso, poi……
PARLO, PARLO, PARLO, PARLO….
Prima qualcosa mi tratteneva dal dire alcune cose…
Adesso mi si sono rotti i freni inibitori.
Distribuisco consigli non richiesti, ad amici, parenti ed emeriti sconosciuti…
Giggino, lo so, si vergogna un po’…
Cerca di incolpare i farmaci..
Ma, vi assicuro, i farmaci non centrano nulla…
Invecchiando i “difetti” si acuiscono. Io sono sempre stata “logorroica”. Adesso lo sono in maniera esagerata.
HO PAURA DI NON FARE A TEMPO A DIRE TUTTO QUELLO CHE MI PASSA PER LA ZUCCA (bella la scusa, non trovate?)
Non riesco più a sopportare alcuni aspetti del prossimo, che fino a ieri mi erano digeribili.
La cosa vale anche per le cose positive, fortunatamente!
Ed allora dico a tanta gente che la AMO. Anche se magari neanche mi considera!
Insomma, faccio veramente un po’ schifetto.
Sono “DURA” da sopportare.
Ed infatti, intorno a me, il DESERTO!
Amici e parenti, mi girano MOLTO alla larga.
Tanti sono spariti.
Ma a Natale, c’è stato il raduno dei reduci.
Una tavolata con parenti e con reparto oncologia e geriatria.
Nà “botta” di vita, mia nipote Chiara, di 16 anni.
Le sono cara, perché sparo puttanate e la faccio ridere e le faccio dei regali.
Il PRANZO di Natale, è trascorso quasi sereno.
Mio sono beccata queste due critiche, che mi terrò care:
1) Quando parlo faccio sentire gli altri delle “merde”;
2) Penso di avere solo io, una cosa “di grande interesse”, perché ho un cancro.
PAROLE SANTE, (infatti mi sono state dette a Natale).
Cercherò di farne tesoro.
Lo so, qualcun o leggendo sto post, penserà che sono molto stronzetta.
Ancora di più di prima!
Ma sono stufa di tutte ste feste.
Di tutti sti pandori e ste luci colorate.
Ciò un cancro e mi sembra di essere più “figa” degli altri e di essere autorizzata a dispensare “perle di saggezza”.
Ed invece, sono solo una delle tante (purtroppo), persone malate (di cancro e non), che a Natale si sono “tirate” al meglio ed hanno partecipato ad una celebrazione che ha perso quel sentore religioso, per diventare una sagra dei consumi, in un periodo, di recessione come non lo si vedeva da anni..
Siamo malati e siamo “pesanti” da sopportare.
Non siamo “belli” da vedere ed evochiamo scenari apocalittici.
Qualcuno di noi comincia già a puzzare.
Io scrivo un sacco di troiate.
E questo post è una delle tante.
Ma non sono, vi assicuro, i farmaci!
Amen


Ps: aspettate qualche giorno a salire sulla bilancia…
E poi c’è ancora capodanno e la befana!
Avete pronti e cappellini e le trombette?
Dai, che a capodanno facciamo il TRENINO!
Voglio anch’io il trenino…
E io mi metto a fare la locomotiva!
Come amo i petardi io, Dio solo lo sa!
Spero ne sparino tanti i vicini!
Che giornate meravigliose queste, in attesa della biopsia delle radio..
E poi mi sono arrivati gli arretrati della pensione di invalidità!
Che figata!
E tra un po’ ci sono i saldi!!!!!
Vedrai, come CONSUMO!
Sono proprio una donna medio-borghese di oltre mezza età…
Dio come mi sento mediocre..
Io che volevo uscire dal mucchio....

martedì 23 dicembre 2008

DOLCE STACCO NATALIZIO

Cari giovani e meno giovani abitanti di questo mondo, che per caso o per penitenza, o per pena o per simpatia, leggete le troiate che scrivo, ed insistete pure, nonostante esse siano trasversalmente imbevute di una scontata tristezza menopausale e cancerogena (oltre che strettamente legata alla recessione che mi impedisce di gioire dello scialacquo di euro in troiate ad effetto placebo), cari giovani o meno giovani, con la presente vorrei augurarvi ogni bene, per le prossime feste che, (come ogni santissimo anno, non ci sono cazzi) si apprestano ad arrivare.
Motivo “principe” per festeggiare, nonostante la “nebbia” che ci avvolge, nonostante il governo, la recessione, le miserie, la gente che muore di fame e la gente che muore perché mangia troppo?
Nonostante le “ricchezze” del pianeta siano distribuite in maniera così vergognosa da provocare impellenti conati di vomito (salvo a non appartenere alla fetta che passerà le vacanze alle maldive o a Cortina e spenderà per una “suite” quello che io e tanta altra gente fortunata a d averla, prendo di pensione di invalidità in dieci anni?)
Motivo super eccezionale per festeggiare è che CI SIAMO ANCORA!
Io almeno, ci sono…
Ed un po’ anche ci faccio…
E quelli che non ci sono più?
Si risparmiano tanti sorrisi di circostanza..
Tanti pranzi col parentado (averghelo!)….
Il pandoro…
I sorrisi da paresi…
Che mondo strano il nostro….
Lo critichiamo tanto, ma vorremmo tutti partire per le Maldive..
Io lo vorrei.... (magari preferirei Istanbul, ad esempio od il Messico)....
Con Giggino…
Ed una selezione di amici….
Il denaro non fa la felicità, ma consola molto, non ci sono cazzi!
Un “biopsia” a pagamento: risultato in tre giorni…
Quella ospedaliera senza conoscenze, quattro settimane….
Pulire il cesso a mio padre senza tanti soldi…:tanta fatica e l’aiuto di mia cognata…
A pulire il cesso nel villa della Carlà, non ci andrà di sicuro la cognata….
A non averlo, il cesso, (od il padre) si risolve il problema.....
Un bacio a tutti..
E, dimenticavo BUON NATALE!
E tante-cose! (belle)
Ciao Anna


ps: lo so, non riesco ad essere "cherubina"!
che sia perchè ho il CANCRO?
Mah
psps: per chi a dolori cronici intensi, io consiglio l'OSSICODONE.
Io prendo 30 mg al mattino e 30 la sera...
OTTIMA copertura...
Attenzione, è DOPING!
Mi drogo, ma me ne sbatto...
L'importante è che io non URLI dal dolore dalla mattina alla sera!
Abbiate fiducia!
ESISTONO ottimi farmaci antidolorifici (oltre la morfina)...
Non andate in "orbita!"
Però non sono da regalare sotto l'albero!
Chiedete, se del caso, al vostro medico!

mercoledì 17 dicembre 2008

NEGATIVO

Il Suo esame è risultato NEGATIVO!
La biopsia eseguita, ha dato esito NEGATIVO!
Questo, anche se bisbigliato al cellulare da un medico nel primo pomeriggio di un giorno che difficilmente dimenticheremo, significa:"Lei non ha il CANCRO!
Adesso si che è NATALE!
Altro che pandoro e luci colorate!
Mi sto svegliando da una specie di letargo!
Da una specie di coma!
Ero in uno stato catatonico, ansioso, furioso e disperato!
Ma "il Suo esame HA DATO ESITO NEGATIVO"!
EVVIVA!
CAZZO, MA NON SARA' MICA SEMPRE MERDA!!!!!!!
VABBE' CHE SILVIO AL GOVERNO PORTA SFIGA, VABBE' CHE E' UN ANNO BISESTILE,VABBE' CHE C'E' LA RECESSIONE, VABBE' CHE NON A TUTTI SIAMO SIMPATICI, VABBE' CHE DI QUALCOSA TUTTTI, MA PROPRIO TUTTI, DOBBIAMO PUR MORIRE, VABBE' CHE PER IL FATTO CHE SON MALATA IO, NON E' CHE GLI ALTRI DEBBANO NECESSARIAMENTE NON AVERE MAI NULLA, MA CAZZARUOLA, QUEST'ANNO, COME FAMIGLIA, AVREMMO GIA' AM PIAMENTE DATO..
CHI MI CONOSCE, SA...
NON POSSO FARE UN ELENCO...
MA VI PREGO...
BASTA...
UN FIA' DE RESPIRO...
NA' SCIANTA...
UN POCHETO...
Il Suo esame ha dato esito NEGATIVO!
Lo ha detto il chirurgo che ha eseguito la biopsia!
Glielo ha anticipato il patologo!
AVETE BENE INTESO, CONOSCENTI E MICA CONOSCENTI, IL SUO ESAME HA DATO ESITO NEGATIVO!
LA BIOPSIA HA DATO ESITO NEGATIVO!
E VAI!!!!!!
E VAI!!!!!!
Adesso sto realizzando!
Giggino non ha IL CANCRO!!!!!!
PER QUELLO BASTO ED AVANZO IO!
E VAI!!!!!
Non bisogna MAI perdere la speranza!
Stavolta ero pronta alla BOTTA!
Ma la BOTTA, non è arrivata!
Allora, non porto sfiga!
Ero T-E-R-R-O-R-R-I-Z-Z-A-T-A.
Non mi interessa della mia biopsia che farò in gennaio. Io lo so che ho il CANCRO.
E me lo tengo, me lo curo, me lo godo, me lo mangio, lo divoro, lo distruggo, lo stritolo, lo inculo...
Ma, cazzo, Giggino, no!
Quello lasciatemelo stare!
Giù le mani da Giggino!
Bruttibastardidimerdalasciatelostare!
Perchè, davvero, ma davvero, stavolta sarebbe stato troppo....
Davvero troppo....
Troppo, troppo, troppo.....
Adesso mi sveglio...
Mi alzo...
Abbiamo un albero di natale magnifico.
Ci attaccherò il referto in questione, al posto della stella!
Tanti auguri a tutti!
Che stiate tutti al meglio delle vostre possibilità.
Un bacio ai malati che mi leggono.
Un grossissimo bacio a tutti quelli sani!
Tanta, tanta, ma tanta salute!
Un grosso bacio, amore mio...
Sono così felice...
Che bel regalo per il nostro 18esimo anniversario di matrimonio!
Sei TROOOOOOOPPPOOOOOO sano!
Ti amo
tua Anna


Ps: vedete, non sempre le cose "NEGATIVE", hanno un brutto significato...
Quasi quasi compero anch'io un babbo natale e lo attacco fuori1
Col dito medio alzato lo vendono in giro?
Mah

domenica 14 dicembre 2008

UN ANONIMO ARCHITETTO DI PROVINCIA

(Titolo originale: UN’ANONIMO ARCHITETTO DI PROVINCIA, che è ora di finirla con sta un, che se c’è una vocale non ci va l’apostrofo, a me non mi sembra giusto. Da sempre, proporrei un referendum se non avessi dell’altro da fare, perché, diciamocelo, è molto più armonico unnaltro con l’apostrofo, perché sembra una sola parola UNAALTRO. Invece un-altro è disarmonico. La enne si avvicina alla a, ma si arresta improvvisamente.. uffa che palle…lo so di essere un incompresa!)


Tanto premesso, parlando al telefono con Giggino, stamani, gli ho detto che, sinceramente, anche se sono un po’ rotta ed abbiamo dei problemi famigliari ecc., non farei a cambio della mia vita, con quella di nessun’altra.
Una bella dimostrazione di amore e di fedeltà, mi pare.
Mica come lui, che va sempre alle “RIUNIONI”, torna a notte fonda ed a volte è piuttosto "scomposto" (ho dovuto eliminare l'originale, perchè Giggino si era un tantino "offeso", dice che lo descrivo come un "pollastro"...
Mah!).
Comunque gli stavo dicendo che non avrei fatto cambio con nessuna delle mie amiche o conoscenti, sebbene più sane, giovani, fresche della sottoscritta…
Nemmeno farei cambio con Paris Hilton o la Ventura…
Con la De Filippi, poi…
Insomma, tutto bene, finché non mi è venuta in mente la Angelina…
Mica quella che sta in fondo alla via e che vendeva il pane alla cooperativa..
No, parlavo della Jolie, quella gnocca che ha appena avuto due gemelli..
Quella che ha adottato nà fila di bambini, un campionario di colori uno più bello dell’altro!
Insomma quella strafiga che ha “soffiato” il marito alla Jennifer di Friends…
Insomma, fare cambio con la Angelina Jolie, mi sconfinfera un sacco..
Essere superfiga, supericca, supermamma, supersana, cazzeruola…
Però, mi è venuta un’idea che sistemerebbe tutto.
Io se potessi fare a cambio della mia vita con qualcuno, lo farei con la vita della Angelina Jolie.
Mi strapazzerei bene bene, per un tot quello che vive insieme, quel tale biondo e muscoloso, che si chiama Pitt e che mi pare faccia anche lui l'attore....
Che pare “renda” molto….specialmente lungo disteso….
Poi, tra lo stupore generale (ho spiegato a Giggino, che era sempre all'altro capo del telefono), mollerei Pitt e mi fionderei a Verona.
A Chievo, per la precisione, accompagnata dai figli e dalle bodyguard e da uno stuolo di fan.
A prelevare Giggino.
E lo porterei a vivere a Hollywood.
I titoloni sui giornali pertanto enuncerebbero: “LA JOLIE LASCIA PITT PER SPOSARE UNANONIMO ARCHITETTO DI PROVINCIA!”.
Così saremmo tutti contenti……
O quasi..
Olè

venerdì 12 dicembre 2008

PIOVE

E piove.
Piove.
Piove.
Piove.
Inutile lisciarsi i capelli.
Inutile indossare i cappotti di lana.
Inutile andare a fare un giro per le bancarelle di Santa Lucia.
Sono tutti stufi.
Sono tutti bagnati.
E intanto il tempo se ne sbatte.
E piove.
Piove.
Piove.
Madonna quanta acqua.
Si può mica mettere da parte per l'estate?
Per annaffiare i geranei?
Mah

ps: visto che se voglio, sò ermetica?
O quasi.
Sempre sema, comunque.
Ed è quello l'importante....

mercoledì 10 dicembre 2008

CHE BOTTA!

Io che mi credevo “Figa”, cioè la “Donna col cancro che combatte e fa coraggio alle sue compagne ed ai suoi compagni di viaggio” sono ancora sconvolta da una “BOTTA” mai vista al mio orgoglio, dalla quale ancora mi devo riprendere del tutto, e che mi ha tolto il sonno, ferito l’orgoglio, fatto girare i marroni, ed intristito un sacco.
Venerdì scorso (non l’ultimo) sono stata in DH Ematologico per la cura ed il controllo mensili.
Era più dura del solito, perché avevo perso un altro compagno di viaggio, della mia stessa età….
I primi cinque mesi io ci sono andata in ambulanza, lunga distesa sulla barella perché non potevo stare seduta, a causa del dolore in sede di lesione al sacro.
Dopo ho iniziato tutta contenta, nel mio piccolo, ad andarci con le mie gambe, acquistando sempre più forza, grazie soprattutto alle cure antidolorifiche davvero eccezionali che sto facendo ora (30 mg. di Ossicodone al mattino e 30 alla sera: copertura dal dolore molto buona. La lesione al mio osso è molto estesa ed il dolore non potrà MAI passarmi senza che io prenda degli antidolorifici! Me la sono messa via, me ne sono fatta una ragione. Non ho effetti collaterali gravi e cerco di accontentarmi. Ovviamente, non esistono rimedi della cosiddetta “medicina alternativa”. Con quelli, al massimo, io mi ci posso fare un pediluvio e pertanto vi dispenso cortesemente, dal darmi consigli in tal senso, se non volete che vi mandi a’fan culo!)
Tanto premesso, mi sono alzata alle sei per essere pronta alle otto.
Si, ci metto due ore a prepararmi ad uscire quando mi alzo.
Ero lunga anche prima di ammalarmi, figuriamoci adesso!
Mezz’ora perché mi si sciolgano i muscoli e mi passi il dolore ed i formicolii, e poi, bagno, capelli e piega, trucco e scelta della mise.
Non troppo vistosa, visto il reparto oncoematologico, ma neppure da “stomorendoenonscassatemilepalletantohogiàdecisodiarrendermiperchèsonstufa” e nemmeno”iociòilcancroesonpiùfiga” e nemmeno “ilmiocancroèpiùgravedeltuoetuseiunamrdinacagasotto!”.
Insomma, ho optato per un tailleur giacca pantaloni nero con una leggera righetta fuxia (di dieci anni fa, ma adesso ci entro), ed un sottogiacca fuxia, per dare un tocco di colore, ma senza eccedere, certo, mica andavo ad un a festa!).
Però pensavo, sbagliando, di fare “coraggio” a miei compagni di viaggio!
Le uniche contente di vedermi, invece, sono le infermiere, che si ricordano come ero ridotta e “sentono” in qualche modo di avere partecipato, giustamente, alla mia “rinascita”.
Ed i medici, che mi hanno visitato dopo, e che si divertono a prendermi per il culo, visto che sparo un sacco di puttanate (penso siano contenti di vedere una contenta, od almeno una che ci prova….).
Ma le mie compagne di viaggio…..
Dopo un’autoanalisi “critica” ed alquanto sofferta (che ha minato ulteriormente il mio amor proprio, visto che sono tanto permalosa) ho capito una cosa: non tutti i malati oncologici hanno voglia di sentire quello che dico.
Io ho accettato il fatto di avere un CANCRO e la parola in se proprio non mi spaventa più, oramai.
Ce l’ho, che cazzo devo fare?
Chiamarlo BRUTTO MALE, va forse meglio?
Per me no, ma sto elaborando il lutto , cioè la perdita della mia salute da molto tempo.
E’ dal 24 maggio 2004 che sto male, anche se la diagnosi esatta di MIELOMA l’ho avuta solo nell’agosto del 2007.
Poi, purtroppo, ho avuto malati molto gravi e particolari in famiglia, che ho seguito da vicino.
Parlo di gastroscopie e colon, di antiaggreganti piastrinici, come parlare del tempo.
Di trapianti di fegato e di farmaci antirigetto, come gli altri parlano dell’arrosto che cucineranno a Natale.
Ma lì c’è gente che è ad uno stadio diverso dal mio.
Magari sono all’inizio della terapia, e si vergognano a dire che hanno il CANCRO.
Alcune persone stanno facendo la chemio, sono spaventate e sono senza capelli, e forse mi odiano perché io li ho!
Io parlo, parlo, parlo…
Una signora che a dire il vero un po’ mi stava sulle palle anche prima (perché, davanti a delle persone con la parrucca aveva detto che lei la parrucca non se la mette e “me ne frego se sono pelata perchè le parrucche si vedono lontano un chilometro” il che, non è assolutamente vero, vi assicuro e poi saranno anche cazzi di chi le preferisce alla bandana od al cappellino, no?), mi ha spiazzato dicendomi, dopo essersi abbassata la mascherina di protezione dai virus quando sono immunidepressi dalle terapie: “Certo signora che invece di tirarci su di morale, lei continua a parlare di disgrazie!”
“Mi scusi Signora, ma io pensavo di infondere coraggio solo a guardarmi, visto che sono in piedi e cammino, comunque stavo uscendo così si risolve il problema (ero nel soggiorno a fare colazione dopo il prelievo ed in attesa del flebo e della visita)”.
“Bene”, mi ha detto la Signora con un tono veramente acido, “altrimenti me ne vado io!”.
Cazzo che botta!
Io che mi credo di infondere coraggio ai malati di CANCRO che fanno la chemio e che sono pelati e che hanno almeno venti anni più di me!
Io che invece sono stata tacciata da nà befana che mi ha detto che “parlo sempre di disgrazie”, nel reparto di oncoematologia, dove sarebbe auspicabile, evidentemente, parlare dei prossimi saldi o dell'ultimo film di Boldi e la Ventura.
O dell'Isola dei famosi...
Insomma di tutt'altro che delle nostre malattie e delle cure, e della pensione accompagnatoria che ci spetta ecc. ecc.
Io che mi credevo figa!
Io che ho creato stò blog per fare “coraggio” invece, pare, faccia schifo!
Siamo in tante teste diverse, siamo tutti malati ma a stadi anche “mentali” diversi…
Io mi sono persa dietro ai cazzi miei..
E, come ha detto un giorno Max “Adesso che hai il CANCRO, non puoi stressare i marroni a tutta la gente”.
E’ vero e me ne scuso…
Vi prego di lasciarmi stare..
Sono malata.
Molto malata.
Cerco di fare la spiritosa.
Non posso essere a tutti simpatica e non voglio che la gente quando passo si tocchi le parti basse…
Basta uscire dalla stanza.
Basta uscire dal mio blog.
E fuori c’è un meraviglioso Natale, anche se un po’ sottotono che ci aspetta!
Magari pure nevica……
Vuoi mettere l’atmosfera?

Ciao Ciao

La prossima volta, cercherò di STARE ZITTA.
Magari non prendo l'oxycontin, così sto zitta dal dolore...
Oppure dormo, che sono tanto stanca...
Buona notte a tutti---

IL COLORE VIOLA

A dire il vero, a me di persona personalmente, il colore viola e dintorni, è sempre piaciuto molto.
Insieme al bluette, con il quale ho fatto tinteggiare, con l’approvazione di Giggino e lo sgomento di qualcuno, parte della casa.
Ma dipingere la casa di viola, ad esempio, non mi è mai passato per l’anticamera del cervello.
Tuttavia sto colore sul quale aleggia una sorta di velo di “mistero” mi è sempre piaciuto molto.
O almeno credevo.
Perché sono arrivata al punto che non lo so più con certezza.
E questa cosa mi turba molto.
Ho investito una parte dei mie introiti, nel colore viola (e nelle sue sfumature che virano al fuxia ed al melanzana, passando dal lilla e spingendosi sino al bordò).
In capi di abbigliamento da indossare, in ombretti da applicare sulle palpebre per cercare di mettere in risalto (lo dicono le profumiere del galassia ed anche i giornali di moda) il colore verde smorto delle mie iridi.
Lo “sdoganamento” del viola che c’è stato quest’anno (bisestile, non dimentichiamocelo) tuttavia ha raggiunto “sommità”, diciamolo, veramente “stucchevoli”.
Cazzaruola, ovunque ti giri vedi VIOLA.
Sono scesa dopo tre ore di macchina, in un paese sperduto della Lunigiana chiamato Montereggio (vedi sito allegato), mezza anchilosata e dolorante per la postura da “sedile ribaltato” (il meglio che la macchina di Giggino mi può offrire) e mi sono immersa in un’apoteosi di VIOLA, davvero quasi imbarazzante!
Menomale che di quasi-VIOLA avevo solo la borsetta che, dalla vergogna, ho rifilato, aimè, a Giggino, con la scusa che pesava troppo e mi faceva male il braccio.
E’ che mi vergogno di essere così stomachevolmente “modaiola”.
Io vorrei essere FUORI DAL MAZZO.
E invece…..
Forse la prima… a cedere alla “tendenza di moda”.
Che tristezza sapere che nà persona magari stronza, piena di euri, bellissima e strafelice, decide perché gli gira, che l’anno prossimo ci vestiremo tutte nelle nuance del “VIOLA”.
Anche mia suocera, che veste sempre rigorosamente di grigio perla, rosa pallido, lilla o vede acqua, ha acquistato una maglia in una bellissima tonalità VIOLA.
Sono scesa in questa piazzetta e mi sono trovata davanti, un total look VIOLA.
Dalla sciarpa alle scarpe.
Donne, bambini e persino uomini, osano quest’anno il colore VIOLA.
Ma, cazzo, a nessuno è mi passato per la mente che tutte ste sfighe che si sono abbattute sull’Italia e, più in generale nel mondo consumistico, siano in parte da ricondursi alla SFIGA che porta indossare il colore VIOLA, così in massa?
Porcamiseraccia, in un anno così bisestile, e con il governo del Berlusca (che un po’ di sfiga, è riconosciuto anche dai sostenitori politici, sicuramente porta….), tutti di VIOLA vestiti, avete visto cosa è successo?
Stà recessione ed il crollo delle borse?
Allora, lo vogliamo capire che “Il viola è il colore dei paramenti sacri usati durante la Quaresima. Nel medioevo venivano vietati, proprio in quel periodo, tutti i tipi di rappresentazioni teatrali e di spettacoli pubblici che si tenevano per le vie o le piazze delle città. Ciò comportava per gli attori e per tutti coloro che vivevano di solo teatro notevoli disagi. Non potendo lavorare, le compagnie teatrali non avevano neanche i mezzi per procurarsi il pane quotidiano, ed erano costrette a tirare la cinghia. Questo è il motivo per cui il colore viola è odiato da tutti gli artisti, in generale, ma è vietato soprattutto in teatro dove con il passare dei secoli è diventato vera e propria superstizione.”
Vedi che adesso dobbiamo tirare tutti la cinghia?
Come in Quaresima?
E ci metterei su le palle, se le avessi, che l’anno prossimo venturo, tutte le nostre belle giacche VIOLA e le nostre scarpe VIOLA, e le nostre SCIARPE viola, ce le potremmo cacciare un quel posto….
Perché qualcuno avrà deciso che il VIOLA è out, e che è il turno del GIALLO BANANA,
Lo so, anche a me pare impossibile la moda ci influenzi in una maniera così elevata.
Vorrei essere “superiore” a ste bassezze consumistiche..
Ed invece, anch’io sono una povera donna di oltre mezza età, in fila per un “capo spalla viola in promozione”, che l’anno prossimo, sicuro perché succede ciclicamente” mi vergognerò di indossare…
Pensare che, tanti tanti anni fa, un signore disse alla mia mamma, mentre stava passando indossando un vestito VIOLA: “Il viola, saperlo portare, è un gran colore!”
Ed ogni tanto ci penso e sorrido.
Alla prossima!


Ps: la mia amica Citro è sempre stata una vera appassionata del VIOLA!
Posso testimoniarlo anche davanti ad una giuria. Lei è al di sopra della moda del momento.
La sua non è una sbandata.
E’ proprio vero amore!

TORRE DEL LAGO

TORRE DEL LAGO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO
per i 50 anni di Flavio ed Annalisa...

Con Diana e Oscar

Con Diana e Oscar
splendidi figli di Gianni e Camilla...

CI SONO ANCORA

CI SONO ANCORA
con la collana in vetro di Murano ed argento, regalo dei colleghi..

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.
Come potete vedere, quello indicato con la freccia è ALIEN (il mio buco sul sacro, PLASMOCITOMA S1-S3: è quello nero)

IO e....boh! non so chi sia...

IO e....boh!  non so chi sia...

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino non ci stà più

Maggiolino non ci stà più
nel piatto Marocchino!

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO
Ciro Crillo

LA NICO COL GATTO

LA NICO COL GATTO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA
Ero un tantino incazzata. Si vede?

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE
Si vede che sono un tantino sollevata

Carlotta....

Carlotta....
la micia di Arianna e Roby...

Coco

Coco

Per Mara....

Per Mara....

Maggiolino 2008

Maggiolino  2008
Ottobre

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

PENNARELLI E MATITE

PENNARELLI E MATITE

Particolare del 99

Particolare del 99

GATTI MISTI 2008

GATTI MISTI 2008

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO
l'ho regalato a Loretta e Michele, l'ho disegnato adesso, di notte, con i pennarelli

GATTO DI NOVEMBRE

GATTO DI NOVEMBRE

ACQUARELLO

ACQUARELLO

TANTI GATTI

TANTI GATTI

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

PASTELLI

PASTELLI

ACQUARELLO E MATITE

ACQUARELLO E MATITE

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

A CHINA

A CHINA

Giggino stravaccato sul sofà

Giggino stravaccato sul sofà

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)
Natale 2007. Traspare dallo sguardo dei micetti, la serenità dello spirito che si avvicina con devozione alle sante festività!!!! diodellamadonna, sembrano due iene! Vedi il subconscio..

acquarello

acquarello

Senza titolo

Senza titolo

Pennarelli e matite

Pennarelli e matite

Tempera su legno

Tempera su legno

Olio su tela

Olio su tela
A Giggino piace, mentre a mè fa schifo, perchè con i colori ad olio, sono proprio negata....

Particolare

Particolare
luna

Giggino

Giggino

Acquarello

Acquarello
Botticino

Particolare

Particolare
Pastrocchi con i pennarelli e le matite

Particolare

Particolare
Tempera su asse di legno

MADONNA

MADONNA
E' stato un esercizio di stile. Non è il mio genere...era per provare se sono capace di disegnare

Il nostro letto a Montereggio

Il nostro letto a Montereggio
Dipinto dalla stessa scrivete nel lontano 1993

BARBARA

BARBARA
la nipote, la figlia di mio fratello Sergio...quella che ha tre gatti, due cani, quattro cincillà..quella che ha una "passione" per gli animali...

GIGGINO

GIGGINO
il mio amore con la cravatta e la camicia che gli ho regalato io, con i suoi soldi!

LA NICO

LA NICO
quella gnocca di mia cognata

COMPLEANNA

COMPLEANNA
Il taglio della torta...(da sinistra) Mara, Loretta, io che frigno, Massimino e Silvietta (Citrato n. 2)

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008
a passeggio a Peschiera

MAGGIOLINO

MAGGIOLINO
stonzettino

Occhi gialli

Occhi gialli
karma Chicca, madre/moglie di Cicciolinus, madre di Maggiolino...

Cicciolinus

Cicciolinus

maggiolino in semi-coma

maggiolino in semi-coma

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino
Il più bello della Via Perloso, nò balle!

2005

2005

2006

2006

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia
Ad un anno esatto da quando mi si è bucato l'osso sacro! Il cimitero può attendere! Coraggio, tumorati di tutto il mondo, mettiamogliela in quel posto! Mieloma, ti conosco, ti vedo, ti stronco!!!!!!!! Bastardo vedremo chi la vince!

19 luglio 2008

19 luglio 2008
Anniversario di quando mi sono seduta sulla sedia e mi si è rotto l'osso sacro! per festeggiare cena a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Coppia al mare

Coppia al mare
Giggino, il sant'uomo di mio marito ed io

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/
siamo in Lunigiana, nel paese dei librai, paese natio di Giggino

Montereggio

Montereggio
la chiesa sconsacrata

Montereggio

Montereggio

19 Luglio 2008: Montereggio by night

19 Luglio 2008: Montereggio by night

Crì ed io a Montereggio

Crì ed io a Montereggio
13 luglio 2008

Mary alla finestra

Mary alla finestra
A Montereggio

ROBERTO E FIORELLA

ROBERTO E FIORELLA
coppia al bar in quel di Montereggio

Sono andati avanti.......

Sono andati avanti.......
Mauro, Rambo ed Ila