TRADUTTORE

Barra video - La colonna sonora che preferisco....

Loading...

BENVENUTO

Chievo , Dicembre 2007
Ciao, benvenuto nel mio blog!
Mi chiamo Annamaria, ho 49 anni (purtroppo) di professione architetto, sono un tantino "fuori" di testa e stò lottando con tutte le mie forze contro uno stronzissimo cancro del sangue, che mi vorrebbe eliminare!
Non ti spaventare, il cancro non è contagioso, ed io voglio dimostrare che si può vivere a 360 gradi, anche con un cancro, o perlomeno provarci!
E senza lagnarsi e farsi compatire (se non quel tanto che basta per ottenere delle cose che altrimenti ci sarebbero negate...insomma, già che ci siamo perchè non approffittarne?)
E come disse Freddie "[...] ora voglio soltanto avere la maggior quantità possibile di gioia e serenità, e immagazzinare quanta più vita riesco, per tutto il poco tempo che mi resta da vivere."(Ultima intervista di Freddie Mercury, 1991).
Amen

Informazioni personali

La mia foto
Vivo a Chievo, (VR) e sono felicemente sposata da 17 anni con Giggino. Niente figli ma abbiamo tre gatti, che comunque non mi chiamano "mamma" (i figli son figli ed i gatti son gatti! Mica sono scema!). Ho anche UN MIELOMA sviluppatosi a causa della GAMMOPATIA MONOCLONALE! Lo scopo del mio blog, è quello di INFORMARE sulle cure e dimostrare che anche con un CANCRO si può vivere in maniera decorosa!! Cerco di vedere il lato "ironico" della situazione anche se, in effetti, a volte risulta un tantino difficile.... Meglio "riderci sopra" che frignare dalla mattina alla sera! Tanto, cosa cambierebbe? Che Giggino si trovebbe un'altra...ancor prima di restare vedovo! e non è proprio il caso.. anche se, a dire il vero, gli ho già proposto un paio di donzelle!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, e pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 7 marzo 2001 n. 62. Molte delle immagini presenti in questo blog sono reperite da internet, pertanto tutti i relativi diritti rimangono dei rispettivi autori.Qualora l’uso delle immagini riportate in questo blog avesse involontariamente violato le norme in materia di diritto d’autore, i soggetti legittimati potranno darne comunicazione all’autore che provvederà ad eliminarle immediatamente dal blog.Il contenuto di questo blog è proprietà intellettuale dell’autore e come tale è protetto dal diritto d'autore ai sensi della legge 22 aprile 1941 n. 633. L'usurpazione della paternità di testi e immagini è pertanto perseguibile a norma di legge. E' vietata la riproduzione, in qualunque forma, se non con il consenso scritto ed esplicito dell'autore.

Google Calendar Viewer

ACQUARELLO

ACQUARELLO

domenica 28 settembre 2008

IL DISTURBO COMPULSIVO DA SHOPPING

Che si trattasse di un vero e proprio disturbo, in effetti, l’ho appreso molto più tardi della data di origine dello stesso.
Proprio come per il Mieloma.
Ed, in effetti, mentre il Mieloma mi ha cagionato un “buco” nell’osso sacro, il disturbo compulsivo da shopping, mi ha cagionato e, sicuramente mi sta ancora cagionando (non servono particolari esami, basta un semplice collegamento on-line con la Popolare) un “buco” nel conto corrente.
Diciamo che, oltre al buco nell’osso sacro, mi ritrovo pertanto anche con le “mani bucate”.
Insomma, per farla breve, sono tutta un buco. Sono un osso-buco.
Le cosiddette “mani bucate”, le ho avute probabilmente sin dall’infanzia ma il disturbo si è decisamente aggravato nella tarda adolescenza.
Essendo “tardona” di mio, la mia adolescenza si è spinta fino intorno ai 20/21 anni, fino a quando cioè ho iniziato a guadagnare qualche soldo con il sudore della mia fronte.
Prima come “facchino” alle poste, poi come “vendemmiatrice”, poi come “tirocinante in uno studio di architettura”, tirocinio che si è spinto ben oltre la laurea avvenuta nel lontano novembre del 1984 (cazzo come vola il tempo!).
All’inizio andavo a fare shopping con la mamma: è stata lei la mia istruttrice. Anche lei aveva qualche ansia interna che la divorava e che cercava di sedare con l’acquisto di beni futili, soprattutto vestiti, scarpe e rossetti.
Mi piaceva andare in Centro a fare spese con la mamma. E mangiavo sempre un gelato pinguino alla nocciola, mentre lei un semifreddo od una mattonella, che acquistavamo in una storica gelateria ancora in auge, del centro di Verona.
Prendevamo sempre l’autobus per andare in centro, per l’esattezza era il n.10.
Il nostro negozio preferito era in Via Cappello, una specie di grande magazzino dove si trovava di tutto.
Lei era una signora che amava vestire con una certa “classe”, anche se era la figlia di un muratore, aveva sposato un operaio e faceva la parrucchiera.
Però era sempre elegante, almeno io me la ricordo così. Persino il suo vestito da sposa, del 1947, aveva una linea molto semplice e stranamente ancora attuale, veramente molto scic, non come certi vestiti da sposa pomposi, che se li rivedi dopo un tot di tempo, ti viene un accidenti.
Anche quando aveva settant’anni, curava molto il suo look, nonostante gli acciacchi e portava spesso i pantaloni, contrariamente a molte donne della sua stessa età. Amava molto le tute di pile, e diceva che “fino a cinquant’anni ci si può vestire di nero, ma poi ci si deve vestire di rosso”. E penso ancora adesso che abbia ragione (ho ancora poco più di un anno di tempo, dopo dovrò rinnovare quasi completamente il guardaroba, perché ho troppa roba di colore nero. Mi toccherà fare shopping!).
Insomma, nà volta andavo a “fare spese” in Centro con la mamma.
Poi ho cominciato ad andare in giro in Centro a spendere i soldi della mamma, del papà, di Giggino ed anche, ovviamente, i miei (che comunque, come si dice da noi, “pareli pure attorno, ma tanto iè sempre quei!").
Poi ho continuato andando nei centri Commerciali.... (mi piacciono le Corti Venete)
Ho scoperto il mercato dello Stadio al sabato mattina....
L’Outlet di Mantova..
L’Ipercoop di Sarzana..
Il mercato di Forte dei Marmi….
Quello di Istanbul e di Marrakech..
Insomma, ovunque ti giri c’è un mondo di beni di consumo da consumare…
Il disturbo consiste nell’impulso irrefrenabile di ripetere un gesto continuamente e senza controllo (come quando continuavo a mangiare chili di ghiaccio, ma il disturbo poi si è scoperto era cagionato da una grave anemia).
E nel trarne un sacco di goduria.
Comperare vestiti e tailleur, scarpe e stivali, sciarpe e cappelli, ed accumularne una quantità tale da rendere indispensabile, ogni tot mesi, operare una selezione per ovvi motivi di spazio.
La gioia che traggo nello spendere, è inversamente proporzionale al prezzo.
Meno spendo, più compero, più godo.
Parlo ovviamente a livello personale.
Ed accumulo una quantità di capi di abbigliamento che non mi servono a niente.
Se non a sedare il mio impulso compulsivo.
Ma si quieta per poco.
Solo fino al fine settimana successivo, quando riesco ad arrancare in qualche punto vendita e ricominciare di nuovo o fino ai prossimi saldi!
Alla facciazza del conto in rosso…
Ovviamente, con la scusa che sono malata, tale disturbo si è aggravato.
Della serie: “Per quale motivo mi dovrei privare di una, se pur stupida nonché transitoria “ebbrezza” provocata nà volta tanto, non da un’iniezione di contramal? Perché e per chi dovrei risparmiare denaro? Cosa me ne faccio di tutti i soldi del mondo, se non mi posso comperare un nuovo osso sacro?”.
Lo so, invece di “buttarli” nel cesso, potrei fare beneficenza...
Potrei sfamare un campo di rom...
Potrei adottare 20 bambini Brasiliani..
Potrei, potrei…
Ma ho un “disturbo compulsivo” da shopping, una malattia grave, quasi come il CANCRO!
Se solo riuscissi ad indirizzare l'interesse esagerato (chiamiamolo così) verso qualche altro campo, forse potrei migliorare..
Sai che ridere, se mi venisse il “disturbo compulsivo da cotechino col ciuffo?”.
Povero Giggino….

ps: una bambina brasiliana l'abbiamo adottata, Giggino ed io e si chiama Bruna.
Adottare un bimbo a distanza non è complicato.
Ed il contributo mensile da versare è soggettivo.
Ci sono molte serie associazioni ONLUS che lo fanno.
Noi lo faccaimo attraverso una cara ragazza che si chiama Luciana e ci arrivano sempre notizie di Bruna, foto e disegni; lei adesso vive con i nonni e si è fatta una bella ragazzina, anche se ha ancora molti problemi dato che la madre non è molto presente....
L'associazione, per gli interessati si può contattre all'indirizzo amarelo@infinito.it.
Chi si occupa di questi bambini in difficoltà, è gente molto in gamba che quasi tutti gli anni si reca in Brasile, per aiutali anche fisicamente.
Sono persone da ammirare che dedicano molto del loro tempo, che potrebbero passare, che ne so, a fare shopping alla grandemela, agli altri. A quelli che sono in difficoltà. Altro che "perpetue" in Chiesa. Altro che rosari settimanali. Altro che chiacchiere sui blog! Altro che balle!

4 commenti:

adamus ha detto...

Tu e Giggino siete 2 Persone stupende, con un Cuore immenso, riuscire a vedere e capire le difficoltà di Persone uguali a Noi, soltanto più sfortunate.....è una grandissima virtù!
Scusa, nel mio blog c'è un post dedicato a Maddy Delfino, una Amica del blog, ora in ospedale e sta combattendo contro un brutto male,un incoraggiamento da parte Tua, (visto l'esperienza)avrebbe sicuramente effetti terapeutici (almeno nel morale),Ciao, Buona Domenica a Te e Giggino.

anna ha detto...

Caro Adamus, che compito difficile mi dai!
Oggi non posso..
Ho troppo sonno.
Ma un sonno troppo strano.
Maddy Delfino..
Che nome meraviglioso!
Anche lei catapultata all'improvviso nel dolore!
Non ci sono "mali belli" e "brutti mali"!
Ci sono le persone.
La loro vita.
C'è Maddy Delfino che ce la mette tutta..
Ci sono io, che ce la metto tutta...
Ma non aspetattevi troppo da noi..
Siamo solo delle persone che stanno affrontando una cosa più grande di loro.
Sempre esorcizzata da tutti..
Caro Adamus, proprio non ce la faccio...
Ho letto il suo blog..
Sono rimasta senza parole...
Che persona speciale..
Non poteva essere diversamente, una che si chiama Maddy Delfino!

Forse domani se mi passa il grande sonno...
Forse domani parlo con Maddy Delfino
Oggi, rispetto a Lei, mi sento troppo piccola...

anna ha detto...

Alla fine ci sono andata.
Ti ringrazio moltissimo di avermela fatta conoscere!
E poi ci sono delle altre persone meravigliose che hanno scritto dei commenti e che voglio conoscere!
Caro Adamus, sei una cifra avanti..
Se solo ti avessi conosciuto trent'anni fa!!
Saresti scappato....
E chi ti prendeva, un maratoneta?
Ciao Ciao
ps: come avrai capito, mi è passato il garnde sonno...
E poi ho deciso che "oggi non è una buona giornata per morire".
Te lo ricordi il film, con quel vecchio capo indiano?
Porca miseria mi sfugge il titolo!

adamus ha detto...

Certo che mi ricordo " il piccolo grande Uomo" bellissima quella scena del capo Indiano che aspetta la morte e poi cambia idea!
Ricordo una canzone di Branduardi, che dice......Sono io la morte e porto corona,
io Son di tutti voi signora e padrona
e cosi sono crudele, cosi forte sono e dura
che non mi fermeranno le tue mura.
Sono io la morte e porto corona,
io non di tutti voi signora e padrona
e davanti alla mia falce il capo tu dovrai chinare
e dell 'oscura morte al passo andare. (qui la freghiamo)
Sei l'ospite d'onore del ballo che per te suoniamo,
posa la falce e danza tondo a tondo:
il giro di una danza e poi un altro ancora
e tu del tempo non sei più signora.
-----------------------------------
Ho letto il Tuo intervento nel blog di Maddy Delfino.....sempre molto grintosetta sei? eh..eh..,Ciao,buona serata

TORRE DEL LAGO

TORRE DEL LAGO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO

RITROVO TRA EX COMPAGNI DI LICEO
per i 50 anni di Flavio ed Annalisa...

Con Diana e Oscar

Con Diana e Oscar
splendidi figli di Gianni e Camilla...

CI SONO ANCORA

CI SONO ANCORA
con la collana in vetro di Murano ed argento, regalo dei colleghi..

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.

LA MIA SCINTIGRAFIA DEL 09/08/2007.
Come potete vedere, quello indicato con la freccia è ALIEN (il mio buco sul sacro, PLASMOCITOMA S1-S3: è quello nero)

IO e....boh! non so chi sia...

IO e....boh!  non so chi sia...

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino nel piatto marocchino

Maggiolino non ci stà più

Maggiolino non ci stà più
nel piatto Marocchino!

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO

ALCUNI MIEI DISEGNI NEL TEMPO
Ciro Crillo

LA NICO COL GATTO

LA NICO COL GATTO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO CON BOTTICINO

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA

AUTORITRATTO DURANTE LA TERAPIA
Ero un tantino incazzata. Si vede?

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE

AUTORITRATTO DOPO LA RADIO ED IL DESAMETASONE
Si vede che sono un tantino sollevata

Carlotta....

Carlotta....
la micia di Arianna e Roby...

Coco

Coco

Per Mara....

Per Mara....

Maggiolino 2008

Maggiolino  2008
Ottobre

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

IN PRINCIPIO, QUANDO ERO MOLTO TRISTE

PENNARELLI E MATITE

PENNARELLI E MATITE

Particolare del 99

Particolare del 99

GATTI MISTI 2008

GATTI MISTI 2008

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO

GATTO ROSSO
l'ho regalato a Loretta e Michele, l'ho disegnato adesso, di notte, con i pennarelli

GATTO DI NOVEMBRE

GATTO DI NOVEMBRE

ACQUARELLO

ACQUARELLO

TANTI GATTI

TANTI GATTI

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

ACQUARELLO

PASTELLI

PASTELLI

ACQUARELLO E MATITE

ACQUARELLO E MATITE

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

PASTELLI

A CHINA

A CHINA

Giggino stravaccato sul sofà

Giggino stravaccato sul sofà

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)

Per le marmellate di Giggino (per le etichette dei vasetti)
Natale 2007. Traspare dallo sguardo dei micetti, la serenità dello spirito che si avvicina con devozione alle sante festività!!!! diodellamadonna, sembrano due iene! Vedi il subconscio..

acquarello

acquarello

Senza titolo

Senza titolo

Pennarelli e matite

Pennarelli e matite

Tempera su legno

Tempera su legno

Olio su tela

Olio su tela
A Giggino piace, mentre a mè fa schifo, perchè con i colori ad olio, sono proprio negata....

Particolare

Particolare
luna

Giggino

Giggino

Acquarello

Acquarello
Botticino

Particolare

Particolare
Pastrocchi con i pennarelli e le matite

Particolare

Particolare
Tempera su asse di legno

MADONNA

MADONNA
E' stato un esercizio di stile. Non è il mio genere...era per provare se sono capace di disegnare

Il nostro letto a Montereggio

Il nostro letto a Montereggio
Dipinto dalla stessa scrivete nel lontano 1993

BARBARA

BARBARA
la nipote, la figlia di mio fratello Sergio...quella che ha tre gatti, due cani, quattro cincillà..quella che ha una "passione" per gli animali...

GIGGINO

GIGGINO
il mio amore con la cravatta e la camicia che gli ho regalato io, con i suoi soldi!

LA NICO

LA NICO
quella gnocca di mia cognata

COMPLEANNA

COMPLEANNA
Il taglio della torta...(da sinistra) Mara, Loretta, io che frigno, Massimino e Silvietta (Citrato n. 2)

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008

DOMENICA 26 OTTOBRE 2008
a passeggio a Peschiera

MAGGIOLINO

MAGGIOLINO
stonzettino

Occhi gialli

Occhi gialli
karma Chicca, madre/moglie di Cicciolinus, madre di Maggiolino...

Cicciolinus

Cicciolinus

maggiolino in semi-coma

maggiolino in semi-coma

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino

Maggiolino
Il più bello della Via Perloso, nò balle!

2005

2005

2006

2006

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia

Luglio 2008: a 4 anni di distanza dall'esordio della malattia
Ad un anno esatto da quando mi si è bucato l'osso sacro! Il cimitero può attendere! Coraggio, tumorati di tutto il mondo, mettiamogliela in quel posto! Mieloma, ti conosco, ti vedo, ti stronco!!!!!!!! Bastardo vedremo chi la vince!

19 luglio 2008

19 luglio 2008
Anniversario di quando mi sono seduta sulla sedia e mi si è rotto l'osso sacro! per festeggiare cena a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Gruppo di amici a Vernazza

Coppia al mare

Coppia al mare
Giggino, il sant'uomo di mio marito ed io

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/

Là nella valle c'è Montereggio http://www.montereggio.it/
siamo in Lunigiana, nel paese dei librai, paese natio di Giggino

Montereggio

Montereggio
la chiesa sconsacrata

Montereggio

Montereggio

19 Luglio 2008: Montereggio by night

19 Luglio 2008: Montereggio by night

Crì ed io a Montereggio

Crì ed io a Montereggio
13 luglio 2008

Mary alla finestra

Mary alla finestra
A Montereggio

ROBERTO E FIORELLA

ROBERTO E FIORELLA
coppia al bar in quel di Montereggio

Sono andati avanti.......

Sono andati avanti.......
Mauro, Rambo ed Ila

Archivio blog